ASI: Primo interferogramma del terremoto in Cina

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Realizzato con i dati di COSMO-SkyMed, permette di studiare le deformazioni prodotte dal sisma

Grazie ai dati acquisiti dal sistema satellitare dell'ASI COSMO-SkyMed, il Politecnico di Milano, in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile, ha realizzato quello che è in assoluto il primo interferogramma del recente evento sismico nella regione cinese del Sichuan.

L’interferogramma è stato ottenuto utilizzando dati COSMO-SkyMed precedenti e successivi al terremoto, con lo scopo di valutare la deformazione post-sismica in una zona limitrofa alla città di Chengdu, capitale della provincia del Sichuan, situata ad una distanza di circa 100 Km dalla profonda faglia da cui ha avuto origine il tremendo terremoto.

La tecnica di interferometria applicata si basa su immagini di una stessa zona geografica acquisite con angoli di vista leggermente differenti e in tempi diversi, allo scopo di poter misurare, mediante l’utilizzo di algoritmi specifici, eventuali deformazioni della superficie terrestre. L’immagine mostra, in una rappresentazione a falsi colori, le variazioni di distanza tra ognuno dei due satelliti e la zona ripresa

Delle due immagini utilizzate per l’evento nel Sichuan, la prima è stata acquisita dal Sistema COSMO-SkyMed il 13 Aprile, circa un mese prima del sisma occorso il 12 Maggio; mentre la seconda il 15 Maggio a 3 giorni dal terremoto. La risoluzione è di 10×10 metri.

Fonte: ASI

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.