Quarta edizione del concorso Zero Robotics

Per il quarto anno consecutivo, il torneo “Zero Robotics” trasformerà la Stazione Spaziale Internazionale in un campo di gioco per gli studenti europei delle scuole secondarie. La competizione si svolgerà in modo tale da permettere ai ragazzi di confrontarsi nello scrivere le istruzioni per il controllo dei satelliti delle dimensioni di palle da volley, da guidare in un campo virtuale minato da ostacoli.

I mini satelliti SPHERES (acronimo di Synchronised Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites) obbediscono ai comandi inviati da remoto librandosi in volo nell’ambiente in microgravità della Stazione utilizzando i propri sistemi energetici, di navigazione e di propulsione.

La competizione non verterà solamente sulla scrittura dei codici; i partecipanti dovranno risolvere dei problemi, applicare le proprie conoscenze di matematica e fisica e lavorare in teams per avere successo. I contendenti europei dovranno iniziare ora a lavorare su di un software autoprodotto, pianificando in anticipo la propria strategia per la gara, tenendosi pronti per quando verranno svelati i dettagli finali per la missione, in Settembre.

Il concorso inizierà con delle simulazioni online di difficoltà crescente. I contendenti potranno creare e visualizzare il proprio codice, da un browser web in maniera gratuita, in modo da essere pronti alla partita. Dopo aver giocato contro gli altri teams in rounds di simulazione in modo da ottenere i punteggi più elevati, i finalisti potranno vedere i propri software guidare i droni spaziali SPHERES sulla Stazione Spaziale. L’astronauta dell’ESA Samantha Cristoforetti supporterà i teams europei, conducendo la competizione live direttamente dall’avamposto orbitale.

Le gare finali si terranno in Gennaio, con i vari teams raccolti per l’occasione presso il Massachusetts Institute of Technology quelli americani, e presso l’ESTEC Technical Centre dell’ESA di Noordwijk in Olanda, quelli europei.

Join the game!

Fonte: ESA

 

Immagine: I satelliti SPHERES in volo in formazione nel laboratorio Destiny dell’ISS. © NASA.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21761.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.