L’equipaggio dell’Expedition 34 torna a casa con un giorno di ritardo

La capsula Soyuz TMA-06M è atterrata stamattina (16 marzo, 4:10 CET) nelle steppe del Kazakistan, dopo che il rientro era stato rinviato di 24 ore a causa del maltempo.

I membri dell'equipaggio della Soyuz TMA-06M subito dopo l'atterraggio. (c) NASA/Roscosmos

I membri dell’equipaggio della Soyuz TMA-06M subito dopo l’atterraggio. (c) NASA/Roscosmos

Il comandante Oleg Novitskiy (Roscosmos), l’ingegnere di volo e comandante dell’Expedition 34 sulla ISS Kevin Ford (NASA) e l’ingegnere di volo Evgeni Tarelkin (Roscosmos) sono stati accolti da una squadra di recupero a ranghi ridotti a causa delle cattive condizioni del tempo a nord est della remota città di Arkalyk. Nonostante la nebbia, le temperature sotto zero, e la visibilità ridotta i tre membri dell’equipaggio sono stati recuperati senza problemi e aiutati a riadattarsi alla gravità terrestre dopo 144 giorni  in orbita, di cui 142 passati sulla stazione spaziale internazionale.

Con Novitskiy ai comandi, la navicella Soyuz TMA-06M si era sganciata dal modulo MRM-2/Poisk della ISS nella notte, alle 0:43 CET, cominciando le operazioni di rientro. Prima di lasciare la stazione spaziale Kevin Ford aveva effettuato il passaggio di consegne ai membri dell’Expedition 35, consegnando il comando al canadese Chris Hadfield. I tre membri attuali dell’expedition 35 (insieme al comandante Hadfield, CSA, ci sono anche Tom Mashburn, NASA, e Roman Romanenko, Roscosmos) verranno raggiunti il 28 marzo da Pavel Vinogradov (Roscosmos), Alexander Misurkin (Roscosmos) e Chris Cassidy (NASA) sulla Soyuz TMA-08M.

Le condizioni meteo sul sito di atterraggio della Soyuz TMA-06M. (c) NASA/Roscosmos

Le condizioni meteo sul sito di atterraggio della Soyuz TMA-06M. (c) NASA/Roscosmos

Fonte: NASA

 

 

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=19247

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.