Primi passi per il Five Segment Development Motor di Ares I

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Lo scorso 16 Aprile, il primo segmento del Development Motor, o DM-1, del booster a cinque segmenti dell'Ares I è stato spostato dall'impianto di produzione della ATK Space System, di Promontory, Utah, ad uno stand vicino, in preparazione del primo ground test, previsto per il prossimo Agosto.

Il DM-1 è il primo motore sperimentale del primo stadio del vettore Ares I del Programma Constellation. Il motore a propellenti solidi del primo stadio di Ares I lancerà gli astronauti delle future missioni di esplorazione al di là dell'orbita terrestre.
Il motore è in lavorazione presso la ATK Space Systems, una divisione della Alliant Techsystems di Brigham City, Utah, il primo appaltatore per la costruzione del primo stadio di Ares I. Il DM-1 include diversi aggiornamenti nel motore a propellenti solidi, inseriti per adempiere alle direttive del Programma Constellation della NASA, riguardo al trasporto degli astronauti verso l'International Space Station, la Luna, ed oltre, nei decenni a venire.

“La preparazione e lo spostamento del primo segmento del Development Motor di Ares I verso il reparto dedicato ai tests evidenzia il progresso del lavoro del nostro team, e ci permette di procedere con i vari checks, passando alla parte successiva del nostro piano di sviluppo.” ha detto Alex Priskos, First Stage Manager per gli Ares Projects presso il Marshall Space Flight Center in Huntsville, Alabama. “Mentre ci muoviamo per il primo test-firing al suolo di un motore a cinque segmenti per il Programma Constellation, ci aspettiamo di continuare a completare i nostri obiettivi graduali per il sistema propulsivo di Ares I.”

L'accensione statica del motore a solidi, fornirà agli ingegneri della NASA i dati relativi alla spinta, al controllo del rollio, all'acustica, e alle vibrazioni, in modo tale da permettere loro di proseguire con la progettazione del vettore. Al momento sono previsti sette tests al suolo per il booster a cinque segmenti.

Il processo di fusione per i cinque segmenti del DM-1 è iniziato nel Novembre del 2008 e si è concluso nel Febbraio del 2009. Dopo la fusione, ogni segmento è stato sottoposto ad un processo ispettivo a raggi X per la verifica del raggiungimento dei parametri qualitativi richiesti.
Il motore è dotato di una serie di migliorie tecnologiche implementate dagli ingegneri della NASA e dal team dell'ATK, inclusa ovviamente l'evoluzione del booster a quattro segmenti dello Space Shuttle al nuovo booster, sempre riutilizzabile, a cinque segmenti. Il motore del primo stadio di Ares I, più largo dei boosters dello Shuttle, ha richiesto anche delle modifiche al test stand dell'ATK per accoglierne le diverse dimensioni. Questi lavori allo stand sono iniziati nell'Agosto del 2007 e sono terminati da poco, nell'Aprile di quest'anno, ed hanno incluso anche il posizionamento di un dispositivo di sostegno mediano.

Il Marshall Center gestisce l'Ares Projects ed è responsabile per la progettazione e lo sviluppo del vettore Ares I e del vettore heavy Ares V. Il Johnson Space Center di Houston, sempre della NASA, gestisce la globalità del Programma Constellation, che include i razzi Ares I e Ares V, il modulo Orion per l'equipaggio, ed il lander lunare Altair. Il Kennedy Space Center, in Florida, ha la responsabilità delle operazioni al suolo e di quelle relative al lancio.
Il programma include inoltre diversi teams al lavoro su progetti multipli, sparsi sia nei vari centri della NASA che nelle organizzazioni appaltatrici in tutti gli Stati Uniti.

L'immagine è (C) di NASA.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)