Exp. 17 EVA 20 presentazione

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dopo la 20a sempre nella stessa settimana ci sarà anche la EVA 20 che come la precedente sarà Russa e vedrà impegnati Sergey Volkov (EV1) e Oleg Kononenko (EV2) il 15 Luglio con attrezzatura Russa.
La durata prevista è di 5h e 30min ma dipenderà anche dallo svolgimento della prima passaggiata con alcuni compiti che se non eseguiti potranno passare a questa attività, l'inizio previsto è per le 19:14 ora italiana.
Una parte dell'attività vedrà l'utilizzo del braccio manuale Strela.
Questa una rapida scaletta dei task previsti:
– Chiusura e sistemazione finale della Soyuz TMA-12 dopo la rimozione del bullone esplosivo (se non completato nella EVA 20a)
– Installazione di un nuovo sistema di docking su Zvezda per il futuro arrivo di MRM-2 (se non completato nella EVA 20a)
– Sessione fotografica per la ripresa del nuovo sistema di docking installato
– Ispezione per l'installazione di una nuova antenna per il sistema di docking Kurs (4AO-VKA) su Zvezda
– Trasferimento di un sostegno per i piedi dell'astronauta in EVA “Yakor” dal Pirs ad una maniglia di Zvezda (due Yakor erano precedentemente stati installati sul Pirs nella EVA 17a nel febbraio 2007)
– Installazione dell'esperimento VSPLESK (“Burst”) sempre su Zvezda
– Rimozione dell'esperimento BIORISK-MSN (BIO-2) nel contenitore 1 del Pirs per il recupero e l'analisi dall'interno della ISS (era stato installato il 6 Giugno 07 nella EVA19)

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.