Il telescopio Fermi scopre una pulsar a raggi gamma

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'oggetto scoperto ruota su se' stesso tre volte al secondo, ed e' il primo conosciuto ad avere emissioni solo nella lunghezza d'onda dei raggi gamma, dunque all'estremita' piu' energetica dello spettro.

E' stato individuato tra i resti di una supernova situata nella costellazione Cefeo, ad una distanza stimata di 4600 anni luce. La sua formazione risale a circa 10mila anni fa, ed emette un'energia pari a mille volte quella del nostro sole.
La pulsar di CTA-1 si sta muovendo a circa 1,6 milioni di Km/h (una velocita' giudicata "tipica"), come risultato dell'esplosione di supernova che l'ha generata.
Come tutte le stelle neutroniche pulsar, essa sta lentamente rallentando la propria rotazione (+ 1 secondo ogni 87mila anni…): un risultato diretto dell'emissione dei fasci energetici dai poli magnetici che proprio la rotazione alimenta.

Pete Michelson, responsabile del gruppo che lavora con il Large Area Telescope "Fermi" a Palo Alto (Cal), ha affermato che la scoperta di questa nuova classe di stelle pulsar permettera' di comprenderne meglio la dinamica interna.
Secondo la ricercatrice Alice Harding, la regione della stella neutronica che emette nella radiazione gamma e' piu' ampia di quelle che risplendono ad energie inferiori (es. radio, luce visibile, raggi X), per questo probabilmente l'unica emanazione che riceviamo e' quella dei raggi gamma, mentre i fasci nelle altre lunghezze d'onda, piu' "ristretti" non illuminano direttamente la Terra.

Il telescopio Fermi e' in grado di scandagliare tutto il cielo ogni tre ore, ricercando fotoni con energie che vanno da 20 milioni sino a 300 miliardi di volte quelle tipiche della luce visibile. Esso e' stato sviluppato dal Ministero dell'Energia USA, con importanti contributi di Francia, Italia, Giappone e Svezia.

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.