Lanciato ATV-3 “Edoardo Amaldi”

Alle 5:43 ora europea di questa mattina (23 Marzo) è stato lanciato con successo dallo spazioporto di Kourou, nella Guiana Francese, il terzo ATV (Automated Transfer Vehicle) ribattezzato “Edoardo Amaldi”, grazie alla poderosa spinta del vettore europeo Ariane V.

ATV è un veicolo interamente automatico, anche nella fase di aggancio alla Stazione Spaziale Internazionale, verso la quale è diretto per portare rifornimenti di materiali, cibo, acqua e propellenti. Tutto questo grazie a sofisticatissimi sistemi e software ridondanti di navigazione e controllo di assetto sviluppati interamente in Europa.

Dopo il lancio, il Direttore Generale dell’ESA Jean-Jacques Dordain ha dichiarato:
“L’Europa in grado di fornire un servizio a cadenza annuale alla Stazione è diventata una realtà grazie alla dedizione, competenza ed interazione della nostra industria spaziale, delle agenzie nazionali e dell’ESA”
“Siamo fieri che l’ESA fornisca il più sofisticato veicolo di servizio della stazione spaziale. Grazie alle capacità ed al know-how che ESA e l’industria europea hanno sviluppato nel contesto del programma ATV abbiamo ora l’opportunità di sviluppare ulteriormente questa tecnologia. Questo aprirà ad una vasta gamma di opportunità per noi di contribuire alle prossime imprese dell’esplorazione spaziale” ha invece dichiarato Thomas Reiter Direttore delle operazioni e dei voli umani dell’agenzia europea.

Grazie alla potente spinta del lanciatore, durata circa 8 minuti, l’ATV ha raggiunto una prima orbita ellittica inclinata di 51,6° rispetto all’equatore,  e dopo 42 minuti lo stadio superiore è stato riavviato per imprimere un ulteriore spinta (delta V) che ha circolarizzato e innalzato l’orbita stessa ad un altitudine di 260km. Dopo circa 64 minuti dal decollo ATV si è distaccato dallo stadio superiore di Ariane V per proseguire autonomamente il suo viaggio verso la ISS, aprendo dopo ulteriori 25 minuti i suoi pannelli solari riconoscibili dalla loro forma ad X.

L’aggancio con la stazione spaziale è previsto per le ore 00:34 ora italiana del 29 Marzo, quando ATV attraccherè al modulo russo Zvezda in modalità interamente automatica, anche se sotto l’attento sguardo e controllo da parte degli astronauti e cosmonauti a bordo della stazione. L’equipaggio e i controllori di volo avranno infatti a disposizione un pulsante di emergenza, che in caso di situazioni non nominali interromperà la sequenza di avvicinamento. Infatti, se il pulsante viene premuto, il software di ATV attiverà una procedura di emergenza che lo allontanerà dalla stazione, posizionandosi  in un’orbita sicura dalla quale attenderà il comando da Terra per riprovare l’aggancio.

Fonte  ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17341.new#new

Raffaele Montagnoni

Raffaele collabora saltuariamente con AstronautiNews, appassionato da sempre di spazio si ritiene un ing. molto pratico e poco teorico, nella vita reale si occupa di strumenti e metodi di misura industriali.

Una risposta

  1. 26 marzo 2012

    […] Oppure fare riferimento alle informazioni ufficiali dell’ESA:Kit informativo su ATV3 dell’ESA (pdf) (in italiano)Blog ESA su ATVInformazioni sul carico di ATV3Oppure ancora a siti specializzati di notizie spaziali come AstronautiNEWS. […]