Mancato turista spaziale Giapponese, vuole il rimborso

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'uomo d'affari Daisuke Enomoto, nato in Giappone il 22 Aprile 1971, ha citato in giudizio presso la Corte Distrettuale in Alexandria, Virginia, la societa Americana Space Adventures, che da anni commercializza partecipazioni a voli della Soyuz, con relativo soggiorno sulla ISS.
Enomoto, grazie a un contratto con la Space Adventures, era stato designato nel 2006 a far parte della missione orbitale Soyuz TMA-9 come Flight Partecipant (turista spaziale), e per questo servizio egli aveva versato alla societa' in questione la somma di 21 Milioni di Dollari.
Poche settimane prima del volo, egli fu scartato dalla Commissione Medica Russa, perchè giudicato non idoneo al volo, grazie a cio', gli subentro' Anousheh Ansari, che partecipo' regolarmente al volo, nel Settembre 2006.
Enomoto, ritiene di essere stato truffato, in quanto egli sostiene che la Space Adventures era al corrente del suo stato di salute fisica, e lo erano anche i medici che lo avevano eguito durante il training.
Inoltre, essendo la Ansari imprenditrice del settore, con interessi anche nella Space Adventures,
ella sarebbe stata in qualche modo favorita.
Gli avvocati della Space Adventures, hanno risposto che il contratto non prevedeva rimborsi e che l'esclusione per motivi medici, solleva la societa' da ogni responsabilita.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.