Test di Separazione per Ares I-x

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Minneapolis, 23/06/08 – La Alliant Techsystems (ATK) ha recentemente condotto un test di separazione a grandezza naturale del primo stadio di un Ares I-X. Il test e' una tappa fondamentale nello sviluppo del vettore di lancio per equipaggi Ares I della Nasa, ed e' un nuovo passo verso il volo di prova di Ares I-X nella primavera 2009.

Nel test, la replica delle estensioni delle flange frontali del I stadio, e le estensioni stesse, impilate, sono state sospese ad una altezza di circa 60 cm dal suolo. Una carica di forma lineare e' stata fatta esplodere, separando i due elementi orizzontalmente. In un volo reale, quando il primo stadio si separa dallo stadio superiore, il booster a propellente solido iniziera' a cadere e, ad una altitudine predeterminata, le connessioni dell'estensione della flangia frontale saranno tagliate per facilitare l'apertura del sistema dei paracadute di recupero. Il primo stadio e' progettato per ammarare nell'oceano dove potra' esssere recuperato per il suo riutilizzo.

Il test al suolo e' stato la prima dimostrazione dell'ATK relativa allo sganciamento di collegamenti su di un simulacro di primo stadio, ed e' il primo di una serie di 3 esperimenti previsti per verificare elementi delle capacita' di sganciamento del vettore.

I prossimi due test dimostrativi del sistema sono previsti per luglio 2008. Nel secondo test il sistema sgancera' l'estensione della flangia frontale del primo stadio dal frustum (*) dello stesso primo stadio. Il terzo test ripetera' quanto verificato con il primo.

Il primo stadio di Ares I e' composto da un booster riutilizzabile a 5 segmenti sviluppato a partire dai booster gemelli a 4 elementi usati per lo space shuttle. Diversamente dallo shuttle, Ares I e' un vettore di lancio con un disegno "in linea" e la capsula per l'equipaggio sulla cima. Invece di una punta conica, il booster terminera' con la connessione allo stadio superiore per mezzo di un collegamento chiamato frustum. Questo progetto richiede che il primo stadio sia separato dalla sua cima, piuttosto che cadere di fianco al serbatoio esterno come nello shuttle.

Ares I e il CEV Orion diverranno il sistema di trasporto spaziale primario per gli USA dopo il pensionamento degli shuttle nel 2010. Ares I proseguira' nel servizio alla ISS e, infine, portera' uomini sulla Luna. L'ATK e' l'appaltatore principale del primo stadio di Ares I.

ATK e' una primaria industria nel campo della difesa ed aereospaziale con piu' di 17mila dipendenti in 21 stati (americani – ndt) ed un fatturato di 4.5 miliardi di dollari. Per notizie ed informazioni, visitare www.atk.com

fonte: comunicato stampa ATK

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.