Taggato: ESA

Woerner-Bolden-2016

Il discorso dell’amministratore NASA al consiglio ESA

L’amministratore della NASA Charlie Bolden, parlando davanti al consiglio dell’Agenzia Spaziale Europea riunito a Parigi lo scorso 15 giugno, ha voluto chiarire le priorità della propria agenzia, i programmi futuri e sopratutto ha invitato i consiglieri europei a confermare il proprio impegno nel programma ISS fino al 2024, come già altri partner internazionali hanno fatto.

esoc_union_jack

Brexit e le sue conseguenze sullo Spazio europeo

Lo scorso 24 giugno il popolo del Regno Unito si è espresso a favore della volontà di lasciare l’Unione Europea. Anche la ricerca aerospaziale subirà dei contraccolpi, ma in questo momento di incertezza è bene non fare confusione e puntualizzare ciò che sappiamo con certezza e ciò che invece, al momento, non può che restare nebuloso perché dipendente dalle trattative del “Brexit”.

Il propulsore di LISA Pathfinder a sinistra, riassunto del testo al centro e immagine dallo spazio con tre cubesats in volo libero a destra.

A Spinoff a Day – La propulsione elettrospray

Per rilevare le onde gravitazionali, la sonda LISA Pathfinder deve ridurre al minimo le influenze esterne. Il sistema di propulsione elettrospray ovvia al problema e può trovare applicazioni in altri settori, oltre a quello dei cubesats.

Tim Peake pochi istanti dopo il rientro - (C) NASA Tv

Rientrata la Soyuz di Tim Peake, conclusa la missione Principia

Alle 11:15 italiane, è rientrata senza problemi sulla Terra la capsula Soyuz TMA-19M, con a bordo il russo Yuri Malenchenko, l’americano Tim Kopra e l’astronauta ESA di nazionalità britannica Tim Peake. L’atterraggio è avvenuto secondo programma nei pressi della città di Dzhezkazgan, in Khazakistan.