Riparazione eseguita, ora la Soyuz MS-02 è pronta al lancio

La Soyuz MS-02 poco prima di essere inserita nel fairing del vettore Soyuz-FG, il 30 Giugno. 2016. (C) Roscosmos.

Dopo la revisione della documentazione relativa alle operazioni condotte per riparare il problema tecnico sorto con la Soyuz MS-02, la Commissione di Stato russa ne ha autorizzato il volo verso l’International Space Station.

Gli specialisti della Rocket and Space Corporation Energiya sono intervenuti su di un cavo del sistema di atterraggio che era stato rovinato durante alcune operazioni di test. A seguito della riparazione, gli ingegneri hanno eseguito un test completo della navetta spaziale e sulla base di questi risultati la Commissione ha stabilito il lancio della Soyuz MS-02 il 19 Ottobre 2016 alle 11:05 di Mosca (10:05 italiane).

Sulla base di quanto accaduto, entro Dicembre la Roscosmos State Corporation porterà a termine tutti i lanci del proprio programma verso l’ISS:

  • 19 Ottobre 2016 lancio della Soyuz MS-02 con Sergey Ryzhikov, Andrey Borisenko (Roscosmos) e Robert Shane Kimbroug (NASA).
  • 16 Novembre 2016 lancio della Soyuz MS-03 con Oleg Novitsky (Roscosmos), Peggy Whitson (NASA) e Thomas Pesquet (ESA).
  • 1 Dicembre 2016 lancio della capsula cargo Progress MS-04 (65 P).

Secondo quanto riferito dal sito RussianSpaceWeb.com, il guasto a bordo della Soyuz era relativo ad un cavo rovinato e surriscaldato situato nella zona posta dietro ai seggiolini dei cosmonauti nel Descent Module, la cui sostituzione è stata possibile in tempo per il lancio del 19 Ottobre.

Fonte Roscosmos

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25808.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.