ESA: Avviato il programma ARV con la firma del contratto

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' stato firmato oggi fra ESA e Astrium il contratto per lo studio iniziale di sviluppo del nuovo mezzo cargo per il rifornimento in LEO della Stazione Spaziale Internazionale con capacità di rientro e strettamente derivato dall'attuale ATV.
Il contratto, previsto dalle decisioni prese all'ultima "Ministeriale" lo scorso Novembre, è stato firmato a Brema da Simonetta di Pippo per l'ESA e Michael Menking, Senior Vice-President del dipartimento Orbital Systems and Exploration di EADS, alla presenza del Direttore Generale ESA J. J. Dordain, Alain Charmeau, CEO di EADS, Johann-Dietrich Wörner Direttore di DLR (Agenzia Spaziale Tedesca) e Jens Böhrnsen, Sindaco di Brema.

L'ARV servirà come futuro mezzo di supporto alle attività orbitali umane come già oggi avviene con l'ATV ma, in più, con la capacità aggiunta di poter far rientrare fino a terra una parte del carico trasportato grazie ad un modulo di rientro.

Il primo volo, se i tempi saranno rispettati, sarà possibile dal 2016 con un vettore Ariane 5 e da esso, se verrà manifestata l'intenzione dei Paesi Membri, si potrà sviluppare in un secondo momento un mezzo abitato per l'orbita bassa terrestre Europeo.
Astrium si è aggiudicata il contratto dal valore di 21 milioni di Euro per la copertura della Fase A del programma che si svilupperà nei prossimi 18 mesi e che vedrà la discussione e l'eventuale decisione di finanziamento e prosecuzione del progetto alla prossima Ministeriale Europea del 2011.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Potrebbero interessarti anche...