ISS Weekly Status Report – 7.2013

Dettaglio della foto ISS028-E-005671 che mostra ATV attraccato alla ISS - Credit: NASA/Spacemonkey

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

31 Luglio

Ocular Health:

L’equipaggio ha proseguito le attività relative agli esami connessi al benessere oculare con l’ingegnere di volo (FE-3) Cassidy in qualità di Crew Medical Officer (CMO) per eseguire i test su (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg.
Parmitano e Nyberg hanno inoltre effettuato anche alcune ecografie cardiache e misurazioni della pressione arteriosa.
L’ecografia cardiaca mira ad ottenere misure di conformità vascolari ed è integrata con una misurazione della pressione arteriosa e ad un elettrocardiogramma.
I dati raccolti dalle indagini relative al benessere oculare si propongono di fornire una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità.
Il protocollo relativo al benessere oculare si propone di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità indotta sui membri dell’equipaggio assegnati a missioni di 6 mesi sulla ISS.
I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente, i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

 

EXpedite the PRocessing of Experiments to Space Station (EXPRESS) Rack Interface Controller (RIC) Remove & Replace (R&R):

Cassidy ha eseguito una attività di manutenzione al EXPRESS Rack 7 – RIC sostituendo un’interfaccia al Biological Rack Interface Controller (BRIC).
Il rack verrà lasciato attivo per le prossime 2 settimane per poter verificarne la funzionalità ed accelerare l’elaborazione degli esperimenti.
Gli EXPRESS Racks sono sistemi polivalenti che permettono l’esecuzione di svariati esperimenti scientifici fornendo interfacce strutturali, energia, dati, raffreddamento e altri elementi necessari per sviluppare esperimenti nello spazio.

 

Robotic Work Station (RWS) Capture Volume Checkout Status:

Ieri mattina gli specialisti di Terra non sono stati in grado di completare i controlli al RWS Capture Volume in preparazione dell’arrivo di HTV-4. Questa serie di test mira alla verifica delle funzionalità dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) muovendolo e posizionandolo in tutte le posizioni previste nelle attività di cattura del cargo spaziale.

Ieri pomeriggio gli specialisti hanno condotto una analisi sui dati telemetrici individuando la probabile causa del malfunzionamento in un parametro software di configurazione introdotto con un aggiornamento spedito lo scorso febbraio.

 

1 Agosto

Multi-Purpose Small Payload Rack (MSPR) Combustion Chamber (CC) Communication Cable Checkout:

L’ingegnere di volo (FE-3) Cassidy ha eseguito con successo l’attivazione ed il controllo del cavo di comunicazione MSPR CC.
La conclusione positiva di questa attività ha permesso agli specialisti di Terra di avviare le verifiche sulla qualità del video in downlink proveniente dalla videocamera G1.

 

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Setup:

(FE-6) Nyberg ha avviato le attività di preparazione dell’esperimento InSpace-3 installando l’hardware, i cablaggi, le videocamere ed il Work Volume (WV).

Questa configurazione verrà verrà utilizzata nei test in programma per domani.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche.

 

H-II Transfer Vehicle (HTV)-4 Robotic Onboard Trainer (ROBoT)-2 Training:

Cassidy, Nyberg e Parmitano hanno completato una simulazione relativa all’avvicinamento ed attracco di HTV negli ultimi 30 metri del suo volo.

Al termine della simulazione l’equipaggio ha partecipato a una conferenza con gli specialisti di Terra.
Il lancio di HTV-4 è previsto per il 3 agosto con attracco alla ISS il 9 agosto .

 

Robotic Work Station (RWS) Capture Volume Checkout Status:

La scorsa notte i controllori a Terra hanno completato con successo la RWS Capture Volume Checkout in preparazione dell’arrivo di HTV-4.

Questa serie di controlli è necessaria per verificare la serie di movimenti che lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) deve assumere durante le attività di cattura ed attracco di HTV.
Dopo la prova i controllori a Terra hanno manovrato SSRMS per rimetterlo nella posizione di parcheggio.

 

Automated Transfer Vehicle (ATV)-4 Status:

Lunedì l’equipaggio ha trasferito circa 210 litri di acqua da ATV-4 al Service Module della ISS (SM) e circa 66 litri di acqua in tre contenitori stivati nel Functional Cargo Block (FGB).

Oggi si provvederà a trasferire dal cargo spaziale alla ISS, carburante e ossidante.
Gli specialisti a Terra hanno rilevato una diminuzione della velocità delle ventole di aerazione installate su ATV. Sono in corso ulteriori analisi sulla causa di questi anomali rallentamenti.

 

Urine Processing Assembly (UPA):

Oggi l’UPA si è disattivata a causa di un guasto dovuto alla alta pressione rilevata nel sistema. Si è provveduto a scaricare i dati per poter effettuare una analisi.

 

Potential Conjunction:

I controllori a Terra stanno ponendo attenzione e tracciando la traiettoria dell’oggetto n° 81.908 che dovrebbe giungere alla minor distanza dalla ISS nella giornata di sabato 3 agosto alle 11:41 CDT.

 

2 Agosto

InSPACE-3 Operations:

L’ingegnere di Volo (FE-6) Nyberg ha effettuato le prima delle sue due sessioni di test dell’esperimento denominato InSpace-3.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprietà fisiche dei fluidi in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa indagine mira a comprendere l’interazione tra il magnetismo, le forze di superficie e le forme degli oggetti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche.

 

Extravehicular (EVA) Mobility Unit (EMU) Loop Scrub:

(FE-3) Cassidy ha completato le attività di manutenzione post EVA alla EMU n° 3015 ed alla n° 3011.
La pulizia della Liquid Cooling and Ventilation Garment (LCVG) di Pamitano non è stata eseguita poichè gli specialisti hanno intenzione di analizzare l’unità una volta riportata a Terra. Cassidy ha ripreso con una videocamera tutte le attività per documentare in un video le procedure effettuate.

 

Materials International Space Station Experiment (MISSE)-8 Bags Heat Sealing:

Parmitano e Nyberg hanno sigillato a caldo i sacchetti MISSE-8 per un prossimo ritorno a Terra con la missione Space-X, Sp-X 3.

MISSE-8 è un payload contenente materiale vario che era stato posizionato all’esterno della ISS e recuperato dagli astronauti durante la EVA 22.

Questi materiali sono stati sottoposti ad una valutazione sugli effetti che l’esposizione all’ossigeno atomico, ai raggi ultravioletti, all’irradiazione diretta della luce del sole, alle radiazioni cosmiche e alle escursioni termiche hanno avuto su di loro.
Questo esperimento è rilevante per lo sviluppo e la sperimentazione di nuovi materiali che potranno sopportare meglio i rigori dovuti all’esposizione diretta nello spazio.

 

Urine Processing Assembly (UPA) Status:

Nel pomeriggio di ieri l’UPA si è chiuso a causa di un guasto dovuto alla alta pressione rilevata nel sistema.
I dati sono stati scaricati e spediti a Terra per una analisi da parte degli specialisti di Terra. Da una analisi
preliminare sembra che il guasto sia dovuto alla rottura dell’albero della pompa – Pressure Control and Pump Assembly (PCPA).

 

Node 3 Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA) Air Save Valve (ASV) 103 Fault:

Durante la notte il Nodo 3 CDRA si è fermato per circa 51 secondi durante un ciclo di lavoro a causa di un malfunzionamento ad ASV.
L’ASV ed il Nodo 3 CDRA sono stati rapidamente riattivati dal team di gestione a Terra ed ora il Nodo 3 CDRA è operativo.
Gli specialisti stanno ora riesaminando i dati telemetrici.

 

Potential Conjunctions:

Il tracking dell’oggetto n° 81908 prosegue ma al momento le probabilità di collisione sono nulle, tuttavia i controllori a Terra continueranno a monitorare l’oggetto.
Nel frattempo si stà tracciando anche l’oggetto n° 37845, detrito proveniente dal serbatoio di un Breeze-M russo che è lo stadio superiore di un vettore Proton.
L’oggetto è grande e ben visibile ma al momento la sua traiettoria non preoccupa i controllori a Terra.

 

5 Agosto

H-II Transfer Vehicle 4 (HTV4) Status:

Il cargo giapponese HTV4 è stato lanciato con successo Sabato 3 Agosto alle 02:48 CDT dal Tanegashima Space Center.

L’arrivo, la cattura e l’attracco sono in programma per Venerdì 9 agosto alle 06:30 CDT. Durante il fine settimana i Reaction Control System (RCS) ed i motori principali di prua sono stati sottoposti ad un ciclo di verifiche.
Tutti i sistemi sono risultati nominali, tuttavia, è stato registrato un blocco improvviso ad una valvola del sistema RCS, blocco che ha causato una variazione dell’assetto di circa 5 gradi. HTV ha automaticamente commutato la funzionalità degli RCS dalla stringa A alla B tornando ad operare nominalmente. Una valutazione preliminare ha stabilito che questo problema sia stato innescato da un malfunzionamento
di un sensore piuttosto che da un reale problema alla valvola dei sistema RCS. Gli specialisti di HTV stanno esaminando i dati per capire la causa del problema e sviluppare di intervento.

 

On-Board Training (OBT) HTV Offset Grapple:

Gli ingegneri di volo (FE-3) Cassidy , (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno completato una nuova sessione di addestramento in preparazione per l’arrivo e la susseguente cattura del cargo giapponese HTV.
Durante questa sessione sono stati simulati diversi approcci utilizzando lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS).
Questo è stata la 2° delle 2 sessioni di formazione previste. La prima sessione di formazione è stata effettuata il 29 luglio.

 

Robonaut Operations:

Cassidy ha predisposto Robonaut per le operazioni in programma per oggi che sono state eseguite dal Robonaut Principal Investigator (PI).
Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare hardware mostrando una maggiore resistenza degli umani.
Robonaut è attualmente operativo all’interno della ISS ma i futuri obiettivi del progetto includono la mobilità sia all’interno della ISS che all’esterno per le operazioni extraveicolari.

 

Airlock Video Troubleshooting:

Parmitano ha proseguito i test per determinare la causa dei problemi riscontrati nei giorni scorsi dal sistema video.
La ricerca del problema ha messo sotto indagine l’ Internal Camera Port (ICP) Interface (I/F) Cable, l’Audio Visual I/F Unit (AVIU) e la Common Visual I/F Unit (CVIU). E’ stata inoltre effettuata una misurazione delle tensioni elettriche nei vari stati di funzionamento e con differenti carichi collegando o meno ulteriori videocamere.
Gli specialisti a Terra stanno valutando i risultati ottenuti.

 

Payload Multiplexer / Demultiplexer (PLMDM) Transition:

Domenica le funzionalità di PLMDM1 sono state inaspettatamente trasferite a PLMDM2 a causa di problemi di comunicazione. Questa anomalia ha prodotto un Permanent Missing Interval (PMI) di 15 min e 33 sec provocando anche la mancata raccolta dei dati scientifici di alcuni esperimenti in corso.
L’arrivo degli specialisti in console, il riconoscimento dell’anomalia e l’applicazione dei task di ripristino hanno causato una mancata registrazione dei dati scientifici degli esperimenti in corso della durata di 6 ore e 40 minuti.
Al termine PLMDM1 è stato riacceso senza segnalare alcuna indicazione di guasto. Ora è in corso la raccolta dei dati per una analisi di dettaglio.

 

Urine Processing Assembly (UPA) Status:

Giovedi scorso l’UPA si è disattivata a causa di un guasto dovuto alla alta pressione rilevata nel sistema.
Sulla base dell’analisi dei dati di bordo gli specialisti a Terra hanno deciso e raccomandato la rimozione e la sostituzione della Pressure Control and Pump Assembly (PCPA) con una delle due presenti sulla ISS come ricambio.

 

6 Agosto

H-II Transfer Vehicle 4 (HTV4) Status:

Ieri la telemetria di HTV4 ha indicato che il Reaction Control System (RCS)-A ha subito un blocco ad una valvola.
Gli specialisti da Terra hanno effettuato alcune verifiche determinando che sia il dispositivo di chiusura che gli RCS-A ora stanno lavorando secondo i corretti parametri di funzionamento, concludendo che l’anomalia sia stata transitoria.
Ora RCS-B è il sistema attivo mentre RCS-A è ora in una modalità di backup. HTV4 sta volando nominalmente e non sono previsti impatti negativi per le fasi di cattura ed attracco, benchè uno dei tre computer del Service Module (SM) abbia manifestato qualche anomalia.
Gli specialisti russi stanno indagando sulle cause.

 

Robonaut Operations:

L’ingegnere di volo (FE-6) Nyberg, in collaborazione con il Robonaut Principal Investigator (PI), ha attivato Robonaut per alcuni test di controllo a distanza.
Questi test prevedono l’utilizzo di un visore 3D, giubbotto e guanti. Questi elementi contengono sensori che, una volta indossati, sono in grado di rilevare i movimenti dell’operatore. I sensori trasmettono i movimenti dell’operatore ad un computer che funziona da interfaccia con il software di Robonaut per pilotare il robot in modo che imiti il movimento dell’operatore.
I feedback dal robot sono inviati da videocamere installate su Robonaut ed inviate ai visori del casco dell’operatore.
Il PI ha guidato Nyberg nell’espletamento di tali compiti.
Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli essere umani.

 

Marangoni Inside (MI) Experiment Operations:

(FE-6) Nyberg ha smontato e riposto la cartuccia MI Ultrasonic Velocity Profile (UVP)-2R .
L’esperimento denominato Marangoni, supportato dalla Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA), indaga i movimenti convettivi in microgravità, un processo guidato dalla presenza di un gradiente di tensione superficiale prodotto dalla differenza di temperatura che si registra nelle interazioni liquido / gas.
I risultati forniranno informazioni su come il calore viene trasferito in microgravità, e consentiranno di migliorare l’efficienza dei sistemi di gestione termica.

 

Urine Processing Assembly (UPA) Status:

Giovedi scorso l’UPA si è disattivata a causa di un guasto dovuto alla alta pressione rilevata nel sistema.
Oggi (FE-5) Parmitano ha rimosso e sostituito con successo il Pressure Control and Pump Assembly (PCPA) con una dei due ricambi già disponibili sulla ISS.
I controllori a Terra hanno potuto verificare che il problema di sovrapressione non si è ripresentato, ed una volta che la pressione sarà tornata nei valori di norma, l’UPA sarà nuovamente resa disponibile.

 

Airlock Video Troubleshooting:

(FE-5) Parmitano ha continuato le attività volte alla risoluzione dei problemi dell’Airlock video system determinando che l’Unità audio di interfaccia visiva – Audio Visual Interface Unit (AVIU) – è guasta.
Parmitano ha installato una AVIU di ricambio ed una prima analisi preliminare indica che il sistema ora stà funzionando nominalmente.
A bordo della ISS vi sono 2 AVIUs che sono considerate sospette ed 1 AVIU che è considerata in buono stato.

 

Mobile Servicing System (MSS) Operations:

I Robotics Ground Controllers and Visiting Vehicle Officers (VVO) hanno completato la 1° parte delle attività di calibrazione delle attrezzature e delle videocamere in preparazione dell’arrivo e della cattura del cargo HTV4.

 

Pubblicato da AstronautiNEWS / Associazione ISAA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.