Nuovo motore per lanciatori Russi.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La Societa' Russa Energomash Science and Production Association, ha di recente sviluppato un nuovo motore a razzo, denominato RD-191, destinato ad equipaggiare i futuri lanciatori spaziali della famiglia Angara, ed ora è pronta per iniziare la produzione in serie dello stesso, il ventaglio dei vettori Angara, potra' portare in orbita bassa una varieta' di carichi, compresi tra 1500 e 30000 Kg.
L'RD-191 è sostanzialmente l'ulteriore sviluppo della serie di motori a razzo RD-170 e RD-180.
L'RD-170, è stato utilizzato per i razzi laterali del vettore Energhia, mentre una variante denominata RD-171, equipaggia i lanciatori della serie Zenit.
L'RD-180 è noto perchè è il motore che essendo costruito in Russia, viene poi acquistato in serie dalla Societa' Lockheed Martin. per equipaggiare la famiglia dei lanciatori Americani Atlas V.
L'RD-191 puo' funzionere sia come motore di un primo stadio, ma anche come motore di un secondo stadio.
I propellenti usati per questa famiglia di motori sono Kerosene ed Ossigeno Liquido, tuttavia i tecnici progettisti hanno previsto di immettere nel motore anche una limitata quantita' di Idrogeno, confidando in una equilibrata combustione dei tre elementi.
Un'altra caratteristica è che questo motore è stato sviluppato con l'intento di renderlo riutilizzabile,recuperandolo dopo ogni volo, riducendo cosi' i costi e anche l'inquinamento.
Finora nessun operatore spaziale ha ottenuto risultati in questo campo.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.