Indiscrezioni ACTS Euro-Russia

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Continuano a trapelare informazioni, non confermate da nessuna delle due parti, sui possibili programmi di collaborazione fra ESA e Roskosmos da avviare ufficialmente alla prossima Ministeriale di novembre per la realizzazione in collaborazione di un mezzo manned.
Il prossimo mese è previsto un nuovo incontro fra i team di ingegneri Russi ed Europei che stanno partecipando al programma. L'incontro si terrà presso gli stabilimenti di EADS a Brema, possibile capocommessa europeo, dal 7 al 9 Ottobre con la partecipazione anche di Alenia e RKK Energia.
Nonostante il raffreddamento nei rapporti fra Europa e Russia si spera ancora di riuscire a trovare un accordo da entrambe le parti.
Secondo Cristian Bank, responsabile per i voli manned di EADS Astrium ci sarà alla ministeriale una proposta concreta per l'aumento dei fondi nella cooperazione Europa-Russia nel campo dei voli manned. L'attuale budget per l'ACTS copre tutto il 2008 e parte del 2009.
La riunione di ottobre servirà proprio per la definizione ultima della proposta da portare alla Ministeriale.
Il progetto rimane comunque piuttosto controverso, visto dall'esterno, da entrambe le parti. Queste le dichiarazioni dell'astronauta ingegnere di Energia e attualmente responsabile dello sviluppo della Soyuz TMAT, prossima a entrare in servizio, Sergey Krikalev: "Anche se ad un certo punto ci era stato detto che l'ESA avrebbe voluto sviluppare il mezzo in cooperazione con noi, e anche se noi non eravamo completamente sicuri di volerlo fare ora è chiaro che entrambe le parti dovranno sviluppare qualche cosa indipendentemente. Dobbiamo solo capire questo e proseguire."

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.