La Expedition 36 si conclude con l’atterraggio in Kazakistan

Alle 8:58 ore locali di oggi mercoledì 11 Settembre 2013 (2:58 GMT – 4:58 ora italiana), l’equipaggio della Expedition 36 ha toccato terra sul suolo del Kazakistan a bordo della capsula Soyuz TMA-08M.

L'atterraggio della Soyuz TMA-08M

L’atterraggio della Soyuz TMA-08M. Credit: NASA / Bill Ingalls

A bordo della navicella spaziale c’erano i cosmonauti Russi Pavel Vinogradov e Alexander Misurkin e l’astronauta Americano Chris Cassidy, decollati dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan il 28 Marzo scorso a bordo della stessa capsula, per una permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) che si è protratta per 166 giorni.

La fase di rientro nell’atmosfera e l’atterraggio della Soyuz TMA-08M sono avvenuti in perfetto orario e senza particolari difficoltà e al team Russo di supporto e di recupero che li attendeva i tre uomini a bordo sono apparsi in buone condizioni fisiche e di ottimo umore.

Dopo che nella giornata di ieri Pavel Vinogradov aveva ceduto il comando della ISS all’ingegnere di volo Russo Fyodor Yurchikhin, diventato comandante della Expedition 37, i tre componenti della Expedition 36 hanno preso posto all’interno del modulo di rientro della capsula Russa.

La Soyuz TMA-08M si é staccata dal modulo di ricerca Poisk dalla Stazione Spaziale alle 23:37 GMT del 10 Settembre (1:37 ora Italiana del 11 Settembre) e dopo le manovre di allontanamento dalla ISS e di cambio di assetto ha effettuato l’accensione dei retrorazzi che la hanno portata nella corretta traiettoria di rientto libero nell’atmosfera.

Durante la permanenza sulla ISS il comandante Vinogradov ha effettuata una attività estraveicolare (EVA) e ha portato il proprio tempo totale di permanenza nello spazio a 546 giorni, effettuati nell’arco di tre diverse missioni.

L’ingengere di volo Russo Alexander Misurkin, alla prima esperienza di volo spaziale, e l’astronauta Americano Chris Cassidy, al secondo volo, hanno effettuato tre passegiate spaziali ciascuno.

Nel corso di una passeggiata nello spazio dello scorso 16 luglio, Cassidy ha dovuto assistere astronauta italiano Luca Parmitano quando, a causa di una perdita dal sistema di raffreddamento della tuta di quest’ultimo, si è trovato in grave pericolo avendo il casco inondato d’acqua.

A causa di questo incidente la passeggiata spaziale è stata interrotta prematuramente e i due astronauti sono stati costretti ad un rientro di sicurezza all’interno della Stazione Spaziale Internazionale.

Con la partenza della Souyz TMA-08M è cominciata la Expedition 37 che vede come comandante il cosmonauta Russo Fyodor Yurchikhine e come ingegneri di volo l’astronauta Italiano dell’ESA Luca Parmitano e la astronauta della NASA Karen Nyberg.

Yurchikhin ed i suoi due compagni gestiranno le attività della Stazione Spaziale Internazionale fino al 26 settembre, quando, con l’arrivo della Capsula Russa Soyuz TMA-10M, entreranno nella ISS i cosmonauti russi Oleg Kotov e Sergey Ryazanskiy e l’astronauta Americano Michael Hopkins, portando nuovamente a sei il numero degli occupanti del laboratorio spaziale .

Fonte: NASA / SpacefligthNow.com

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.