Lancio Delta 2.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La stazione di terra della GeoEye ha ricevuto la conferma che il satellite GeoEye 1 si è sganciato dal secondo stadio del Delta II ed ha automaticamente iniziato l’avviamento dei sistemi di bordo.
Si è così concluso l’83esimo successo consecutivo del vettore Delta 2 che nella sua carriera, iniziata nel 1989, ha collezionato 136 successi su 138 lanci. La famiglia Delta ha invece collezionato 335 lanci dall’ormai lontano 1960.
Alle 20:50:57 del 6 settembre il razzo, nella configurazione a 4 booster, ha lasciato la rampa 2 della Vandenberg Air Force Base in California per portare in orbita polare il satellite commerciale con la più alta definizione fotografica attualmente disponibile: 41 cm.
La finestra di lancio era soltanto di 84 secondi, ma il lancio è avvenuto in orario perfetto.
Il motore utilizzato dal vettore era l’RS-27A costruito dalla Pratt & Whitney Rocketdyne ed era al suo 224esimo lancio. Elizabeth Jones, program manager della famiglia di motori RS-27 alla Pratt & Whitney Rocketdyne ha detto di voler mantenere la percentuale di successo sul 100% per fornire la più alta qualità possibile ai propri clienti.
Ora il satellite affronterà un periodo di calibrazione e collaudo, dopodiché le immagini che raccoglierà saranno pronte per la vendita.

In foto il momento del lancio (Boeing – Carleton Bailie).

Luigi Morielli

Luigi ha collaborato con AstronautiNEWS fino al luglio 2010. Da allora si e' trasferito in pianta stabile sul suo blog personale Astrogation - http://astrogation.blogspot.com - e cura la rubrica di Astronautica sulla rivista Coelum.