Scelto l’occhio per Sentinel-3

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La Thales Alenia Spazio ha scelto il fornitore E2v per la fornitura del sensore CCD ad altre prestazioni da impiegarsi nella realizzazione del satellite da osservazione Sentinel-3 dell'ESA.

Il satellite e' parte di una iniziativa europea detta Monitoraggio Globale per la Sicurezza e l'Ambiente, ed e' la risposta alle crescenti esigenze in materia di efficaci politiche ambientali.
L'ESA e' responsabile per i componenti spaziali del sistema, del quale le cinque famiglie di missioni Sentinel sono parte essenziale.

Il CCD scelto, il CCD55-20 e' una verisone migliorata di quello gia' impiegato per lo strumento MERIS, precursore del Sentinel-3. Si tratta di un CCD ottimizzato per la visione iperspettrale, ottimizzato per conservare le linee prescelte dell'immagine e scaricare i dati indesiderati. Offre anche un rivestimento a spessore variabile antiriflesso che offre la minor riflessione possibile da parte della superficie silicea in tutto lo spettro di interesse.

Sentinel-3 studiera' la topografia superficiale del mare, le temperature di terra ed acqua, il colore degli oceani e del terreno con un elevato grado di dettaglio. Trasportera' anche un altimetro radar avanzato ed uno strumento ottico multicanale.

Il lancio del primo Sentinel e' previsto nel 2012.

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.