ISS Weekly Status Report – 10.2013

Dettaglio della foto ISS028-E-005671 che mostra ATV attraccato alla ISS - Credit: NASA/Spacemonkey

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

 

22 agosto

Russian Extravehicular Activity (EVA) #35
L’attività extraveicolare (EVA) di oggi è stata eseguita dagli ingegneri di volo (FE-4) Yurchikhin e (FE-2) Misurkin ed è durata 5 ore e 59 min.
L’equipaggio ha completato con successo diverse attività, tra cui l’ispezione di tutte e 6 le antenne WAL PCE, l’installazione di copertine protettive su BTLS ma, a causa di problemi con il clock della piattaforma VRM e DPN che ha richiesto ulteriore tempo rispetto a quanto pianificato, non sono stati in grado di installare un sistema di ritenuta del piede (Yakor) sul VRM.
L’equipaggio durante la EVA ha dispiegato una bandiera russa per celebrare il Russian Flag Day Holiday. Durante l’attività extraveicolare (FE-3) Cassidy ed il comandante (CDR) Vinogradov sono stati isolati nei moduli MRM-2/34S mentre (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno avuto accesso a tutti i moduli posti dopo il Service Module (SM).

ISS Testbed for Analog Research (ISTAR) Treadmill 2 Quarterly Inspection
(FE-6) Nyberg ha eseguito l’ispezione trimestrale Treadmill2 utilizzando la procedura ISTAR. L’indagine ISTAR è parte del progetto denominato Exploration Detailed Test Objective (xDTO).
ISTAR xDTO analizza come le operazioni di missione possono essere ottimizzate in presenza di ritardi nelle comunicazioni dell’ordine delle decine di minuti, in modo simile a quello che sarebbe vissuto in missioni di esplorazione su Marte o di altri obiettivi situati nelle ​​profondità dello spazio.
L’obiettivo di ISTAR Treadmill 2 è permettere, in questo caso a (FE-6) Nyberg, di eseguire autonomamente le attività mostrando tutte le informazioni supplementari necessarie per completare e risolvere i problemi che possono sorgere, senza dover chiamare il centro di controllo.

InSPACE3 Experiment Run
(FE-6) Nyberg ha attivato tre sessioni dell’esperimento InSPACE; le seguenze # 107, 108 e 109.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche ed in generale per migliorare la progettazione delle strutture.

Human Research Facility (HRF) Rack 2 Resupply
(FE-5) Parmitano ha rimosso gli articoli scaduti ed ha trasferito il contenuto dal HRF Consumables Kit al HRF Supply Kit Purple ed al HRF Supply Kit Green.
Parmitano ha poi rimosso le Mesh Bags dal HRF Supply Kit Green e dal HRF Consumable Kits collocandole nei pressi del rack Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI).

 

23 agosto

Post Russia Extravehicular Activity (EVA) 35 Status
In seguito alla EVA di ieri, durata 5 ore e 58 minuti, l’equipaggio della ISS è andato a dormire un’ora più tardi rispetto a quanto pianificato. Oggi l’intero equipaggio è stato svegliato un’ora dopo il solito; i membri dell’equipaggio russo hanno goduto di una mezza giornata di riposo, mentre l’equipaggio USOS ha avuto una giornata lavorativa abbreviata.

Columbus Improved Payload Ethernet Hub Gateway (iPEHG)-A Install
L’ingegnere di volo (FE-5) Parmitano ha rimosso il Columbus Payload Ethernet Payload Ethernet Hub / Gateway ( PEHG ) e sostituito con uno nuovo e migliorato (iPEHG).
Il nuovo iPEHG corregge e migliora i limiti prestazionali riscontrati con i PEHG meno recenti.

Regenerative Environmental Control and Life Support System (ECLSS) Recycle Tank Remove and Replace
Nell’ambito delle attività di manutenzione ordinaria, (FE-3) Cassidy ha rimosso e sostituito il Regenerative ECLSS Tank.

Microbial Air Sampler (MAS) Kit and Surface Sample Kit (SSK) Sample Collection
(FE-3) Cassidy e (FE-5) Parmitano hanno raccolto campioni di aria per ottenere una migliore comprensione della crescita microbica all’interno dei moduli della ISS. I campioni saranno analizzati in orbita ed i risultati saranno condivisi con gli specialisti di Terra.

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3
(FE-6) Nyberg ha ridistribuito le particelle tra le fiale, ha attivato le apparecchiature dell’esperimento InSpace, ha configurato il Microgravity Science Glovebox (MSG) per il downlink ed ha dato il via agli esperimenti InSpace-3.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche.

Mobile Servicing System (MSS) Status
I controllori a Terra hanno attivato MSS e trasferito il Mobile Transporter (MT) dal Worksite 4 al Worksite 6, inoltre hanno manovrato l’SSRMS per raccogliere lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) in preparazione dell’inizio delle operazioni connesse ad HTV-4 previste per sabato 24 agosto.

 

26 agosto

Mobile Servicing System (MSS) Status and Operations
Sabato i controllori a Terra hanno acceso MSS ed hanno utilizzato lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) posto sullo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per rimuovere l’Utility Transfer Assembly (UTA) dall’Exposed Pallet di HTV-4 per installarlo sul SPDM Enhanced On-Orbit Replaceable Unit (ORU) Temporary Platform (EOTP).
Vehicle ( HTV ) 4 Pallet Exposed ( EP) e installarlo sul SPDM Enhanced On-Orbit Replaceable Unit (ORU) Temporary Platform (EOTP).
Il team ha poi rimosso il Main Bus Switching Unit (MBSU) dall’EP di HTV4 e spostato il Mobile Transporter (MT) dal Worksite 6 al Worksite 2.
Domenica è stato installato l’MSBU sul ESP 2 Site 4 ed in seguito è stato prelevato l’UTA dal SPDM Enhanced ORU EOTP per installarlo sul EXpedite the PRocessing of Experiments to the Space Station (EXPRESS) Logistics Carrier (ELC) 4 Site 4.
Le attività di oggi sono state eseguite per migliorare l’SSRMS/REACH SPDM per l’inizio dello Space Test Program-Houston (STP-H) 3 sul ELC1 Site 3.
Al termine delle operazioni di oggi l’SSRMS ed il SPDM saranno nella posizione per poter essere trasferiti dal Worksite 2 al Worksite 7 in preparazione dell’inizio delle operazioni di STP-H4 e STP-H3.

HTV-4 Cargo Operations
L’ingegnere di volo (FE-6) Nyberg ha ripreso oggi le operazioni di trasferimento del carico su HTV-4, spostando gli elementi di smaltimento dalla ISS ad HTV. La chiusura del protello di HTV è prevista per il 4 settembre.

Water Collection
(FE-5) Parmitano ha raccolto campioni di acqua dal Potable Water Dispenser, dal Hot Water Dispenser e da altri distributori presenti sulla ISS per analisi microbiche.

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Operations
(FE-6) Nyberg ha eseguito oggi 3 sessioni dell’esperimento InSpace-3.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche ed in generale per migliorare la progettazione delle strutture.

 

27 agosto

Mobile Servicing System (MSS) Status and Operations
L’ingegnere di volo (FE-3) Cassidy ha eseguito una verifica al Water Separator Screen della EMU con numero di serie 3011.
La verifica è stata interrotta prima del previsto poichè è stata osservata una perdita di acqua dal retro del casco. Durante l’attività extraveicolare (EVA) 23 si era manifestata una anomalia legata ad un accumulo eccessivo di acqua con conseguente interruzione della EVA.
Gli ingegneri hanno stabilito che l’anello separatore della EMU 3011 stava funzionando al di fuori delle specifiche di progetto, permettendo ad una quantità eccessiva di acqua di entrare nel circuito di ventilazione.
Gli specialisti hanno previsto per sabato 31 agosto la sostituzione della Water Condensate Relief Valve e della Gas Trap.

Resonant Inductive Near-field Generation System (RINGS)
(FE-6) Nyberg ha integrato RINGS con Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES).
Inoltre ha predisposto le telecamere, caricato il software operativo RINGS sul satellite dando inizio ad alcuni test. Tutti gli obiettivi della sessione sono stati raggiunti e RINGS è ora pronto per gli esperimenti.
L’esperimento denominato RINGS svilupperà hardware e software per consentire manovre e controllo assetto tra due satelliti SPHERES utilizzando dipoli elettromagnetici orientabili operativi su distanze comprese tra la decina di centimetri a metri.

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Experiment
(FE-5) Parmitano ha attivato oggi tre sessioni dell’esperimento InSPACE-3. Parmitano ha variato la frequenza degli impulsi magnetici mantenendo costante l’intensità di campo.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche.
Gli astronauti hanno completato finora un totale di 18 dei 42 esperimenti previsti dal programma InSPACE3.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Status/Ops
Oggi i controllori hanno attivato il Mobile Servicing System (MSS) e trasferito il Mobile Transporter dal Worksite 2 al Worksite 7.
In seguito hanno utilizzato lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) posto sul SSRMS per afferrare lo Space Test Program-Houston (STP-H) 4 da HTV-4 per installarlo sull’Expedite the Processing of Experiments to the Space Station (EXPRESS) Logistics Carrier (ELC) 1 Site 3.

H-II Transfer Vehicle (HTV)-4 Cargo Operations
L’equipaggio ha completato oggi le operazioni di carico di HTV-4 completando il caricamento del cargo con gli elementi finali della spazzatura.
HTV-4 verrà sganciato dalla ISS mercoledì, 4 Settembre 2013.
Prima dello sgancio, l’equipaggio attiverà un registratore dei dati di rientro (I-BALL) che acquisirà in continuo dati relativi alla posizione, all’accelerazione, alla temperatura nonchè immagini delle fasi di rientro in atmosfera.

 

28 agosto

Robonaut Operations
L’ingegnere di Volo (FE-3) Cassidy ha attivato Robonaut predisponendolo per le operazioni di controllo da Terra.
Le attività odierne hanno riguardato controlli del software operativo che ha permesso a Robonaut di eseguire movimenti delle braccia e delle dita, mentre dal centro di controllo monitoravano le forze generate. Robonaut è ora impegnato a dimostrare che un robot può operare all’interno di un veicolo spaziale, manipolare oggetti posti in ambienti in microgravità, operare per una durata prolungata nell’ambiente spaziale, aiutare ed interagire con i membri dell’equipaggio.

BioLab Microscope D&C Cassette Troubleshooting
Malgrado l’analisi del problema relativo al BioLab Handling Mechanism e la sostituzione della cassetta di registrazione del microscopio, operazioni effettuate nella settimana 20, la verifica del microscopio non è stata completata con successo.
Dalle analisi effettuate dagli specialisti l’anomalia risiede nell’interazione tra l’acquisitore Flow-Through-Cell (FTC) e la cassetta di registrazione.
La causa principale può essere attribuita ad un montaggio ed un posizionamento non corretto del FTC Holder fissato davanti al obiettivo del microscopio.
Per risolvere questo problema, oggi (FE-5) Parmitano ha completamente estratto il cassetto del BioLab Handling Mechanism (HM), ha aperto il microscopio e controllato gli assemblaggi tra le varie parti.
Al termine di questo intervento i controllori a Terra sono stati in grado di attivare con successo il BioLab Microscope.

Freezer-Refrigerator Of STirling cycle (FROST) Install
(FE-3) Cassidy ha installato FROST sul pannello JEM1A7-10. FROST è una delle nuove celle refrigeranti giunte sulla ISS con HTV4, sviluppate per mantenere il freddo anche in caso di interruzione di corrente.
FROST è un dispositivo di raffreddamento Stirling che è in grado di mantenere temperature inferiori a -70 C.

Mobile Servicing System (MSS) Status/Ops
Il centro di controllo ha continuato a lavorare con lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS), lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM), e sul Mobile Transporter (MT) per rimuovere l’ORU – Orbital Replacement Units – da HTV-4 per installarlo sulla ISS.
Ieri sera i controllori hanno acceso MSS e trasferito il Mobile Transporter dal Worksite 2 al Worksite 7, dopodichè hanno utilizzato l’SPDM, posto su SSRMS, per afferrare lo Space Test Program-Houston (STP-H) 4 dal Exposed Pallet (EP) di HTV-4 ed installarlo sul EXpedite the PRocessing of Experiments to the Space Station (EXPRESS) Logistics Carrier (ELC) 1 Site 3.
Inoltre STP-H3 è stato spostato dal ELC3 site 5 per essere installato sul Exposed Pallet (EP) di HTV-4.

Port Thermal Radiator Rotary Joint Imagery
(FE-3) Cassidy ha configurato la fotocamera D2X ed ha acquisito le immagini del Port Radiator dalla finestra del Docking Compartment (DC-1).
Durante questa operazione il radiatore è stato ruotato in modo tale da permettere di fotografare entrambi i lati.
Si tratta di un’attività di routine effettuata per controllare lo stato del radiatore per evidenziare gli eventuali danni causati da urti con micrometeoroidi o Debris spaziale.

Payload-1 (PL-1) Multiplexer/Demultiplexer (MDM) Loss of Comm (LOC)
Durante la notte il PL-1 MDM ha subito un LOC. L’MDM era in stand-by al momento della anomalia e per questo motivo non vi è stato alcun impatto sulle operazioni. In seguito PL-1 è stato spento e riacceso ed è tornato in modalità standby normalmente.
Anche se il concetto operativo è quello di avere normalmente il PL MDM di backup spento, questo MDM era acceso ed in standby da GMT 228.
Lasciando MDM acceso permetterà al tecnici a Terra di monitorare il suo stato di funzionamento. MDM dovrebbe rimanere acceso fino a GMT 288.

 

29 agosto

BioLab Microscope D&C Cassette Troubleshooting
Facendo seguito alla prima parte delle attività di analisi dei problemi iniziata ieri, oggi l’ingegnere di volo (FE-5) Parmitano ha proseguito con la seconda parte estraendo il cassetto dal BioLab HM, inserendo una nuova cassetta e verificando il corretto posizionamento della cassetta e del microscopio.
BioLab è una struttura di ricerca multiutente situato nel laboratorio europeo Columbus. BioLab sarà utilizzato per svolgere esperimenti di biologia su microrganismi, cellule, colture di tessuti, piccole piante e piccoli invertebrati. BioLab permetterà agli scienziati di ottenere una migliore comprensione degli effetti della microgravità e delle radiazioni sugli organismi biologici.

Robonaut Teleoperations
Oggi (FE-3) Cassidy ha eseguito alcune operazioni di controllo remoto con Robonaut. Con la collaborazione dei tecnici a Terra, Cassidy ha controllato Robonaut per alcune operazioni di manipolazione.
Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare hardware mostrando una maggiore resistenza degli umani.
Robonaut è attualmente operativo all’interno della ISS ma i futuri obiettivi del progetto includono la mobilità sia all’interno della ISS che all’esterno per le operazioni extraveicolari.

35 Soyuz (35S) Emergency On-Board Training (OBT)
(FE-4) Yurchikhin, (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno condotto una sessione di addestramento sulle procedure di emergenza.
L’equipaggio ha ripassato ed applicato le procedure di sicurezza connesse alla Soyuz. Al termine dell’addestramento è seguito un debriefing della sessione con i controllori a Terra.

Ocular Health (OH) Fundoscope
Parmitano e Nyberg, coadiuvati da Cassidy in qualità di Crew Medical Officer (CMO) e dagli specialisti a Terra, hanno eseguito una nuova sessione di esami relativi al benessere oculare.
Questa serie di esami si propone di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici utili a caratterizzare il rischio di disabilità visive indotto dalla microgravità sui membri dell’equipaggio assegnati a missioni di 6 mesi sulla ISS.
I dati raccolti saranno confrontati con i requisiti e le prove eseguite durante gli esami medici annuali a cui vengono sottoposti tutti gli astronauti, per valutare più accuratamente i cambiamenti che si verificano nei sistemi visivi, vascolare e nervoso centrale in caso di esposizione alla microgravità.

Mobile Servicing System (MSS) Status/Ops
I controllori a Terra hanno attivato MSS e riposto lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) sul Mobile Base System (MBS) Power Data Grapple Fixture 2 (PDGF).
Il Mobile Transporter (MT) è stato poi trasferito dal Worksite 7 al Worksite 4.
Il team stà attualmente predisponendosi per lo spostamento del External Pallet (EP) dal Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) per inserirlo sul cargo HTV-4.

Pubblicato da AstronautiNEWS / Associazione ISAA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.