ISS Weekly Status Report – 04.2018

ISS, Shuttle, Soyuz ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

1 febbraio

NanoRacks DreamUp Xtronaut Crystal Growth (DreamXCG)
L’equipaggio ha utilizzato l’acqua calda del PWD per sciogliere i cristalli di zucchero in due sacchetti. NanoRacks (DreamXCG) intende mostrare agli studenti la differenza tra le formazioni cristalline osservate sulla ISS rispetto a quanto si osserva sulla Terra. Gli studenti, utilizzando kit quasi identici a quelli utilizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale, possono consultare un portale internet per confrontare foto e video dei due esperimenti.

Combustion Integrated Rack (CIR) Configuration for Advanced Combustion via Microgravity Experiments (ACME)
L’equipaggio ha sostituito il serbatoio del CIR manifold #2. Il CIR ospita la strumentazione necessaria a supportare la ricerca sugli aspetti del processo di combustione in microgravità. L’indagine ACME è un insieme di cinque esperimenti indipendenti sulla combustione di fiamme gassose da condurre nel CIR. L’obiettivo primario di ACME è quello di migliorare l’efficienza del combustibile e ridurre la produzione di sostanze inquinanti. Il suo obiettivo secondario è quello di migliorare la prevenzione degli incendi sui veicoli spaziali attraverso una ricerca innovativa incentrata sull’infiammabilità dei materiali.

Extravehicular Mobility Unit (EMU) loop scrub and conductivity test
Come parte delle attività post EVA, l’equipaggio ha eseguito la pulizia del circuito di raffreddamento delle EMU per poi prelevare alcuni campioni di acqua per le consuete prove di conducibilità elettrica.

Internal Thermal Control System (ITCS) Water Sampling
Oggi l’equipaggio ha prelevato alcuni campioni dall’ITCS da inviare successivamente a Terra per le analisi. I campioni di oggi sono stati raccolti nell’US Lab. Questa è una attività di manutenzione ordinaria necessaria per verificare lo stato dell’ITCS.

Eye Exams
L’equipaggio ha completato gli esami oculistici di routine utilizzando l’Optical Coherence Tomography (OCT) ed il tonometro. L’OCT misura lo spessore della retina ed il volume e lo strato delle fibre nervose retiniche, mentre il Fundscope viene utilizzato per ottenere immagini della superficie della retina. Questi esami periodici sono fondamentali per il monitoraggio della salute dell’equipaggio.

 

2 febbraio

Russian Extravehicular Activity (EVA) #44
Alexander Misurkin (EV1) ed Anton Shkaplerov (EV2) hanno effettuato la RS EVA #44 durata 8 ore e 13 minuti. Nel corso dell’attività extraveicolare, i cosmonauti hanno sostituito il ricevitore ad alta frequenza dell’antenna [OHA] posta a poppa del Service Module (SM).

Microbial Tracking-2
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 53S ha raccolto campioni di saliva e prelevato tamponi dal proprio corpo a supporto dell’indagine Microbial Tracking-2. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

NanoRacks DreamUp Xtronaut Crystal Growth (DreamXCG)
Per tracciare l’evoluzione della formazione di cristalli di zucchero dell’esperimento DreamXCG avviato ieri, oggi l’equipaggio ha scattato alcune foto e girato alcuni video di ciascuna custodia. NanoRacks (DreamXCG) intende mostrare agli studenti la differenza tra le formazioni cristalline osservate sulla ISS rispetto a quanto si osserva sulla Terra. Gli studenti, utilizzando kit quasi identici a quelli utilizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale, possono consultare un portale internet per confrontare foto e video dei due esperimenti.

Cell Biology Experiment Facility (CBEF) Configuration Operations
L’equipaggio ha proseguito le attività di configurazione del CBEF, avviate all’inizio di questa settimana, installando l’interfaccia dell’habitat dei topi e la predisposizione dell’infrastruttura per l’avvio dell’indagine Mouse Stress Defense, in arrivo a bordo del cargo Dragon della missione SpaceX-14. Il CBEF, struttura JAXA installata nel Saibo Experiment Rack, viene utilizzata in tutti gli esperimenti delle scienze della vita, come ad esempio la coltivazione di cellule e piante. Il CBEF è un incubatore al cui interno è installato un vano a gravità artificiale. L’unità incubatore è costituita da un vano a microgravità ed un vano 1-G. Il vano 1-G ha una centrifuga che può generare una forza di gravità compresa tra i valori 0,1 g – 2,0 g. Il CBEF è inoltre in grado di controllare la temperatura, l’umidità e la concentrazione di biossido di carbonio negli esperimenti che prevedono la coltivazione di cellule e piante.

European Modular Cultivation System (EMCS) Preparation for Plant Gravity Perception Operations
Oggi sono stati sostituiti gli Experiment Container (EC) posti sui rotori dell’EMCS per iniziare la seconda delle tre sessioni dell’esperimento Plant Gravity Perception. L’indagine Plant Gravity Perception studia la germinazione di una tipologia normale ed una mutata della Thale Cress (Arabidopsis thaliana) per studiare la percezione della gravità e della luce delle piante. I risultati forniranno nuove informazioni sulla capacità delle piante di rilevare la gravità e su come esse si adattano ad un ambiente senza di essa. L’European Modular Cultivation System (EMCS) è un impianto di sperimentazione dell’ESA dedicato allo studio della biologia delle piante in ambienti a gravità ridotta. EMCS sostiene la coltivazione, la stimolazione ed il funzionamento assistito di esperimenti biologici in condizioni controllate (ad esempio temperatura, composizione atmosferica, approvvigionamento idrico, illuminazione e gestione della gravità).

Advanced Colloids Experiment-Temperature-6 (ACE-T-6) Operations
La scorsa settimana era stato versato dell’olio sull’obiettivo del Light Microscopy Module (LMM) per dare il via agli esperimenti scientifici ACE-T6, mentre questa settimana l’equipaggio ha rimosso l’olio dall’LMM Auxiliary Fluids Container. L’indagine ACE-T-6 studia il comportamento microscopico dei colloidi nei gel e nelle creme, per fornire nuove informazioni sulle interazioni fondamentali che possono migliorare la qualità del prodotto. I colloidi sono sospensioni di particelle microscopiche in un liquido e si trovano in svariati prodotti che vanno dal latte agli ammorbidenti. I prodotti di consumo utilizzano spesso gel colloidale per distribuire ingredienti specializzati, ad esempio gocce che ammorbidiscono i tessuti, ma i gel devono servire a due scopi opposti: devono disperdere il principio attivo in modo che funzioni e mantenere una distribuzione uniforme in modo che il prodotto non si disperda.

Space Headaches
L’equipaggio ha compilato il questionario settimanale dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio nel corso di una missione spaziale.

Japanese Experiment Module (JEM) Pressurized Module (JPM) Rack Relocations
Oggi, l’equipaggio ha invertito la posizione dell’Expedite the Processing of Experiments to the Space Station (ExPRESS) Rack-4, installato nella posizione JPM1F5, con lo Zero-G Soft Rack (ZSR) situato nella posizione JPM1F6, in preparazione dell’installazione del Life Sciences Glovebox (LSG) nel ZSR. LSG giungerà sulla ISS a bordo dell’H-II Transfer Vehicle (HTV) 7.

Advanced Resistive Exercise Device (ARED) Quarterly Maintenance
L’equipaggio ha effettuato la manutenzione trimestrale di ARED, ispezionando tutte le parti mobili dello strumento. Questa è una attività di manutenzione ordinaria necessaria per mantenere l’efficienza del sistema.

Television Camera Interface Converter (TVCIC)
L’equipaggio ha tentato la sostituzione dei bulloni di fissaggio del TVCIC #002. Un’ispezione eseguita nel mese di ottobre 2017 sul TVCIC aveva scoperto una usura evidente alla filettatura dei bulloni. Durante l’attività odierna non è stato possibile localizzare i nuovi bulloni e per questo motivo sono stati reinstallati i bulloni originali. Le prossime attività sono ancora allo studio.

Nitrogen/Oxygen Recharge System (NORS) Repress
Oggi l’equipaggio ha eseguito lo svuotamento di un serbatoio NORS N2. Il serbatoio vuoto è ora pronto per essere inviato a Terra.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
L’equipaggio ha controllato il Simplified Aid for EVA Rescue (SAFER). E’ stata rilevata la pressione del regolatore sia in condizioni di presenza di flusso che in assenza di flusso ed è stata completata la verifica sull’eventuale presenza di perdite.

 

5 febbraio

Microbial Tracking-2 (MT-2)
Durante il fine settimana, un membro dell’equipaggio della Soyuz 53S ha raccolto campioni di saliva a supporto dell’indagine Microbial Tracking-2. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

NanoRacks DreamUp Xtronaut Crystal Growth (DreamXCG)
Per tracciare l’evoluzione della formazione di cristalli di zucchero dell’esperimento DreamXCG avviato settimana scorsa, nel fine settimana l’equipaggio ha scattato alcune foto e girato alcuni video di ciascuna custodia. NanoRacks (DreamXCG) intende mostrare agli studenti la differenza tra le formazioni cristalline osservate sulla ISS rispetto a quanto si osserva sulla Terra. Gli studenti, utilizzando kit quasi identici a quelli utilizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale, possono consultare un portale internet per confrontare foto e video dei due esperimenti.

Lighting Effects
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 52S, dopo aver spento tutte le fonti luminose di ciascun Crew Quarter, ha effettuato un Numerical Verification Test ed un Color Discrimination Test. L’esperimento Lighting Effects desidera quantificare e qualificare gli effetti dell’illuminazione sull’abitabilità dei veicoli spaziali. Tutte le fonti luminose della ISS verranno sostituite con un nuovo sistema progettato per migliorare la salute ed il benessere dell’equipaggio. L’indagine Lighting Effects studia l’impatto del cambiamento portato dalla sostituzione delle lampadine fluorescenti con luci led ad intensità luminosa e colore regolabili, per capire se le nuove luci potranno migliorare i ritmi circadiani dell’equipaggio. I risultati di questa indagine avranno importanti ricadute anche su tutte le persone a Terra che fanno uso di lampade ad incandescenza. Gli SSLA sono stati progettati per sostituire i General Luminaire Assemblies (GLAs) per migliorare l’acuità visiva e per fornire una miglior soluzione per affrontare i disagi dovuti ai ritmi circadiani ed al ciclo del sonno dell’equipaggio. Per raggiungere questi obiettivi, gli SSLA sono stati progettati per funzionare in 3 modalità di spettro luminoso distinte. Le diverse modalità di funzionamento hanno a che fare con la gestione della porzione del blu fornita dalla luce delle lampade; la luce blu ha impatti sulla produzione di melatonina che a sua volta ha impatti sul sonno.

Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI)–1 Electronics Unit (EU) Operations
L’equipaggio ha installato la riparata Electronics Unit (EU) nel sistema di scorta di stivaggio a freddo MELFI-1. Questa EU si era guastata lo scorso mese di agosto ed era stata inviata a Terra per la riparazione con il cargo della missione SpaceX-12. MELFI è un’unità di stivaggio a freddo per la conservazione dei campioni degli esperimenti a temperature ultra fredde.

Earth Imagery from ISS Target (EIISS)
Durante il fine settimana, l’equipaggio ha scattato fotografie del Giappone utilizzando la fotocamera Nikon ed immagini della penisola iberica e del delta del Nilo utilizzando la fotocamera RED. Oggi la fotocamera RED è stata utilizzata per scattare immagini dell’Himalaya e dei nevai dell’Asia e della Kamchatka. EIISS è usato per supportare la creazione di una serie di video che mostrano viste della Terra prese dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Rodent Research 6 (RR-6)
Per predisporre le operazioni RR-6 di questa settimana, l’equipaggio ha partecipato ad una videoconferenza con gli specialisti a Terra, ha raccolto le attrezzature e pulito e rifornito di cibo la gabbiette degli animali. Lo scopo dell’esperimento Rodent Research-6 (RR-6) è lo studio di sistemi di rilascio di farmaci studiato per combattere l’atrofia muscolare dei topi in microgravità. RR-6 include diversi gruppi di topi trattati selettivamente con un placebo o con un chip di rilascio di farmaci a nanocanali impiantato sottopelle.

Education Payloads Operations (EPO)
Per mostrare ai bambini come gli astronauti svolgono le loro attività sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), oggi l’equipaggio dimostrerà come gli astronauti si lavano i capelli, evidenziando le differenze tra lo svolgere questa attività sulla ISS da quanto succede a Terra.

Japanese Experiment Module Airlock (JEM A/L) Valve Box Remote Controller (VB-RC) Installation
Oggi l’equipaggio ha tentato l’installazione del JEM A/L VB-RC. L’installazione è stata interrotta a causa di interferenze meccaniche e problemi di allineamento in attesa di una soluzione che verrà fornita dagli specialisti a Terra. Una volta installato, questo nuovo sistema abiliterà funzionalità aggiuntive che permetteranno ai Ground Controller l’esecuzione di operazioni nel JEM A/L senza l’intervento dell’equipaggio.

Common Communications for Visiting Vehicle (C2V2) R2 Upgrade
Oggi i Ground Controller hanno avviato l’aggiornamento del sistema C2V2 alla versione R2. Il sistema C2V2 viene utilizzato per comunicare e controllare i veicoli nei momenti che precedono il loro arrivo e la loro partenza. Questo pacchetto di aggiornamento è necessario per interfacciarsi con i veicoli delle prossime missioni.

 

6 febbraio

Common Communications for Visiting Vehicle (C2V2) R2 Upgrade
A causa di problemi riscontrati ieri nel corso dell’installazione dell’aggiornamento software (versione C2V2 R2), i Ground Controller non sono ancora riusciti a concludere l’attività. Anche i tentativi odierni sono stati infruttuosi. È stato individuato un errore nella procedura di caricamento del software, che verrà corretta con l’invio di un nuovo file di configurazione. Il Common Communications for Visiting Vehicle (C2V2) è il sistema che viene utilizzato per comunicare e controllare i veicoli in avvicinamento ed allontanamento dalla ISS. Questo pacchetto di aggiornamento è necessario per interfacciarsi con i mezzi delle prossime missioni.

Rodent Research 6 (RR-6)
Oggi l’equipaggio ha avviato la prima delle quattro giornate dell’esperimento RR-6 installando la centrifuga refrigerata ed elaborando una serie di campioni di sangue prelevati dai roditori. I campioni sono stati stivati per la conservazione all’interno del MELFI in attesa dell’invio a Terra. Lo scopo dell’esperimento Rodent Research-6 (RR-6) è lo studio di sistemi di rilascio di farmaci studiato per combattere l’atrofia muscolare dei topi in microgravità. RR-6 include diversi gruppi di topi trattati selettivamente con un placebo o con un chip di rilascio di farmaci a nanocanali impiantato sottopelle.

Veg-03 Initiation
L’equipaggio ha installato i cuscini di crescita all’interno della struttura Veggie per dare il via alla quinta sessione all’esperimento Veg-03. Veg-03 ha osservato sei cicli di crescita di alcune piante e la successiva raccolta delle loro foglie. Le sessioni 4, 5 e 6 sono le prime del loro genere perché hanno riguardato una raccolta mista di cavolo, lattuga e mizuna. Gli organismi, dai batteri alle singole cellule, dalle piante agli esseri umani, crescono e si sviluppano in modo diverso nello spazio rispetto a quanto osservato a Terra. Le future missioni spaziali richiederanno un certo grado di autonomia nell’approvigionamento del cibo poiché verra chiesto all’equipaggio di coltivare il proprio cibo. Capire come le piante rispondono alla microgravità è un passo importante verso tale obiettivo. Veg-03 utilizza l’impianto di crescita Veggie per coltivare sulla ISS un tipo di cavolo, lattuga e mizuna.

Combustion Integrated Rack (CIR) Manifold #2 & #4 Bottle and Advanced Combustion via Microgravity Experiments (ACME) Controller Replacements
Per governare il flusso d’aria che alimenta la fiamma, oggi l’equipaggio ha sostituito l’ACME Controller ed i serbatoi dei CIR manifold #2 e #4. L’obiettivo primario di ACME è quello di migliorare l’efficienza del combustibile e ridurre la produzione di sostanze inquinanti. Il suo obiettivo secondario è quello di migliorare la prevenzione degli incendi sui veicoli spaziali attraverso una ricerca innovativa incentrata sull’infiammabilità dei materiali. Il CIR è utilizzato per eseguire esperimenti sulla combustione in microgravità. È costituito da un banco ottico, da una camera di combustione, da sistemi per la gestione del combustibile e del processo di ossidazione, da sistemi di gestione ambientale ed interfacce per la diagnostica scientifica.

Microbial Tracking-2 (MT-2)
Due membri dell’equipaggio hanno effettuato l’attività di raccolta campioni. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

Earth Imagery from ISS Target (EIISS)
Utilizzando la fotocamera Nikon, l’equipaggio catturerà immagini notturne delle isole Hawaii mentre con la telecamera RED acquisirà immagini della penisola Iberica. EIISS è usato per supportare la creazione di una serie di video che mostrano viste della Terra prese dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

On Board Training (OBT), Emergency Simulation
Oggi l’equipaggio esaminerà le procedure in preparazione della sessione On Board Training (OBT) di domani, nel corso della quale dovranno fornire risposte alle situazioni simulate di emergenza.

68 Progress (68P) Leak Check
I Ground Controller hanno lavorato oggi in collaborazione con i membri dell’equipaggio della ISS per eseguire un controllo delle perdite sulla Progress 68P. L’equipaggio a bordo ha isolato il veicolo chiudendo tutti i boccaporti mentre gli specialisti a Terra hanno eseguito i controlli. Le verifiche non hanno rilevato alcuna anomalia.

 

7 febbraio

AstroPi Video for Columbus
Per festeggiare il 10° anniversario del lancio di Columbus, l’equipaggio, per augurare buon compleanno al modulo, ha registrato un breve video utilizzando AstroPi. Columbus è un modulo di ricerca sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e costruito in Italia a Torino. Consegnato nel maggio 2006 al Kennedy Space Center è stato lanciato a bordo dello Space Shuttle Atlantis il 7 febbraio 2008 con il volo STS-122.
[NDT: AstroPi si compone di un Raspberry Pi B+, un Sense HAT (Hardware Attached on Top) ed un modulo fotocamera, il tutto contenuto in una custodia di protezione in alluminio. Raspberry Pi è un computer delle dimensioni di una carta di credito che consente agli studenti di imparare a programmare. A bordo della ISS vi sono due AstroPi: AstroPi Vis, con una macchina fotografica per effettuare fotografie in ambienti ben illuminati, ed AstroPi IR, dotato di una telecamera ad infrarossi. Entrambi gli AstroPi eseguiranno programmi scritti dai vincitori di un concorso per studenti e raccoglieranno i dati provenienti da vari sensori (movimento inerziale, pressione barometrica, umidità relativa e temperatura). I dati raccolti saranno condivisi tra tutte le scuole.]

Rodent Research 6 (RR-6)
Oggi è la seconda giornata delle attività RR-6. L’equipaggio ha elaborato i campioni di sangue prelevato dai roditori, prima di stivarli in un MELFI. Lo scopo dell’esperimento Rodent Research-6 (RR-6) è lo studio di sistemi di rilascio di farmaci studiato per combattere l’atrofia muscolare dei topi in microgravità. RR-6 include diversi gruppi di topi trattati selettivamente con un placebo o con un chip di rilascio di farmaci a nanocanali impiantato sottopelle.

NanoRacks DreamUp Xtronaut Crystal Growth (Dream XCG)
Per tracciare l’evoluzione della formazione di cristalli di zucchero dell’esperimento DreamXCG avviata settimana scorsa, l’equipaggio ha scattato alcune foto e filmato ciascuna custodia. NanoRacks (DreamXCG) intende mostrare agli studenti la differenza tra le formazioni cristalline osservate sulla ISS rispetto a quanto si osserva sulla Terra. Gli studenti, utilizzando kit quasi identici a quelli utilizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale, possono consultare un portale internet per confrontare foto e video dei due esperimenti.

Earth Imagery from ISS Target (EIISS)
Utilizzando la fotocamera Nikon, l’equipaggio ha catturato immagini notturne del delta del Nilo. EIISS è usato per supportare la creazione di una serie di video che mostrano viste della Terra prese dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Education Payloads Operations (EPO) – A View on Earth
Per mostrare ai bambini Cupola ed il panorama visibile dalle sue finestre, oggi l’equipaggio ha registrato un video per catturare immagini della Terra ed il tipo di cose che si possono osservare dalla ISS. Il video ha mostrato anche la mascotte scelta dall’Agenzia Spaziale Europea per i bambini piccoli.

On Board Training (OBT), Emergency Simulation
Oggi l’intero equipaggio della ISS ha partecipato ad una sessione On Board Training (OBT) per simulare alcune situazioni di emergenza. Al termine, l’equipaggio della ISS ha discusso gli esiti della simulazione con gli equipaggi in addestramento a Terra.

 

9 febbraio

Rodent Research 6 (RR-6)
Oggi è la quarta giornata delle attività RR-6. L’equipaggio ha elaborato i campioni di sangue prelevati dai roditori, prima di stivarli in un MELFI. Lo scopo dell’esperimento Rodent Research-6 (RR-6) è lo studio di sistemi di rilascio di farmaci studiato per combattere l’atrofia muscolare dei topi in microgravità. RR-6 include diversi gruppi di topi trattati selettivamente con un placebo o con un chip di rilascio di farmaci a nanocanali impiantato sottopelle.

NanoRacks Vuze (One Strange Rock) Camera Mounted Operations
L’equipaggio ha utilizzato la NanoRack Vuze Camera per registrare video 3-D a 360 gradi all’interno di Cupola. La telecamera ha catturato in un filmato intitolato “day in a life” le tipiche attività che vengono svolte quotidianamente dall’equipaggio. National Geographic Channel–Virtual Reality Educational Video for Television Series “One Strange Rock” (One Strange Rock Virtual Reality) è un documentario di 10 puntate in cui una particolare telecamera registra la quotidianità a bordo della ISS. Ogni episodio, presentato ogni volta da un diverso membro dell’equipaggio, affronta svariati argomenti utilizzando la tecnologia della realtà virtuale per aiutare i giovani studenti ad avere una maggiore consapevolezza del sistema Terra e del programma spaziale.

Veg-03 Initiation
L’inizio di questa settimana ha visto l’avvio della quinta sessione dell’esperimento Veg-03. Oggi l’equipaggio ha irrorato i cuscini di crescita delle piante dando il via alla sesta sessione conducendo due crescite contemporaneamente. Veg-03 ha visto la crescita di sei piante e la successiva raccolta delle loro foglie. Le sessioni 4, 5 e 6 sono le prime del loro genere perché hanno riguardato una raccolta mista di cavolo, lattuga e mizuna. Gli organismi, dai batteri alle singole cellule, dalle piante agli esseri umani, crescono e si sviluppano in modo diverso nello spazio rispetto a quanto osservato a Terra. Le future missioni spaziali richiederanno un certo grado di autonomia nell’approvigionamento del cibo poiché verra chiesto all’equipaggio di coltivare il proprio cibo. Capire come le piante rispondono alla microgravità è un passo importante verso tale obiettivo. Veg-03 utilizza l’impianto di crescita Veggie per coltivare sulla ISS un tipo di cavolo, lattuga e mizuna.

Lighting Effects Visual Performance Test at a General Luminaire Assembly (GLA) Setting
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 52S ed uno della Soyuz 53S, dopo aver spento tutte le fonti luminose di ciascun Crew Quarter, hanno effettuato un Numerical Verification Test ed un Color Discrimination Test. L’esperimento Lighting Effects desidera quantificare e qualificare gli effetti dell’illuminazione sull’abitabilità dei veicoli spaziali. Tutte le fonti luminose della ISS verranno sostituite con un nuovo sistema progettato per migliorare la salute ed il benessere dell’equipaggio. L’indagine Lighting Effects studia l’impatto del cambiamento portato dalla sostituzione delle lampadine fluorescenti con luci led ad intensità luminosa e colore regolabili, per capire se le nuove luci potranno migliorare i ritmi circadiani dell’equipaggio. I risultati di questa indagine avranno importanti ricadute anche su tutte le persone a Terra che fanno uso di lampade ad incandescenza. Gli SSLA sono stati progettati per sostituire i General Luminaire Assemblies (GLAs) per migliorare l’acuità visiva e per fornire una miglior soluzione per affrontare i disagi dovuti ai ritmi circadiani ed al ciclo del sonno dell’equipaggio. Per raggiungere questi obiettivi, gli SSLA sono stati progettati per funzionare in 3 modalità di spettro luminoso distinte. Le diverse modalità di funzionamento hanno a che fare con la gestione della porzione del blu fornita dalla luce delle lampade; la luce blu ha impatti sulla produzione di melatonina che a sua volta ha impatti sul sonno.

NanoRacks DreamUp Xtronaut Crystal Growth (DreamXCG)
Per tracciare l’evoluzione della formazione di cristalli di zucchero dell’esperimento DreamXCG avviata la scorsa settimana, l’equipaggio ha scattato alcune foto e filmato ciascuna custodia. NanoRacks (DreamXCG) intende mostrare agli studenti la differenza tra le formazioni cristalline osservate sulla ISS rispetto a quanto si osserva sulla Terra. Gli studenti, utilizzando kit quasi identici a quelli utilizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale, possono consultare un portale internet per confrontare foto e video dei due esperimenti.

Robonaut
L’equipaggio ha predisposto Robonaut al ritorno a Terra a bordo del cargo Dragon della missione SpaceX-14. Robonaut è un robot umanoide progettato con capacità di versatilità e destrezza per manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro ed autonomo nello svolgimento di attività in collaborazione con gli astronauti, sia all’interno della ISS che all’esterno.

Space Automated Bio-product Lab (SABL) CO2 Sensor Calibration
Oggi l’equipaggio ha attivato il CO2 Meter all’interno di SABL per effettuare una calibrazione del sensore CO2. SABL supporta un’ampia varietà di esperimenti scientifici. Dotato di un volume a temperatura controllata ed illuminazione a LED, SABL può essere utilizzato per fornire alle colture cellulari fino al 5% di CO2.

Earth Imagery from ISS Target (EIISS)
Utilizzando la fotocamera RED, l’equipaggio ha catturato immagini dell’Irlanda e della città di Mosca. EIISS è usato per supportare la creazione di una serie di video che mostrano viste della Terra prese dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Space Headaches
L’equipaggio ha compilato il questionario settimanale dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio nel corso di una missione spaziale.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27714.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *