STS-132: FD 11 e FD 12

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dopo il distacco dalla ISS di Domenica scorsa, ieri i sei componenti l’equipaggio dello space shuttle Atlantis hanno effettuato primariamente la consueta ispezione visiva delle superfici critiche della navetta.

Questa ispezione viene resa necessaria per escludere l’eventualità che un micrometeorite o un detrito abbia colpito Atlantis durante la fase di volo precedente.
Utilizzando i due bracci robotici a disposizione sono stati ripresi nei dettagli i bordi alari e il rivestimento termico del neso e delle parti inferiori.

Diversamente che nel Flight Day-2, il sistema PTU del braccio OBSS ha funzionato a dovere, dopo la rimozione di in cavetto  effettuata durante l’ EVA-2.

Non sono state notate anomalie, per cui il volo procederà normalmente verso la sua conclusione.

Nelle cabine interne, gli astronauti hanno iniziato lo stivaggio nei cassetti dei materiali e dei dispositivi sparsi quà e là, in vista del rientro nell’atmosfera previsto per domani.

Nel FD12 il centro di controllo missione ha dato il via libera al rientro nell’atmosfera previsto per oggi.

Sull’Atlantis sono continuati i preparativi per chiudere la missione, testando le apparecchiature necessarie allo scopo, in particolare i sistemi idraulici e i jet di manovra.

Oggi, tempo meteorologico permettendo, l’accensione dei retrorazzi avverrà alle 13,41:49 CEST, con landing sulla SLF del KSC alle 14,48:14 CEST.

Una seconda opportunità vedrà l’accensione dei retrorazzi alle 15,17:24 CEST, con atterraggio alle 16,22:58 CEST, sempre al KSC.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.

Potrebbero interessarti anche...