Mike Massimino lascia la NASA

Dopo quasi due decenni passati alla NASA, comprensivi di due missioni con lo Space Shuttle, l’astronauta Mike Massimino ha lasciato l’ente spaziale americano lo scorso Lunedì 28 Luglio, per accettare una posizione alla Columbia University di New York.

L’esperienza di Massimino alla NASA come detto, ha incluso due missioni con lo Shuttle, entrambe volte alla manutenzione dell’Hubble Space Telescope. Nel corso dell’ultima sua missione di servicing, l’STS-125 del 2009, Massimino è diventato il primo astronauta a tweettare dallo spazio, raccogliendo in breve un significativo numero di followers.

“Mike ha rivestito un ruolo significativo all’interno dell’ufficio astronauti lungo tutta la sua permanenza qui.” ha dichiarato Bob Behnken, Capo dell’Astronaut Office del Johnson Space Center di Houston. “La sua esperienza tecnica è stata estremamente d’aiuto nei diversi ruoli che ha rivestito, non ultima, la parte che Mike ha portato a termine nelle missioni di manutenzione del telescopio spaziale Hubble.”

“Mike ha abbracciato l’opportunità di interagire con il pubblico con nuove modalità, preparando la strada agli astronauti che lo hanno seguito, sulle modalità di condivisione delle proprie esperienze direttamente con la gente su scala globale. Gli facciamo i nostri auguri per il suo nuovo ruolo di promotore dei sogni e delle aspirazioni degli studenti agli inizi delle proprie carriere.” Ha proseguito Behnken.

Nativo di New York, Massimino si è laureato in Industrial Engineering presso la Columbia University ottenendo inoltre dei masters in Mechanical Engineering e Technology and Policy presso il Massachusetts Institute of Technology di Cambridge, Massachusetts, oltre ad un dottorato in Mechanical Enineering.

Mike Massimino è entrato alla NASA nel 1996 con l’Astronaut Group 16 (The sardines) e prima del suo debutto come astronauta, egli ha prestato servizio presso l’Astronaut Office Robotics Branch e presso l’Astronaut Office Extravehicular Activity (EVA) Branch. Dopo la sua prima missione spaziale del 2002, egli è stato CAPCOM presso il Mission Control di Houston e Astronaut Office Technical Liaison nell’EVA Program Office del JSC.

Nella sua carriera ha accumulato oltre 570 ore nello spazio, comprese le 30 ore complessive di attività extraveicolare. La sua prima missione è stata STS-109 nel 2002, durante la quale l’equipaggio dei sette astronauti del Columbia ha aggiornato con successo Hubble installandovi una nuova unità di alimentazione, l’Advanced Camera for Surveys e dei nuovi pannelli solari. L’STS-109 ha visto anche raggiungere il tempo record cumulativo di attività extraveicolare nell’ambito di una singola missione spaziale, con 35 ore e 55 minuti suddiviso in cinque uscite di cui due effettuate da Massimino stesso, che ha totalizzato 14 ore e 46 minuti di lavoro all’esterno del Columbia.

Nel corso della missione STS-125, Massimino ha trascorso sei gironi in orbita svolgendo manutenzioni ed aggiornando Hubble con l’assistenza dei suoi compagni di viaggio dell’Atlantis. Durante la missione è stato inoltre superato il record del tempo trascorso in EVA da parte dei suoi spacewalkers, raggiungendo le 36 ore e 56 minuti sempre in cinque uscite. Nelle sue due EVAs, Massimino ha raggiunto le 15 ore e 58 minuti.

Mike Massimino è nato il 19 Agosto 1962 a New York da genitori italo-americani di origine siciliana, è sposato ed ha due figli. L’ormai ex astronauta ha interpretato sé stesso in alcuni episodi nella quinta, sesta e settima stagione della sitcom Big Bang Theory, ambientati a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonti: NASA, Wikipedia

Nell’immagine in evidenza, Mike Massimino, mission specialist di STS-109, sbircia nella cabina del Columbia prendendosi una piccola pausa nel suo lavoro sull’Hubble Space Telescope fissato momentaneamente nella stiva dello shuttle, durante la sua seconda spacewalk, il 5 Marzo del 2002.
Image credit: NASA.

 

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21810.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.