Cygnus conclude la sua prima missione commerciale sull’ISS

2014-02-18_05h44m59s_0
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Il veicolo spaziale Cygnus della Orbital Corporation ieri Martedì 18 Febbraio, ha concluso la sua prima missione commerciale sull’ISS (ORB-1/CRS-1), quando l’astronauta della NASA Mike Hopkins assistito dal collega giapponese Koichi Wakata ha utilizzato il braccio robotico della Stazione Spaziale Canadarm2, lungo 18 metri, per staccarlo dal boccaporto rivolto alla Terra del nodo Harmony, alle 11:15 italiane. Poi, mentre Wakata monitorava i dati e manteneva il contatto con il team del Mission Control Center di Houston, Hopkins ha comandato il braccio robotico di rilasciare Cygnus alle 12:41, mentre la Stazione stava sorvolando le coste dell’Argentina e dell’Uruguay, nell’Atlantico meridionale, ad una quota di 418 km.

La fase finale della missione, denominata DROPS (Descent & Reentry Operations Phase) condurrà Cygnus verso il suo rientro distruttivo nell’atmosfera terrestre. Secondo quanto riferito da NasaSpaceflight.com, prima del distacco, l’equipaggio ha dovuto effettuare un ultimo controllo sui cavi di alimentazione associati con le operazioni di rimozione di Cygnus dal Common Berthing Mechanism (CBM).

Gli astronauti hanno chiuso il portello di Cygnus, hanno staccato i cablaggi ombelicali ed hanno installato le Controller Panel Assemblies (CPAs) del CBM in vista del rilascio. Dopo la chiusura del portello e l’inizio della depressurizzazione, i teams di terra che stavano controllando le fotografie ravvicinate delle operazioni, hanno identificato un danno in uno dei cavi di alimentazione delle CPA. Quindi è stato ripressurizzato il vestibolo, dando modo all’equipaggio di entrarvi per ispezionare il cavo. Il danno era limitato all’intrecciatura esterna in Teflon; non vi erano problemi alla schermatura o al cavo vero e proprio, quindi è stato dato il GO per la richiusura del portello e per la conseguente depressurizzazione, terminata la quale, mentre lo SSRMS teneva saldamente Cygnus, sono stati allentati i 16 bulloni che fissavano la capsula all’ISS.

Un monitor della Robotics Workstation nella Cupola fornisce all'equipaggio dell'Expedition 38 una vista di Cygnus sulla parte terminale del braccio robotico dell'International Space Station's . Image Credit: NASA TV

Un monitor della Robotics Workstation nella Cupola fornisce all’equipaggio dell’Expedition 38 una vista di Cygnus sulla parte terminale del braccio robotico dell’International Space Station’s .
Image Credit: NASA TV

Una volta rilasciato, Cygnus è stato traslato a 10 metri dalla Stazione attraverso una serie di movimenti pianificati del Canadarm2 al fine di porre il veicolo nelle condizioni ottimali per essere liberato. Quindi il Latching End Effector posto all’estremità del braccio robotico, ha rilasciato le sue ganasce consentendo alla capsula di tornare a volare autonomamente. Di seguito Hopkins ha ritirato lentamente il braccio comandandolo dalla Robotic Work Station della Cupola e dopo lo svolgimento dei necessari checks sui sistemi da parte del Mission Control Center delle NASA di Houston e del Mission Control Center della Orbital di Dulles, Virginia, è stata autorizzata la prima accensione di di partenza.

Il cargo commerciale inizierà la sequenza finale di rientro poco dopo le 14 italiane di oggi Mercoledì 19 Febbraio, sequenza che lo porterà a bruciare più tardi nei cieli dell’Oceano Pacifico.

Nel corso della sua prima missione ufficiale commerciale di rifornimento denominata Orbital-1, Cygnus ha portato sull’ISS 1.466 kg di carico, inclusi degli importanti esperimenti scientifici per l’equipaggio dell’Exp.38. Cygnus è stato lanciato dalla Wallops Flight Facility della NASA lo scorso 9 Gennaio, a bordo di un razzo Antares sempre della Orbital Sciences Corporation, ed è arrivato sul complesso il 12 Gennaio. La capsula era stata dedicata a Gordon Fullerton, l’astronauta della NASA deceduto nel 2013 all’età di 78 anni, che partecipò alle missioni dello Space Shuttle STS-3 e 51-F.

La partenza del veicolo della Orbital dà il via libera per l’arrivo della capsula Dragon della SpaceX per la sua terza missione di rifornimento, SpaceX-3. Dragon verrà lanciato dalla Cape Canaveral Air Force Station il prossimo 16 Marzo.

Il filmato del rilascio di Cygnus.

Fonti: NasaSpaceflight.com; NASA

L’immagine in evidenza mostra Cygnus in allontanamento dal Canadarm2 (C) NASA TV.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21011.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Potrebbe anche interessarti...