NASA e Microsoft renderanno fruibili le immagini di MRO e LRO

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Nella giornata di ieri è stato firmato un memorandum d'intesa tra NASA ed il colosso informatico americano Microsoft, che si propone di rendere accessibili immagini e dati per un totale, nel breve termine, di 100 TB (TeraBytes), attraverso il già collaudato portale WorldWide Telescope, che rende disponibile su piattaforma Windows una notevole quantità di immagini dallo spazio e non solo.

I dati, che NASA fornirà a Microsoft a scopo scientifico e divulgativo, provengono da diverse missioni automatiche dalla Luna e da Marte, che saranno riorganizzati dal Centro NASA Ames a Moffett Field, in California e diventeranno fruibili verso la fine dell'anno. Tra i dati e le immagini che verranno forniti, molti proverranno dalle osservazioni degli strumenti di Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), lanciata nel 2005, che sta orbitando attorno al pianeta rosso producendo una mole di dati enorme, maggiore di ogni altro orbiter marziano.

Altre immagini verranno da Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO), la sonda che sarà posta in un'orbita polare attorno al nostro satellite naturale, il cui lancio è previsto per il maggio prossimo (NET 20 maggio).

[url=http://www.worldwidetelescope.org]WorldWide Telescope[/url] è una risorsa disponibile in Web 2.0 sotto piattaforma Windows, che funziona come un telescopio virtuale, raccogliendo i dati dei telescopi terrestri e spaziali, consentendo così agli utenti di zoomare immagini da Hubble e da altri telescopi. In futuro questo sarà possibile, ad alta qualità, anche per la Luna e per Marte, grazie appunto agli accordi di questi giorni ed al prodotto delle missioni automatiche NASA nel sistema solare.

Potrebbero interessarti anche...