ISS Weekly Status Report – 03.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

12 dicembre

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
L’ETCS Loop A è ancora in funzione senza il pieno controllo della temperatura. Il Loop A Interface Heat Exchangers (IFHX) è quindi ancora bypassato ed isolato, mentre l’ETCS Loop B continua a funzionare nominalmente. Le procedure di emergenza prevedono, ove possibile, lo spostamento dei carichi interni sul Loop B che però da solo non è in grado di sostenere lo smaltimento del calore di tutta la ISS, mentre alcuni dispositivi del Node 2, il JEM e Columbus sono stati spenti. Durante la notte sono state effettuate alcune verifiche alla valvola di controllo del flusso – Flow Control Valve (FCV), sospettata essere la causa del problema, ma le verifiche hanno mostrato che la FCV è in grado di coprire l’intero range di lavoro (da completamente chiuso a completamente aperto), mentre le misurazioni del flusso di ammoniaca appaiono inferiori alle aspettative.

Radiation Dosimetry Inside ISS-Neutrons 2 (RaDI-N2) Space Bubble Detector Deploy
L’ingegnere di volo (FE-5) Mastracchio ha distribuito 8 “bubble detectors” contenuti in sacchetti speciali. L’esperimento Radi-N2 è un’indagine che segue le precedenti RaDI-N1 e Matroshka-Rdi. Radi-N2 è destinato a dettagliare la radiazione di neutroni all’interno della ISS. Degli 8 rivelatori a bolla, 7 sono collegati a postazioni fisse poste all’interno della ISS, mentre uno è  indossato da un membro dell’equipaggio.
I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Preparation for Nanoracks Hardware Arrival on Orbital-1 Vehicle
(FE-6) Wakata ha ripassato la documentazione e le procedure per poter dare inizio alla riconfigurazione della piattaforma Nanoracks, in previsione dell’arrivo di ulteriore materiale che verrà recapitato sulla ISS dal cargo spaziale Orbital-1.

Airlock Heater Jumper Installation
Hopkins ha installato un Airlock Contingency Jumper per ristabilire la funzionalità dei riscaldatori secondari delle Airlock Zone 3 e 4.
Il jumper permette di bypassare ed isolare i termostati allo stato solido del circuito di riscaldamento. Una patch per l’INT MDM verrà spedita e caricata nel prossimo fine settimana per sostenere il monitoraggio software dei riscaldatori.

 

13 dicembre

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
Durante la notte gli specialisti a Terra hanno a più riprese tentato la riattivazione della ETCS Loop A Pump Control Valve Package (PCVP), che comprende la valvola di controllo del flusso – Flow Control Valve (FCV), nel tentativo di correggere l’errore del valore di apertura della FCV. L’ETCS è stata riattivata ma non si è riusciti a correggere il valore di apertura della FCV. L’ETCS Loop A è ancora in funzione senza il pieno controllo della temperatura. Il Loop A Interface Heat Exchangers (IFHX) è quindi ancora bypassato ed isolato, mentre l’ETCS Loop B continua a funzionare nominalmente. Le procedure di emergenza prevedono, ove possibile, lo spostamento dei carichi interni sul Loop B, che però da solo non è in grado di sostenere lo smaltimento del calore di tutta la ISS, mentre alcuni dispositivi del Node 2, il JEM e Columbus sono stati spenti.

Advanced Biological Research System (ABRS) Loop Flush
L’ingegnere di volo (FE-6) Wakata, assistito da (FE-5) Mastracchio, ha eseguito uno spurgo del circuito di raffreddamento interno dei due ABRS per eliminare le bolle d’aria eventualmente presenti. L’attività ha avuto successo per quanto riguarda la Chamber 1 ma non per la Chamber 2. Chamber 1, che sarà utilizzata per gli esperimenti Advanced Plant Experiments-02 (APEX-02) che verranno trasportati sulla ISS dalla missione SpaceX-3, è stata attivata e verrà monitorata nel corso dei prossimi quattro giorni.

Body Measures
L’ingegnere di Volo (FE-6) Hopkins, con l’assistenza di (FE-5) Mastracchio, ha predisposto le telecamere e la strumentazione prevista per raccogliere foto e misure delle dimensioni del proprio corpo. Hopkins è giunto al traguardo del Flight Day 80 (FD80) e questa è la seconda delle tre sessioni di body measures previste per lui durante la sua permanenza a bordo della ISS. Il fisico degli astronauti in orbita subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere i dati che aiutino a comprendere meglio l’entità e la variabilità di questi cambiamenti. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Reversible Figures Experiment
Hopkins ha effettuato la quarta sessione mentre Wakata ha completato la seconda sessione dell’esperimento denominato Reversible Figures. Ogni astronauta esegue queste attività almeno quattro volte durante la propria permanenza a bordo della ISS. Questo è un esperimento scientifico progettato per indagare la natura adattiva del sistema neuro-vestibolare nel trattamento delle informazioni relative alla percezione visiva tridimensionale. Un’errata percezione dell’ambiente in microgravità che circonda l’astronauta influisce sulle prestazioni dell’astronauta stesso. Un confronto sarà effettuato con le visualizzazioni eseguite prima, durante e dopo l’esposizione a lungo termine alla microgravità. Si prevede che misurabili differenze percettive potranno fornire una conoscenza della percezione umana in un ambiente in microgravità rispetto a quello gravitazionale della Terra.

Cygnus Offset Grapple #2 On-Board Training (OBT)
Oggi il centro di controllo a Terra ha attivato il Mobile Servicing System ( MSS ) ed ha eseguito alcune verifiche allo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Latching End Effector (LEE) ed al Brake and Joint Diagnostics sul Prime String. Successivamente ha attivato MSS in configurazione di backup a caldo ed eseguito i medesimi controlli anche sul Redundant String. L’eqipaggio (Hopkins, Wakata e Mastracchio) ha manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) dentro e fuori dalla posizione di riposo nel Permanent Multipurpose Module (PMM) Flight Releasable Grapple Fixture (FRGF). Gli astronauti hanno ripetuto queste azioni tre volte prima di riporre definitivamente il braccio robotico nella sua sede. Questa è stata la seconda delle due sessioni di addestramento previste per permettere all’equipaggio di familiarizzare con le procedure di aggancio ed attracco di Cygnus, il cui arrivo è previsto per il 20 dicembre.

 

14 dicembre

Orbital 1 Launch Status
Per permettere agli specialisti a Terra di dedicare più tempo possibile alla soluzione del problema all’ETCS Loop A, la data di lancio della missione Orb-1 è stata posticipata al 19 dicembre (CST), dal 18 dicembre (CST) precedentemente stabilito.

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
L’ETCS Loop A è in funzione, tuttavia a causa di un malfunzionamento della valvola di controllo del flusso ( FCV ), le temperature non sono attualmente comprese nel range dei corretti valori operativi e quindi non è possibile consentire l’integrazione dell’Interface Heat Exchangers (IFHX). MCC-H sta effettuando alcuni test sull’ETCS Loop A nel tentativo di riprendere il controllo della temperatura e permettere il reintegro di N2 IFHX. Il Lab ed il Node 3 sono stati configurati sul circuito interno dell’ETCS Loop B, ma il Node 2 lavora con potenza elettrica dimezzata mentre il JEM e Columbus sono stati spenti.

Extravehicular Activity (EVA) Prep
Al momento non è ancora stata presa la decisione se effettuare attività extra-veicolari oppure no, ma l’equipaggio ha comunque avviato la ricarica dell’aria Metox delle EMU. Oggi l’equipaggio ha svuotato l’Airlock da ogni oggetto lì stivato provvisoriamente. (FE-3) Mike Hopkins e (FE-5) Rick Mastracchio hanno eseguito la regolazione di calzata delle loro EMU (S/N 3005 e 3010), ricaricato le batteria a lunga durata (LLB), verificato il Simplified Aid for EVA Rescue (SAFER), la Pump Module e la Water in EVA Mobility Unit.

COSMO Shoot
(FE-6) Wakata ha scattato oggi alcune foto ad alta definizione della cometa ISON, della Terra e di altri corpi celesti. Le immagini ed i video acquisiti potranno essere utilizzati anche per scopi scientifici sfruttando le caratteristiche dell’apparecchiatura ad ultra alta definizione posizionata in Cupola.

 

15 dicembre

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
L’ETCS Loop A è ancora in funzione senza il pieno controllo della temperatura, mentre il Loop A Interface Heat Exchangers (IFHX) è ancora bypassato ed isolato. L’ETCS Loop B continua a funzionare nominalmente.
MCC-H prosegue l’esecuzione dei test sull’ETCS Loop A per determinare se sia possibile riacquistare un sufficiente  controllo della temperatura e quindi consentire il reintegro alla piena operatività del Node 2 IFHX. Questo è il motivo per cui il  Node 2 stà lavorando con potenza elettrica dimezzata mentre i moduli JEM e Columbus rimangono spenti.

Extravehicular Activity (EVA) Preparation
Gli ingegneri di volo (FE-5) Mastracchio e (FE-6) Wakata hanno condotto alcune attività connesse alle possibili EVA necessarie per risolvere il problema del ETCS. Gli astronauti hanno verificato l’eventuale presenza di perdite nei circuiti idraulici delle EMU 3005 e 3010, hanno configurato alcuni strumenti ed hanno messo sotto carica alcune batterie. Oltre a ciò, Wakata ha esaminato e ripassato la documentazione delle procedure robotiche che potrebbero essere utilizzate a supporto delle EVA.

Water Processing Assembly (WPA) Fault
Durante la notte la WPA ha subito un guasto nella fase di avvio di un ciclo di lavorazione. Le prime indicazioni evidenziano un problema legato ad una velocità troppo alta del Mostly Liquid Separator (MLS). Il software è progettato per spegnere la WPA se la velocità di MLS supera i 3000 RPM; la telemetria ha indicato che la velocità di MLS aveva raggiunto i 3120 RPM.
Gli specialisti a Terra hanno tentato, senza successo, di riavviare la WPA due volte. Sono ora in corso le analisi per determinare la tipologia del guasto e per elaborare la soluzione. Una pompa MLS di ricambio è disponibile a bordo della ISS nel caso fosse necessario provvedere alla sua sostituzione.

Guidance, Navigation and Control (GNC) MDM Swap
I Flight Controllers hanno spostato le funzionalità del GNC MDM da GNC-2 a GNC-1. La nuova configurazione assicura che gli MDM critici non siano tutti attivi sugli stessi canali di alimentazione durante questo periodo di emergenza in cui  Contingency Jumper devono ancora essere installati, attività che verrà effettuata entro questa settimana.

 

16 dicembre

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
L’ETCS Loop A è ancora in funzione senza il pieno controllo della temperatura. Il Loop A Interface Heat Exchangers (IFHX) è quindi ancora bypassato ed isolato, impedendo la dispersione del calore interno sul loop A. L’ETCS Loop B continua a funzionare nominalmente.
MCC-H prosegue l’esecuzione dei test sull’ETCS Loop A per determinare se sia possibile riacquistare un sufficiente  controllo della temperatura per consentire il reintegro del Node 2 IFHX.
A causa del problema relativo al controllo della temperatura, il Node 2 lavora con potenza elettrica dimezzata mentre i moduli JEM e Columbus rimangono spenti.

Extravehicular Activity (EVA) Materials Review
(FE-3) Hopkins, (FE-5) Mastracchio e (FE-6) Wakata hanno controllato il materiale necessario a svolgere le EVA associate alle attività di sostituzione della pompa del circuito ETCS, effettuando una panoramica delle procedure di ciascuna delle tre EVA potenziali, ripassato i manuali, osservato le fotografie e studiato i diagrammi della pompa da sostituire.

Equipment Lock Preparation
A sostegno delle potenziali EVA, Hopkins e Mastracchio hanno preparato le bevande e gli apparecchi Biomedicali, hanno verificato gli apparati di respirazione e verificato che l’hardware di supporto alle attività fosse trasferito nell’Airlock.

EVA Mobility Unit (EMU) On-Orbit Fit Check
Tra le varie azioni poste a sostegno delle potenziali EVA, Hopkins e Mastracchio hanno indossato la loro EMU e verificato con successo il funzionamento delle connessioni radio e dati.

EMU Helmet Absorption Pad (HAP) Familiarization
Hopkins e Mastracchio hanno familiarizzato con le proprietà di assorbimento del HAP. Hanno poi inviato i risultati di saturazione in downlink video agli specialisti a Terra. L’HAP è uno dei sistemi sviluppati per ovviare all’inconveniente evidenziato da Luca Parmitano durante la sua EVA, quando segnalò presenza di acqua nel proprio casco.
L’HAP è in grado di assorbire una gran quantità d’acqua consentendo agli astronauti di avere più tempo per effettuare interventi correttivi oppure rientrare all’interno della ISS.

 

17 dicembre

USOS EVA and Orbital Status
E’ stata presa la decisione di effettuare le EVA USOS il 21, il 23 ed il 25 dicembre (quest’ultima se sarà necessaria), al fine di sostituire la pompa del circuito ETCS. Le attività extra-veicolari saranno effettuate utilizzando le EMU 3010 e 3011. Ogni lancio orbitale diretto alla ISS sarà posticipato a dopo il beta cutout di gennaio.

External Thermal Control System (ETCS) Loop A Status
Durante la notte gli specialisti a Terra hanno svolto alcuni test sul Lab Low Temperature Loop (LTL) Interface Heat Exchanger (IFHX). Durante questa prova gli specialisti hanno utilizzato nuovi strumenti, sviluppati dal Flight Control Team, che permettono un migliore controllo dei movimenti della Radiator Return Isolation Valve. Un controllo più preciso del valore di apertura della valvola permette una più incisiva e puntuale regolazione della temperatura dell’ETCS Loop A. Durante i test l’ETCS è stato reintegrato con successo con il Lab LTL attraverso il IFHX. Successivamente sono state avviate azioni volte ad aumentare il carico termico sul lato interno del LTL IFHX, nel tentativo di bilanciare il carico termico aggiunto ETCS Loop A agendo opportunamente sulla regolazione della Radiator Return Isolation valve. Dopo circa 40 minuti la pompa si è spenta quando è stato raggiunto il valore limite della protezione antigelo. I successivi tentativi di stabilizzare la temperatura del Loop A non hanno avuto successo. Gli specialisti a Terra hanno quindi stabilito che questo metodo di controllo della Radiator Return Isolation valve non fornisce un controllo sufficiente ove in realtà servirebbe una precisione supplementare necessaria per mantenere le temperature stabili. Una patch software per la S1-1 MDM, che dovrebbe consentire un migliore controllo del valore di apertura della valvola, è stata spedita e caricata questo pomeriggio. Ulteriori test sul controllo della temperatura esterna verranno eseguiti questa sera. Per questi motivi il Node 2 proseguirà a lavorare con potenza elettrica dimezzata mentre i moduli JEM e Columbus rimarranno spenti.

Water Process Assembly (WPA) Status
Durante la notte gli specialisti a Terra hanno risolto i problemi della WPA permettendo a MLS di attivarsi senza evidenziar un errore di velocità eccessiva. A seguito di tale prova, l’equipaggio ha ricollegato la linea di processo B posta tra i due rack Water Recovery System (WRS). Attualmente la WPA è in standby ed in fase di riscaldamento pronta per essere avviata. La prima attivazione della WPA non si verificherà prima di domani.

OGA Hydrogen Sensor ORU Removal and Replacement (R&R)
Oggi l’equipaggio ha effettuato la sostituzione del Oxygen Generation System (OGS) Hydrogen Sensor ORU. Questa azione è stata eseguita come attività di manutenzione preventiva, attività normalmente svolta ogni 150 giorni. Nel corso della sostituzione l’equipaggio ha riferito che l’anello di schiuma posto intorno all’uscita OGA O2 si stà sgretolando. Lo scopo della presenza di questo anello è ammortizzare il contatto tra il condotto dell’ossigeno e la porta del rack e permettere che l’ossigeno venga così espulso verso la cabina della ISS ed impedire che si accumuli dietro il rack.
Attualmente la OGA è spenta e l’H2 sensor Quick Disconnects (QD) non è collegato. Gli specialisti a Terra stanno osservando le foto dell’anello di schiuma degradato per decidere quali step seguire per la riparazione utilizzando un ricambio già presente a bordo.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In previsione di una potenziale EVA di emergenza, gli ingegneri di volo (FE-3) Hopkins e (FE-5) Mastracchio hanno effettuato una serie di attività propedeutiche che hanno incluso un riesame delle procedure di scambio del Hard Upper Torso (HUT)/Secondary Oxygen Packs (SOP).

On-board Training (OBT) Robotics Onboard Trainer (ROBoT) Session 1
Utilizzando il ROBOT Training Simulator, (FE-6) Wakata ha acquisito competenze nella gestione e nell’uso dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per le operazioni connesse con la rimozione e la sostituzione della pompa dell’ETCS Loop A.

Fonte : NASA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.