Cygnus in partenza e traffico intenso sulla ISS nelle prossime settimane

L’equipaggio della ISS si sta preparando ad alcune settimane di traffico davvero intenso sulla ISS. Nei prossimi giorni la prima attività programmata è la partenza dalla ISS del modulo cargo Cygnus, arrivato il mese scorso sulla ISS, è stato nel frattempo svuotato dei rifornimenti trasportati e riempito di spazzatura che verrà distrutta nel rientro distruttivo.
Luca Parmitano e Karen Nyberg nei giorni scorsi hanno simulato e rivisto le procedure per lo sgancio e il rilascio, tramite il braccio robotico canadese, del modulo “italo-americano” in programma per martedì prossimo.
Utilizzando il braccio robotico sulla ISS i due sganceranno dal portello di nadir di Harmony il Cygnus e dopo averlo posizionato in una zona sicura lo libereranno in modo da permetterne le manovre e il successivo rientro distruttivo.
Nei giorni scorsi Oleg Kotov ha intanto installato il pannello di controllo per ATV-4, il modulo di rifornimento europeo lascerà infatti la ISS il prossimo 28 ottobre. Come per Cygnus, anche ATV-4 “Albert Einstein” dopo aver lasciato il portello del modulo russo Zvezda, effettuerà un rientro distruttivo in atmosfera.
Appena ATV lascerà la ISS, Nyberg, Parmitano e il comandante Yurchikhin dovranno riposizionare la Soyuz TMA-09M dal modulo Rassvet al portello di Zvezda precedentemente occupato dal modulo europeo.
Lo spostamento della Soyuz è attualmente previsto il 1 Novembre.
Successivamente, meno di una settimana dopo, il 7 novembre, il nuovo equipaggio formato da Rick Mastracchio, il giapponese Koichi Wakata e il russo Mikhail Tyurin partiranno a bordo della Soyuz TMA-11M alla volta della ISS che raggiungeranno 6 ore circa dopo il lancio.
Nei giorni successivi la ISS tornerà quindi ad ospitare 9 astronauti contemporaneamente, fino a quando, l’11 Novembre, Yurchikhin, Parmitano e Nyberg lasceranno la ISS per rientrare a terra a bordo della Soyuz TMA-09M.
Il 9 Novembre, nel frattempo, Kotov e Ryazanskiy effettueranno una EVA pianificata sul lato Russo della ISS.
Il mese di Novembre si concluderà poi, il 29, con l’arrivo di un cargo russo Progress e entro fine anno è previsto l’arrivo del primo cargo Cygnus operativo nell’ambito del programma COTS.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.