Anatoly Perminov ancora sulla questione Cina-ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Sembra non essere ancora conclusa la querelle aperta ormai da qualche settimana sulla possibilità, favorita dalla Russia e osteggiata dalla NASA, di un inserimento della Cina come partner del programma ISS.
Anatoly Perminov, a capo dell’Agenzia Russa, è infatti tornato sull’argomento durante un comunicato rilasciato a RIA Novosti, dichiarando esplicitamente che già attualmente le capsule Shenzhou soddisfano tutti i requisiti di sicurezza per affiancarsi a Progress e Soyuz nel supporto alla Stazione.
“Penso che le Shenzhou possano essere utilizzate come adeguati backup di Progress e Soyuz in casi di contingenza e necessità.”
Sempre secondo Perminov la Cina potrà supportare le operazioni in orbita dal 2011 quando verrà a mancare l’importante contributo portato oggi dallo Space Shuttle.
“Dal prossimo anno tutta la logistica sarà sulle spalle della Russia e affidata unicamente a Soyuz e Progress, sarà piuttosto dura e siamo interessati a prevedere un backup nelle capsule Cinesi”.
Sempre Perminov “Il possibile ingresso di Cina, India e Brasile nel programma ISS è stato discusso fra gli attuali partner l’11 Marzo scorso a Tokyo, ma da allora non è stato più fatto nessun passo in questa direzione e per noi la questione rimane aperta.”

Fonte: Roscosmos

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=13656.new#new

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.