Eutelsat W7 immesso in orbita da un Proton

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Oggi dal Cosmodromo di Baikonur è decollato il razzo vettore Proton M-Breeze M che ha immesso in orbita di trasferimento Geostazionario il satellite per telecomunicazioni W7 di Eutelsat. Il lancio è occorso alle 15,19 CET dal Pad 39 del centro di lancio sito in Kazakhstan. In realtà, il lancio era previsto per ieri, ma per difficoltà burocratiche tra le autorità Russe e Kazake, queste ultime hanno vietato il decollo, costringendo il rinvio di 24 ore dell'operazione.

Lo stadio superiore Breeze-M è previsto per ben cinque accensioni per rilasciare il satellite in un'orbita ellittica di quote 5000 x 36000 km, inclinata di 20,9° sull'Equatore. Il rilascio del satellite avverrà questa notte.
In seguito, con i propri motori di bordo, W7 raggiungerà una GEO a 36°EST, da dove per 15 anni fornirà una serie di servizi di telecomunicazioni per conto della società Eutelsat.

W7 è stato costruito dalla Thales Alenia Space utilizzando una piattaforma Spacebus 4000 C4. Esso, disponendo di 70 transponditori in banda Ku, sostituirà nel servizio il satellite Sesat, operando tra l' Europa, la Russia, l' Ucraina, il Medio Oriente e l'Africa subsahariana.

Il contratto di lancio di questo satellite ha una storia travagliata. Previsto originariamente per un lancio a cura della ILS con Proton,  era stato dirottato poi verso Sea Launch, salvo poi ritornare alla ILS/Proton tre mesi fa, dopo i problemi finanziari della società Sea Launch.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.