Endeavour riparte per la Florida sul dorso dello Shuttle Carrier Aircraft

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il velivolo di trasporto dello shuttle SCA (Shuttle Carrier Aircraft) è partito dalla base di Edwards con lo Space Shuttle Endeavour sul dorso, per il percorso che lo porterà al Kennedy Space Center attraversando diversi stati americani e con diversi stop tecnici, in Texas e probabilmente in Louisiana per i mutamenti climatici delle ultime ore. L'arrivo in Florida è previsto per giovedi.

Il trasporto dell'orbiter è una conseguenza dell'atterraggio ad Edwards della missione STS-126 ed è indispensabile per prepararlo alle prossime missioni nell'Orbiter Processing Facility (OPF) del KSC. La partenza, inizialmente prevista per la settimana scorsa, è stata ritardata sia per alcuni problemi con l'installazione del cono aerodinamico di protezione in coda allo shuttle, che viene installato per l'occasione, sia per il maltempo. Il piano originario, inoltre, faceva riferimento a 3 stop forzati in altrettante basi per il rifornimento, ma allo stato attuale si preferirebbe un viaggio più corto per facilitare in rientro in Florida.

Attualmente le fonti NASA ipotizzano uno stop del 747 SCA con Endeavour in Texas presso la base di Fort Bliss ed un secondo stop, da confermare, presso Barksdale in Louisiana. La conferma di queste fermate tecniche verrà data subito prima dei vari decolli.

Con il trasferimento dell'orbiter in Florida, di fatto si completa la missione STS-126 che ha visto Endeavour trasportare materiale logistico sulla Stazione Spaziale Internazionale.