Iriss: un italiano battezza la missione di Andreas Mogensen

Andreas Mogensen in tuta EMU al NBL. Credit: NASA/ESA–J. Blair
Andreas Mogensen in tuta EMU al NBL. Credit: NASA/ESA–J. Blair

La missione dell’astronauta ESA Andreas Mogensen sulla Stazione Spaziale Internazionale si chiamerà Iriss. Lo ha annunciato lui stesso ieri 27 aprile al Science Forum di Copenhagen alla presenza di oltre un migliaio di persone, un evento a cui hanno partecipato anche molti giovani nell’ambito della fiera nazionale della scienza danese. L’astronauta ha inoltre presentato un nuovo concorso riservato ai cittadini danesi per scegliere il logo.

Filippo Magni. Credit: Filippo Magni

Filippo Magni. Credit: Filippo Magni

Il nome è stato proposto dall’italiano Filippo Magni, il vincitore del concorso indetto dall’ESA a marzo per dare un nome alla missione di Mogensen. “Beh naturalmente ero molto felice quando ho visto la mail di ESA”, ci ha detto Filippo, che ha aggiunto “Non me lo aspettavo perché avrei pensato che scegliessero qualche cosa di più fantasioso.”

Al concorso sono arrivate oltre 700 proposte provenienti da tutta Europa. Come vincitore Filippo riceverà in premio il logo incorniciato della missione autografato da Mogensen.

Il nome Iriss combina Iris e ISS. Nella mitologia greca Iris, Iride, era una messaggera degli dei dell’Olimpo e la personificazione dell’arcobaleno. Nel suo ruolo di messaggera, Iris rappresenta il legame fra l’umanità e il cosmo, e fra il cielo e la Terra. Questo nome combina l’arcobaleno, un simbolo universale di pace, con la missione di dimostrazione scientifica e tecnologica di Mogensen sulla ISS.

Filippo Magni premiato nel 2010 ad AstronautiCON 5 per la sua attività di articolista. Credit: Riccardo Rossi

Filippo Magni premiato nel 2010 per la sua attività di articolista. Credit: Riccardo Rossi

Commentando la proposta che ha inviato al concorso, Filippo ci racconta “Il mio suggerimento era più ragionato che di impatto. Mi piaceva l’idea di un nome della missione che contenesse ISS come altre volte in passato.” A proposito delle modalità di partecipazione aggiunge “Non c’era in vero e proprio tema quindi inizialmente ho provato un po’ di combinazioni incentrate sull’esplorazione o qualche acronimo.”

Il lancio di Iriss è previsto per il settembre del 2015. Nei 10 giorni di permanenza sulla Stazione Spaziale Mogensen si concentrerà sulla valutazione e la dimostrazione di una serie di nuove tecnologie, fra cui la tuta Skinsuit dell’ESA per contrastare gli effetti della microgravità.

Danese, 38 anni, Andreas Mogensen è stato selezionato nel gruppo dei nuovi astronauti ESA del 2009 insieme con gli italiani Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano, e altri tre candidati europei. Prima di diventare astronauta si è laureato in ingegneria e ha lavorato a diversi progetti dell’ESA.

Filippo Magni ha 20 anni e vive a Milano. È uno studente di ingegneria aerospaziale al Politecnico di Milano. Filippo è appassionato di spazio e da tempo collabora attivamente alle attività della nostra Associazione Italiana per l’Astronautica e lo Spazio—ISAA. Dal 2009 fa parte della squadra di articolisti di questo sito di informazione spaziale, AstronautiNEWS, per il quale ha scritto centinaia di articoli.

L’associazione ISAA e i collaboratori di AstronautiNEWS rivolgono i loro complimenti a Filippo per la scelta del nome e la vincita del concorso.


Paolo Amoroso

Si occupa di divulgazione e didattica dell'astronomia e dello spazio. Attualmente collabora con il Planetario di Milano e fino al 2012 ha lavorato per il Museo Astronomico di Brera. Si interessa di astronomia, astronautica ed esplorazione dello spazio, scienza, Google, editoria digitale e tecnologie informatiche. È nel Direttivo dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA), per la quale svolge diverse attività fra cui la co-conduzione del podcast AstronautiCAST.