STS-132: Effettuato il rollout

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Quello della scorsa notte poterebbe essere stato a tutti gli effetti l’ultimo rollout di Atlantis.

Il viaggio verso il pad 39-A è iniziato alle 23:31 (CEST) e si è concluso alle 6:03, quando la MLP, su cui poggia l’intero stack di STS-132, è stata assicurata alle strutture di servizio.
Il rollout si articola su un percorso di circa 3,5 miglia, sulla ghiaiosa crawlerway, che permette il transito del crawler e il collegamento fra il VAB e il complesso di lancio 39A.

Il trasporto al pad, inizialmente previsto per Lunedì, era stato posticipato a causa delle previsioni meteorologiche avverse nei primi due giorni della settimana, in particolare si temeva la possibilità di fulmini nell’area di Cape Canaveral. Trascorso il pericolo fulmini, ieri, si è dovuto attendere che si prosciugassero le pozze di acqua presenti sulla via del pad, troppo estese per l’enorme e potente crawler.

Atlantis entrò in servizio con un missione classificata per il DoD (STS-51-J) atta alla messa in orbita di due satelliti per le telecomunicazioni, era l’Ottobre 1985. Da allora la navetta ha volato ancora trenta volte, portando in orbita Magellan, Galileo, CGRO, eseguendo più volte il docking con la Mir, collaborando alla costruzione della più recente ISS e all’aggiornamento di Hubble.

Questo, quindi, è l’ultimo volo programmato per l’OV-104. Il decollo è previsto attualmente per il 14 Maggio alle 18:19 (CEST).
STS-132 espanderà il segmento russo della ISS con il Mini Research Module 1, che verrà agganciato al portello di Zarya rivolto verso la Terra.
Una volta attivato, questo nuovo modulo costituirà un ulteriore molo di attracco per i veicoli russi.

La missione avrà una durata programmata di 12 giorni, comprenderà tre EVA, dedicate a sostituire alcune batterie su P6, ad installare un nuovo sistema di comunicazione con la Terra su Z1 e una piccola piattaforma sul braccio robotico canadese Dextre.

Se il lancio avverrà il giorno programmato il docking è previsto per il 16 Maggio e le EVA rispettivamente nei giorni 17, 19 e 21.
Se la missione non verrà prolungata l’undocking avverrà il 23 Maggio e l’atterraggio il 26.

Il Comandante Ken Ham, il Pilota Tony Antonelli e gli Specialisti di Missione Garrett Reisman, Mike Good, Steve Bowen e Piers Sellers costituiranno il 32° equipaggio di Atlantis.

E’ da ricordare che, quando Altantis atterrerà a fine maggio, entrerà ancora una volta nell’OPF per la consueta manutenzione post-flight in previsione di una eventuale missione di soccorso all’ultimo equipaggio Shuttle.

Fonte: SFN.

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.

Potrebbero interessarti anche...