ISS Weekly Status Report – 13.2018

ISS, Shuttle, Soyuz ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

7 maggio

SpaceX (SpX)-14 Dragon Departure
Sabato mattina i Robotics Ground Controller hanno manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per guidare il cargo Dragon fino alla posizione di rilascio. Alle ore 08:22 CDT è stato inviato il comando di rilascio immediatamente seguito dall’allontanamento del braccio robotico. Dragon è ammarato nell’oceano Pacifico sabato alle ore 14:00 CDT.

Combustion Integrated Rack (CIR)
Nel corso dell’attivazione del CIR, avvenuta lo scorso 27 aprile, si era guastato un disco rigido dell’Image Processing and Storage Unit (IPSU). Oggi l’equipaggio ha rimosso l’unità guasta, permettendo all’IPSU di avviarsi dal disco rigido secondario. L’ultima sessione dell’esperimento E-Field Flames verrà avviata dopo la verifica del corretto funzionamento del CIR. L’indagine ACME è un insieme di cinque esperimenti indipendenti sulla combustione di fiamme gassose da condurre nel CIR. L’obiettivo primario di ACME è quello di migliorare l’efficienza del combustibile e ridurre la produzione di sostanze inquinanti. Il suo obiettivo secondario è quello di migliorare la prevenzione degli incendi sui veicoli spaziali attraverso una ricerca innovativa incentrata sull’infiammabilità dei materiali.

Intracranial Pressure & Visual Impairment (IPVI)
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 53S ha scattato immagini frontali e laterali del proprio viso per controllare l’eventuale presenza di edemi facciali, dopodichè ha effettuato una videoconferenza con gli specialisti a Terra. L’indagine IPVI studia le alterazioni dei nervi ottici e degli occhi degli equipaggi della ISS analizzando la pressione sanguigna arteriosa ed il flusso sanguigno nel cervello prima e dopo una missione spaziale. L’indagine IPVI utilizza metodi non invasivi rispetto ai metodi invasivi attuali (spinale) per misurare la pressione intracranica.
[NDT: Recenti studi hanno dimostrato che alcuni membri dell’equipaggio, nel corso della loro missione sulla Stazione Spaziale Internazionale, soffrono di gonfiore del nervo ottico che arreca problemi alla vista. Il gonfiore del nervo ottico può causare un aumento della pressione intracranica. L’indagine ha lo scopo di confermare che le anomalie oculari, come il gonfiore del nervo ottico, avvengano nei membri dell’equipaggio a cui è aumentata la pressione intracranica. L’indagine IPVI utilizza metodi non invasivi per misurare la pressione intracranica.]

Vascular Echo
Un membro dell’equipaggio, coadiuvato dagli specialisti a Terra, ha effettuato su se stesso un’elettrocardiogramma ed un’ecografia dell’arteria femorale. L’indagine dell’Agenzia Spaziale Canadese (CSA) prende in esame l’irrigidimento dei vasi sanguigni ed i cambiamenti del cuore dei membri dell’equipaggio della ISS impegnati in una missione di lunga durata, per monitorare la situazione e quindi seguirne il recupero al loro ritorno sulla Terra. I risultati potrebbero fornire strumenti per la creazione di contromisure che aiuteranno il mantenimento della salute degli astronauti nonchè la qualità della vita di tutti noi.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione della US EVA Pump Flow Control System (PFCS) Relocate prevista per il 16 maggio, l’equipaggio ha avviato la ricarica delle Extravehicular Mobility Unit (EMU) Long Life Batteries (LLB) ed un ciclo di Charge-Discharge-Charge delle EVA batteries contenute nel Battery Stowage Assembly (BSA). Dopo aver preparato l’Equipment Lock e le EMU, l’equipaggio ha effettuato l’On-Orbit Fitcheck Verification (OFV), ossia l’adattamento delle EMU alla taglia degli astronauti che le dovranno indossare.

External High Definition Camera (EHDC) Troubleshooting
La scorsa settimana, durante l’assemblaggio dell’External TV Camera Group (ETVCG), l’Ext HD Camera (EHDC) non si è bloccata completamente quando installata sulla Color TV Camera (CTVC). Dopo aver effettuato altri tentativi, compreso l’assemblaggio di una EHDC di riserva, l’equipaggio non è stato in grado di raggiungere un accoppiamento nominale tra le due telecamere. Sono state inviate a Terra alcune immagini e video per documentare lo stato dell’assemblaggio.

Latching End Effector (LEE) Force-Moment Sensor (FMS) Characterization
Dopo la sostituzione dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) LEE-A, avvenuta a fine 2017, il circuito FMS è stato riparametrizzato dopo una serie di controlli e verifiche. I nuovi file di configurazione – FMS Configuration Data Files (CDF) – sono stati sviluppati utilizzando questi dati e sono ora pronti per la messa in servizio. Questa sera, i Robotics Ground Controller attiveranno le nuove configurazioni e raccoglieranno i dati di post-elaborazione.

 

8 maggio

Japanese Small Satellite Orbital Deployer 8 (J-SSOD#8)
L’equipaggio ha depressurizzato l’Airlock del Japanese Experiment Module (JEM) per avviare le operazioni J-SSOD #8 di questa settimana. Il rilascio dei piccoli satelliti dai deployer contenuti nel J-SSOD #8 è previsto per venerdì 11 maggio.

Radiation Dosimetry Inside ISS-Neutron (RaDI-N)
L’equipaggio USOS ha ricevuto da un membro dell’equipaggio russo 8 rilevatori Bubble Space da distribuire all’interno dell’US Lab. L’obiettivo dell’esperimento Radi-N2 della Canadian Space Agency (CSA) è quello di caratterizzare la radiazione di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Electro-static Levitation Furnace (ELF)
L’equipaggio ha sostituito la cartuccia posta all’interno di ELF, in preparazione dell’imminente avvio di una nuova sessione dell’esperimento. L’ELF è un impianto sperimentale progettato per far levitare/fondere/solidificare i materiali con tecniche di lavorazione senza contenitore utilizzando il metodo elettrostatico di levitazione.

At Home in Space
L’equipaggio ha compilato il questionario dello studio At Home in Space. Questa indagine dell’Agenzia spaziale canadese valuta cultura, valori e adattamento psicosociale degli astronauti in un ambiente spaziale condiviso da equipaggi multinazionali in missioni di lunga durata. Si ipotizza che gli astronauti sviluppino una cultura spaziale condivisa ed una strategia adattativa per gestire le differenze culturali e che affrontino l’ambiente confinato ed isolato della ISS creando una casa nello spazio. At Home in Space utilizza anche questionari per indagare le differenze individuali e culturalmente correlate, il funzionamento della famiglia, i valori, come affrontare lo stress e la crescita post-esperienza.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
L’equipaggio ha esaminato oggi l’EVA Systems Briefing Package in preparazione dell’ormai imminente EVA denominata Pump Flow Control System (PFCS) Relocate, attualmente in programma il 16 maggio. Il briefing contiene svariati tipi di promemoria per l’equipaggio; suggerimenti per situazioni di emergenza e procedure specifiche della prossima EVA. Queste informazioni sono state già esaminate e le domande dell’equipaggio sono state affrontate durante la Conferenza sulle procedure che si è svolta questo pomeriggio con gli specialisti a Terra. Al termine della conferenza, l’equipaggio è tornato ad occuparsi della ricarica delle Extravehicular Mobility Unit (EMU) Long Life Batteries (LLB) delle EMU.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Operations
La scorsa notte, i Robotics Ground Controller hanno effettuato la raccolta dati per la caratterizzazione di entrambe le stringhe dell’SSRMS Latching End Effector A (LEE-A) Force-Moment Sensor (FMS). I dati ottenuti dalle dettagliate operazioni di raccolta verranno esaminati per decidere se sia necessario un aggiornamento del file di configurazione del software. Le prestazioni di MSS erano nominali. Questa sera, i Robotics Ground Controller avvieranno le operazioni di configurazione del PFCS per supportare la prossima attività extraveicolare.

 

10 maggio

Lab Mass Constituent Analyzer (MCA) Loss of Comm
Durante la notte, il Lab MCA ha subito una interruzione delle comunicazioni. Per riattivarlo si è provveduto ad uno spegnimento ed alla successiva riaccensione. Prima dell’interruzione, tuttavia, la pressione della pompa del vuoto aveva superato il limite massimo consentito. È necessario un intervento manuale sulla pompa, prima di procedere con la riattivazione. Gli specialisti a Terra stanno lavorando per pianificare questa attività.

AstroPi
L’equipaggio ha trasferito AstroPi e la telecamera ad infrarossi dal Node 1 al modulo Columbus. Questa attività conclude la preparazione del 2017-2018 European AstroPi Challenge, una sfida tra studenti che hanno sviluppato software per i computer AstroPi presenti sulla ISS.
[NDT: AstroPi si compone di un Raspberry Pi B+, un Sense HAT (Hardware Attached on Top) ed un modulo fotocamera, il tutto contenuto in una custodia di protezione in alluminio. Raspberry Pi è un computer delle dimensioni di una carta di credito che consente agli studenti di imparare a programmare. A bordo della ISS vi sono due AstroPi: AstroPi Vis, con una macchina fotografica per effettuare fotografie in ambienti ben illuminati, ed AstroPi IR, dotato di una telecamera ad infrarossi. Entrambi gli AstroPi eseguiranno programmi scritti dai vincitori di un concorso per studenti e raccoglieranno i dati provenienti da vari sensori (movimento inerziale, pressione barometrica, umidità relativa e temperatura). I dati raccolti saranno condivisi tra tutte le scuole.]

At Home in Space
L’equipaggio ha compilato il questionario dello studio At Home in Space. Questa indagine dell’Agenzia spaziale canadese valuta cultura, valori e adattamento psicosociale degli astronauti in un ambiente spaziale condiviso da equipaggi multinazionali in missioni di lunga durata. Si ipotizza che gli astronauti sviluppino una cultura spaziale condivisa ed una strategia adattativa per gestire le differenze culturali e che affrontino l’ambiente confinato ed isolato della ISS creando una casa nello spazio. At Home in Space utilizza anche questionari per indagare le differenze individuali e culturalmente correlate, il funzionamento della famiglia, i valori, come affrontare lo stress e la crescita post-esperienza.

Recorded Public Affairs (PAO) Events
L’equipaggio ha registrato ed inviato a Terra due messaggi video che verranno mostrati nei prossimi giorni. Il primo messaggio verrà mostrato il 14 maggio durante la Cerimonia della semina degli alberi al Johnson Space Center (JSC) in onore di John Young. Il secondo messaggio verrà mostrato il 17 maggio nel corso dell’incontro per salutare le dimissioni di Ellen Ochoa dal ruolo di direttore del JSC Center.

Educational Recording
Drew ha filmato diverse dimostrazioni del Water Recovery System a bordo della ISS. Questo filmato, che non sarà mostrato live su NASA Tv, farà parte di una serie di video denominati STEMonstrations, video didattici condotti dai membri dell’equipaggio a bordo della ISS.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione della US EVA 50 di settimana prossima, l’equipaggio ha utilizzato il Dynamic Onboard Ubiquitous Graphics (DOUG) Software per ripassare i percorsi esterni ed i movimenti dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS). E’ stata anche utilizzata la realtà virtuale per ripassare le procedure associate al Simplified Aid for EVA Rescue (SAFER), dopodiché l’equipaggio ha proseguito le attività di ricarica delle Extravehicular Mobility Unit (EMU) Long Life Battery (LLB).

Eye Exams
Oggi, tutti i membri dell’equipaggio americano si sono sottoposti ai test oculistici di routine utilizzando il Fundoscope. Questi esami periodici sono fondamentali per il monitoraggio della salute dell’equipaggio.

Robotic Operations
Ieri sera, i Robotics Ground Controller hanno manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) e lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) nella posizione prevista per effettuare l’estrazione del Pump Flow Control Assembly (PFCS) guasto, noto anche come “Leaky”, e porlo sull’Enhanced ORU Temporary Platform (EOTP) Side 3. Subito dopo, il Mobile Transporter (MT) è stato trasferito dal Worksite 8 al Worksite 6 per completare le operazioni della scorsa notte. Stasera sarà una notte intensa all’esterno della ISS. I Ground Controller di Houston proseguiranno la configurazione di MSS per la PFCS EVA. SPDM installerà PFCS “Leaky” sull’EOTP, dopodiché SSRMS verrà spostato nella posizione prevista per supportare la prossima EVA. In serata, i Ground Controller di Tsukuba, in Giappone, trasferiranno il Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) dalla Stowed Position alla Small Satellite Deploy Position in preparazione del rilascio del Japanese Small Satellite Orbital Demonstration (JSSOD)-8, in programma domani mattina.

 

11 maggio

Japanese Small Satellite Orbital Deployer 8 (J-SSOD#8)
Ieri sera e questa mattina, i Robotics Ground Controller di Tsukuba, in Giappone, hanno guidato il Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) nella posizione “Small Satellite Deploy” per rilasciare i satelliti contenuti nel Japanese Small Satellite Orbital Demonstration (JSSOD)-8. L’equipaggio ha supportato il rilascio osservando e scattando fotografie dei piccoli satelliti mentre venivano rilasciati da entrambi i lanciatori JSSOD-8.

Space Headaches
Due membri dell’equipaggio della Soyuz 53S hanno compilato un nuovo questionario settimanale dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio nel corso di una missione spaziale.

Live Public Affairs (PAO) Event
Questa sera, Drew Feustel riceverà una laurea ad honorem dall’Università di Purdue. Feustel, insieme al Purdue Alumnus Scott Tingle, parteciperà alla cerimonia di Purdue, condividendo alcune parole con i neolaureati.

Integrated Communications Unit (ICU) R4 Transition
Questa mattina l’equipaggio ha installato un cavo Gigabit Ethernet per collegare l’ICU-1 al router JSL ed ha copiato il software R4 sull’ICU-1 Kernal 1. Più tardi, gli specialisti a Terra caricheranno il nuovo firmware per avviare la migrazione dei servizi dell’Antenna Group (AG)-2 e dell’ICU-2 su AG-1 ed ICU-1. Questa è la configurazione desiderata per la sostituzione dell’SGTRC (Space to Ground Transmitter Receiver Controller) prevista nel corso della US EVA di settimana prossima. L’intento di questa attività è incrementare la velocità di banda dell’ICU R4 da 300 Mbps a 600 Mbps.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione dell’US EVA 50 di settimana prossima, denominata Pump and Flow Control Subassembly (PFCS) Relocate, l’equipaggio ha utilizzato il software Dynamic Onboard Ubiquitous Graphics (DOUG) per ripassare i percorsi esterni della ISS e per ripassare i movimenti dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) durante l’EVA. Al termine, l’equipaggio ha rivisto l’EVA Systems Briefing Package prima di condurre una seconda videoconferenza per discutere di procedure con gli specialisti a Terra. Un’ultima verifica delle Rechargeable EVA Battery Assembly (REBA), utilizzate per riscaldare i guanti delle EMU, ha concluso il lungo elenco delle attività odierne.

Eye Exams
Oggi, tutti i membri dell’equipaggio americano si sono sottoposti ai test oculistici di routine. Questi esami periodici sono fondamentali per il monitoraggio della salute dell’equipaggio.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Ieri sera, i Robotics Ground Controller hanno manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) e lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) per stivare la Pump Flow Control Assembly (PFCS) guasta, a cui è stato assegnato il nomignolo di ‘Leaky’, sul LAB Power Data Grapple Fixture (PDGF). SSRMS è stato successivamente utilizzato per supportare i preparativi della attività extraveicolare di settimana prossima.

 

14 maggio

ISS Reboost
Sabato 12 maggio alle ore 17:07 CDT, l’ISS, utilizzando i propulsori della Progress 69P, ha effettuato un reboost nominale della durata di 2 minuti e 52 secondi. Lo scopo del reboost era la sincronizzazione dell’orbita della ISS per consentire il corretto atterraggio della Soyuz 53S (giugno) e l’arrivo della Progress 70P, che vedrà una nuova manovra orbitale di avvicinamento alla ISS basata su 2 sole orbite (luglio).

Exposed Experiment Handrail Attachment Mechanism (ExHAM) #2
L’equipaggio ha trasferito questa mattina la Slide Table del Japanese Experiment Module (JEM) Airlock (JEMAL) all’interno del JEM per sostituire i deployes J-SSOD dell’Handhold Experiment Platform (HXP) Adapter installato sul Multipurpose Experiment Platform (MPEP). I Robotics Ground Controller utilizzeranno questa sera il JEM Remote Manipulator System (JEMRMS) Small Fine Arm (SFA) per trasferire l’HXP dalla JEM External Facility sulla Slide Table. Mercoledì prossimo, la Slide Table verrà restratta nel JEM per poter recuperare i campioni ExHAM.

Veggie Passive Orbital Nutrient Delivery System (PONDS)
Lo scorso 9 maggio, l’equipaggio aveva segnalato su alcune piante la presenza di quella che sembrava essere muffa. Oggi l’equipaggio ha interrotto l’esperimento Veggie PONDS, ha fotografato le piante e raccolto alcune di esse per inviarle a Terra per una valutazione. Dopo aver rimosso le piante, l’equipaggio ha pulito l’ambiente Veggie PONDS e l’ha predisposto per l’asciugatura. Gli organismi, dai batteri alle piante, crescono in modo diverso nello spazio rispetto a quanto osservato a Terra. Le future missioni spaziali di lunga durata richiederanno ai membri dell’equipaggio di coltivare il proprio cibo. Capire come le piante rispondono alla microgravità ed attivare una produzione affidabile di vegetali sono passi importanti verso questo obiettivo. Veggie PONDS utilizza un sistema di somministrazione di nutrienti di nuova concezione che, in collaborazione con l’impianto di crescita vegetale Veggie, già a bordo della ISS, provvederà alla coltivazione di lattuga e mizuna verdi che possono essere raccolte e consumate in orbita.

Vascular Echo
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 53S ha prelevato campioni di sangue ed ha usato il CardioLab Portable Doppler (PDOP) per effettuare su se stesso un’elettrocardiogramma ed un’ecografia dell’arteria femorale. L’indagine dell’Agenzia Spaziale Canadese (CSA) prende in esame l’irrigidimento dei vasi sanguigni ed i cambiamenti del cuore dei membri dell’equipaggio della ISS, impegnati in una missione di lunga durata, per monitorare la situazione e quindi seguirne il recupero al loro ritorno sulla Terra. I risultati potrebbero fornire strumenti per la creazione di contromisure che aiuteranno il mantenimento della salute degli astronauti nonchè la qualità della vita di tutti noi.

Combustion Integrated Rack (CIR)
L’equipaggio ha sostituito il serbatoio prima di avviare una nuova sessione di ricerca sulla combustione in microgravità. L’indagine ACME è un insieme di cinque esperimenti indipendenti sulla combustione di fiamme gassose da condurre nel CIR. L’obiettivo primario di ACME è quello di migliorare l’efficienza del combustibile e ridurre la produzione di sostanze inquinanti. Il suo obiettivo secondario è quello di migliorare la prevenzione degli incendi sui veicoli spaziali attraverso una ricerca innovativa incentrata sull’infiammabilità dei materiali.

Cygnus OA-9 Capture On-board Training (OBT)
L’equipaggio ha ripassato la documentazione relativa al profilo di missione di Cygnus della missione OA-9, le procedure di rendezvous e le interfacce di monitoraggio e governo del cargo. Al termine hanno partecipato ad una videoconferenza con gli specialisti a Terra per discutere insieme del Backaway e delle Capture Cue Card. L’arrivo di Cygnus è previsto per il 24 maggio.

Waste and Hygiene Compartment (WHC) Urine Receptacle Remove and Replace (R&R)
L’equipaggio ha sostituito oggi il WHC Urine Receptacle e l’Insert Filter.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione dell’US EVA 50 di mercoledì, denominata Pump and Flow Control Subassembly (PFCS) Relocate, l’equipaggio ha riempito i serbatoi di acqua delle EMU (Extravehicular Mobility Unit) 3003 e 3006.

Public Affairs (PAO) Event
L’equipaggio ha partecipato oggi ad un evento educativo in collegamento con il Tulsa Air and Space Museum, in Oklahoma. I partecipanti all’evento live erano studenti dell’Oklahoma che hanno partecipato ad un concorso letterario. Gli scritti degli studenti descrivono cosa chiederebbero ad un astronauta e come questa domanda si riferisca alla loro vita sulla terra.

 

15 maggio

Tropical Cyclone
L’equipaggio ha predisposto e configurato le telecamere per catturare immagini e video del vulcano Kilauea delle Hawaii. Le fotografie verranno utilizzate per creare immagini tridimensionali dei crateri che si sono formati a seguito delle eruzioni vulcaniche.

Exposed Experiment Handrail Attachment Mechanism (ExHAM) #2
I Robotics Ground Controller hanno utilizzato il Japanese Experiment Module (JEM) Remote Manipulator System (JEMRMS) Small Fine Arm per trasferire l’Handhold Experiment Platform (HXP) dalla JEM External Facility alla Slide Table. Nel corso della settimana, la Slide Table verrà retratta all’interno del JEM per recuperare i campioni ExHAM.

Two Phase Flow (TPF)
Questa mattina l’equipaggio ha disattivato lo strumento Two Phase Flow (TPF), installato all’interno del Multi-Purpose Small Payload Rack (MSPR), poichè nella notte si è conclusa l’ultima sessione dell’esperimento. L’indagine Two Phase Flow desidera sviluppare un database sull’efficienza del trasferimento del calore dei liquidi nello spazio. Questo database potrà essere utilizzato nella progettazione di sistemi di gestione termica ad alte prestazioni delle future piattaforme spaziali.
[NDT: Normalmente, il meccanismo dell’ebollizione rimuove il calore trasformando il liquido in vapore, mentre il processo contrario trasforma il vapore in liquido per mezzo di un processo di condensazione o raffreddamento. Nello spazio, la velocità e la modalità di trasferimento del calore è diversa da quanto avviene sulla Terra, poiché il comportamento dei liquidi e del vapore in microgravità sono drasticamente diversi da quanto osservato sulla Terra. Questa ricerca desidera creare un database con i valori dell’efficienza di trasferimento di calore dei liquidi nello spazio che potrà essere utilizzato nella progettazione di sistemi di gestione termica ad alte prestazioni per le future piattaforme spaziali.]

Radiation Dosimetry Inside ISS-Neutron (RaDI-N)
L’equipaggio USOS ha recuperato tutti gli 8 rivelatori Bubble Space, che erano stati distribuiti nell’US Lab, per consegnarli ad un membro dell’equipaggio russo per l’elaborazione dei dati raccolti. L’obiettivo dell’esperimento Radi-N2 della Canadian Space Agency (CSA) è quello di caratterizzare la radiazione di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione dell’US EVA 50 di domani, l’equipaggio ha stampato le Cuff List aggiornate, ha completato la configurazione degli strumenti e ripassato le procedure e la pianificazione delle attività esterne. L’equipaggio ha infine partecipato ad una videoconferenza con gli specialisti a Terra per discutere delle peculiarità di questa attività extraveicolare. L’uscita dall’Airlock dell’equipaggio è in programma alle ore 07:15 CDT.

Common Communications for Visiting Vehicles (C2V2) Checkout
Questo pomeriggio, l’equipaggio ha controllato il funzionamento del C2V2 Portable Computer System (PCS) Command Panel in vista del suo utilizzo a supporto dell’avvicinamento e della cattura del cargo Orbital-ATK Cygnus (OA-9). Il sistema C2V2 viene utilizzato per gestire la comunicazione dei veicoli USOS nelle fasi di avvicinamento ed attracco.

 

16 maggio

US EVA 50 Pump and Flow Control Subassembly (PFCS) Relocate
Oggi Drew Feustel (EV-1) e Ricky Arnold (EV-2) hanno eseguito l’US EVA 50, completando, tra le varie attività, i seguenti compiti :

– Scambio delle posizioni dei Pump/Flow Control Subassemblies (PFCS) tra l’Enhanced ORU Transfer Platform (EOTP) e l’External Stowage Platform (ESP)-1
– Sostituzione della Camera Port #13 (CP13) External Television Camera Group (ETVCG)
– Sostituzione del Ground Transmitter Receiver Controller (SGTRC) guasto
– Installazione delle maniglie a T a prua ed a poppa di S1

La durata di questa EVA – Phase Elapsed Time (PET) – è stata di 6 ore e 31 minuti.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Oggi pomeriggio, ed anche a sera inoltrata, i Robotics Ground Controller hanno effettuato le attività post-EVA estraendo lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) e lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per trasferire il Mobile Transporter dal WorkSite 6 al WorkSIte 8 in preparazione del trasferimento e dell’installazione del Pump Flow and Control Subsystem (PFCS) sul P6 Long Spacer.

 

17 maggio

Exposed Experiment Handrail Attachment Mechanism (ExHAM) #2
L’equipaggio ha aperto il portello interno del Japanese Experiment Module Airlock (JEMAL) ed ha esteso la Slide Table all’interno dell’Airlock per prelevare i campioni dall’Handhold Experiment Platform (HXP) e predisporli al ritorno a Terra. ExHAM è un meccanismo a forma di parallelepipedo dotato di un dispositivo a rampino posizionato sulla parte superiore del braccio robotico di Kibo.

Team Task Switching
Un membro dell’equipaggio ha risposto oggi alle domande di un questionario dello studio Team Task Switching. Tutti gli astronauti a bordo della ISS sono spesso obbligati ad interrompere l’attività in corso per dirottare la propria attenzione ad altro. Queste interruzioni possono avere riflessi sulle prestazioni di entrambe le attività, sia quella interrotta che la nuova a cui è stata rivolta l’attenzione. Sono inoltre possibili ulteriori impatti, come ad esempio sulla motivazione del singolo. L’obiettivo dell’indagine Team Task Switching è quello di acquisire conoscenze sul fatto che i membri dell’equipaggio abbiano o meno difficoltà nel cambiare mansione e determinare l’impatto di queste interruzioni al fine di ridurre le eventuali conseguenze negative e migliorare la motivazione e l’efficacia individuale e di squadra.

Cygnus On-board Training
Oggi, i membri dell’equipaggio che avranno il compito di catturare il cargo Cygnus hanno effettuato una sessione di addestramento con il Robotics Onboard Trainer (ROBoT). ROBoT è una versione dedicata alle operazioni in orbita del Dynamics Skills Trainer (DST) basato a Terra. Questo strumento è in grado di simulare le operazioni robotiche con feedback grafico. Il lancio del cargo Cygnus della missione OA9 è attualmente in programma per il 20 maggio, con attracco alla ISS il 24 maggio.
[NDT : ROBoT è costituito da due distinti software principali. Il primo è responsabile della visualizzazione delle scene grafiche, mentre i restanti sono responsabili della simulazione del Mobile Servicing System (MSS), del Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) e dell’H-II Transfer Vehicle (HTV) Free Flyer Robotics Operations. Il software di MSS include: simulatore del Robotic Workstation (RWS), simulatore dello Space Station Remote Manipulator System (SSRMS), simulatore dell’ISS Command and Control System (CCS) ed di un aspetto del software installato sui Portable Computer System (PCS), necessario per gestire le operazioni con MSS.]

Post-Extravehicular Activity (EVA) Crew Activities
L’equipaggio, dopo il debriefing con gli specialisti a Terra, ha effettuato oggi le consuete valutazioni mediche Post-EVA, ha riconfigurato l’Airlock ed ha ripristinato i livelli d’acqua delle EMU utilizzate durante l’ultima EVA.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Durante la notte, i Robotics Ground Controller hanno effettuato le attività post-EVA estraendo lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) con lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per trasferire il Mobile Transporter (MT) dal WorkSite (WS) 6 al WorkSite 8. Oggi verrà usato MSS per trasferire ed installare il Pump Flow and Control Subsystem (PFCS) sul P6 Long Spacer. Al termine gli specialisti a Terra hanno avviato una serie di attività per predisposrre MSS all’acquisizione ed all’attracco di Cygnus.

Post-Extravehicular Activity (EVA) Hardware Checkouts
Una volta concluse le attività di trasferimento del Pump Flow and Control Subsystem (PFCS) sul P6 Long Spacer, i Robotics Ground Controller hanno di nuovo avuto il controllo del PFCS per effettuare una pre installazione del firmware. Gli specialisti a Terra sono stati inoltre in grado di verificare la corretta funzionalità del nuovo Space to Ground Transmitter Receiver Controller (SGTRC) e del Camera Port #13 (CP13) External Television Camera Group (ETVCG).

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=28082.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.