ISS Weekly Status Report – 39.2015

ISS, Shuttle e ATV
ISS, Shuttle e ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

9 dicembre

Cygnus Rendezvous and Capture
Questa mattina l’equipaggio ha osservato l’avvicinamento di Cygnus alla ISS dalla Cupola Robotic Workstation, dopodichè, alle ore 05:19 CST, ha afferrato il cargo con lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS). Il Ground Robotics team ha manovrato Cygnus per portarlo nella posizione ideale per ispezionare il Passive Common Berthing Mechanism (CBM) e successivamente lo ha guidato all’attracco al Node-1 Nadir Active CBM. Nel corso della giornata, Lindgren ha rimosso il Centerline Berthing Camera System (CBCS) dall’oblò del portello del Node-1 Nadir. Kelly e Yui hanno effettuato il controllo delle perdite e configurato il vestibolo di ingresso. La rimozione del Controller Panel Assembly (CPA) e l’apertura dei portelli sono in programma per domani, giovedì 10 dicembre.

Twins Study
Kelly, a sostegno dell’esperimento Twins Study, ha completato una nuova raccolta di campioni di urina e saliva, stivandoli per la conservazione nel Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI). L’indagine Twins Study comprende dieci studi diversi. Questi studi sono stati identificati per usufruire dell’occasione unica di osservare gli effetti dei viaggi spaziali su gemelli identici, uno dei quali vivrà un’esperienza sulla ISS, mentre l’altro rimarrà a Terra nello stesso periodo. Lo studio esamina i cambiamenti nel corpo umano nel campo della genetica, della psicologia, della fisiologia, della microbiologia e dell’immunologia.

NeuroMapping
Yui ha completato un nuovo test NeuroMapping Neurocognitive utilizzando il computer portatile dello Human Research Facility. Neuromapping intende indagare se i voli spaziali di lunga durata provocano alterazioni al cervello, sia a livello di struttura che di funzioni, come ad esempio il controllo motorio ed il multi-tasking, nonchè misurare il tempo di pieno recupero da queste eventuali sofferenze. Precedenti ricerche ed aneddoti, raccontati da astronauti al ritorno da un volo spaziale di lunga durata, suggeriscono che il controllo del movimento ed alcuni aspetti cognitivi subiscono alterazioni dopo aver vissuto a lungo in microgravità. L’indagine NeuroMapping utilizza la risonanza magnetica cerebrale strutturale e funzionale (MRI and FMRI) per valutare gli eventuali impatti sui membri di un equipaggio dopo una missione di sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Microbiome, Telomeres and Salivary Markers
Lindgren ha raccolto campioni di sangue a sostegno degli esperimenti Microbiome, Telomeres e Salivary Markers. Yui, giunto al traguardo del R-0, e Kelly, per la sessione del Flight Day 240 (FD240), hanno raccolto campioni di saliva per l’esperimento Microbiome e risposto al Salivary Markers Health Questionnaires. Microbiome indaga gli impatti che i viaggi nello spazio possono arrecare al sistema immunitario ed ai microbi che vivono normalmente e costantemente sul corpo umano. E’ previsto che queste raccolte vengano effettuate periodicamente nel corso di una missione spaziale per monitorare lo stato del microbioma dei membri dell’equipaggio, il loro sistema immunitario e l’interazione con gli ambienti della ISS.

Sleep Log
Kornienko, appena dopo il risveglio, ha annotato le caratteristiche del proprio sonno. L’esperimento Sleep ISS-12 analizza e raccoglie valutazioni soggettive sul sonno correlato con l’esposizione alla luce ambientale ed alle attività svolte dall’equipaggio; vengono esaminati gli effetti del volo spaziale sul sonno in correlazione con l’esposizione alla luce nel corso della missione di un anno sulla ISS.

 

10 dicembre

L’equipaggio della ISS si è visto modificare gli orari del sonno per supportare le operazioni di sgancio della Soyuz 43 (43S) in programma domani. La pausa sonno avrà inizio alle ore 09:00 CST di questa mattina. La partenza della Soyuz 43S è prevista per venerdì alle ore 03:49 CST.

Orbital ATK (OA)-4 Status
L’equipaggio ha iniziato la giornata allestendo il vestibolo del Node 1, rimuovendo i Controller Panel Assemblies (CPAs) ed aprendo i portelli del Node 1 e di Cygnus. Una volta aperto i boccaporti, sono stati prelevati alcuni campioni di aria ed installato i condotti dell’Inter-module Ventilation (IMV). Sono state scattate alcune fotografie per documentare la configurazione complessiva del carico, senza per altro riscontrare alcun problema. Le operazioni di scarico delle merci da Cygnus verranno avviate la prossima settimana.

Crew Departure Preparation
Yui e Lindgren hanno continuato l’imballaggio dei loro oggetti personali, in preparazione del ritorno a Terra dell’equipaggio della Soyuz 43 (43S) in programma per domani. Tutti gli oggetti verranno inviati a Terra con la Soyuz 43S ed i cargo delle missioni SPX-8 e SPX-9.

Twins Study
Kelly, a sostegno dello studio Twins Study, ha completato una nuova raccolta di campioni di urina. L’indagine Twins Study comprende dieci studi diversi. Questi studi sono stati identificati per usufruire dell’occasione unica di osservare gli effetti dei viaggi spaziali su gemelli identici, uno dei quali vivrà un’esperienza sulla ISS, mentre l’altro rimarrà a Terra nello stesso periodo. Lo studio esamina i cambiamenti nel corpo umano nel campo della genetica, della psicologia, della fisiologia, della microbiologia e dell’immunologia.

Sprint Ultrasound
Kelly ha configurato lo strumento Ultrasound 2, ha indossato i sensori sulla coscia e sul polpaccio ed ha dato il via ad una nuova sessione Sprint Ultrasound, dopodichè ha eseguito alcune ecografie alla coscia ed al polpaccio, guidato dagli specialisti a Terra. Queste ecografie verranno utilizzate per valutare le variazioni del tono muscolare nel corso della missione spaziale. L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

Dose Distribution Inside the ISS – 3D (DOSIS 3D)
Kelly ha recuperato i rilevatori passivi DOSIS 3D dal modulo Columbus per consegnarli ad un membro dell’equipaggio russo che li farà recapitare a Terra con la Soyuz 43S. Il payload DOSIS-3D dell’ESA permette la creazione di una mappa tridimensionale che mostra, in collaborazione con i vari sensori di rilevazione di radiazione attiva e passiva posti all’interno della ISS, la distribuzione delle radiazioni assorbite.

Microbiome Water Sample Handover
Lindgren ha consegnato a Kononenko il campione d’acqua raccolto martedì, per farlo predisporre all’invio a Terra con la Soyuz 43S.

Veg-01
Kelly ha irrorato con acqua i cuscini di coltura di Veg-01. Nel corso di questa sessione verranno coltivate per 60 giorni piantine di Zinnias da cui ci si aspetta la fioritura. L’obiettivo primario dell’esperimento VEG-01 sarà quello di dimostrare di poter far crescere piante nella struttura Veggie. La lattuga era stata coltivata e raccolta nel corso di una precedente sessione dell’esperimento VEG-01.

Ras Labs-CASIS-ISS Project for Synthetic Muscle: Resistance to Radiation (Synthetic Muscle)
Lindgren ha scattato alcune fotografie per documentare lo stato dei campioni muscolari sintetici, trasferendole successivamente su un laptop SSC ed inviarle in downlink a Terra. Questo esperimento ha come oggetto l’esposizione di campioni alle radiazioni tipiche di un volo spaziale. Nello specifico, questo esperimento intende analizzare le caratteristiche di un muscolo sintetico per determinare la resistenza dei materiali utilizzati all’uso sulle Terra e nello spazio. Precedenti test, (tessuto esposto a radiazioni solari e cosmiche) effettuati presso il PPPL/Princetown, avevano stabilito la notevole resistenza di questo tessuto. La robotica, che farà uso di tessuti muscolari sintetici, sarà in grado di aiutare gli esseri umani sulla Terra nel correggere e mitigare situazioni gravi in ambienti estremamente difficili ed ostili. Questi robots potranno collaborare con l’uomo anche nello spazio, essendo in grado di sopportare i viaggi nello spazio profondo.

Sleep Log
Kornienko, appena dopo il risveglio, ha annotato le caratteristiche del proprio sonno. L’esperimento Sleep ISS-12 analizza e raccoglie valutazioni soggettive sul sonno correlato con l’esposizione alla luce ambientale ed alle attività svolte dall’equipaggio; vengono esaminati gli effetti del volo spaziale sul sonno in correlazione con l’esposizione alla luce nel corso della missione di un anno sulla ISS.

Space Headaches
Yui e Lindgren hanno risposto alle domande del questionario settimanale dell’indagine sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

 

11 dicembre

43 Soyuz (43S) Undock and Landing
La Soyuz 43S (equipaggio composto da Kononenko, Yui e Lindgren) si è sganciata oggi dal Mini-Research Module (MRM)-1 alle ore 03:49 CST. Il deorbit burn è stato completato alle ore 06:24 CST, con un susseguente atterraggio nominale avvenuto nella zona sud del Kazakistan alle ore 07:18 CST. Sulla ISS sarà operativo un equipaggio di 3 membri, in attesa dell’arrivo della Soyuz 45S, il cui attracco è in programma per il 15 dicembre.

Cognition
Kelly, giunto al traguardo del Flight Day 263 (FD263), ha effettuato oggi una nuova sessione dell’esperimento Cognition. Individualized Real-Time Neurocognitive Assessment Toolkit for Space Flight Fatigue (Cognition) è il nome che accorpa un gran numero di esperimenti il cui scopo è la misurazione di come il volo spaziale influenzi i cambiamenti fisici; ad esempio, la microgravità e la mancanza di sonno possono influire sulle prestazioni cognitive. Cognition, che include dieci brevi test computerizzati che coprono una vasta gamma di funzioni cognitive, è in grado di fornire un feedback immediato sui risultati dei test attuali e passati. Il software consente la misurazione in tempo reale delle prestazioni cognitive degli astronauti impegnati nella loro missione di lunga durata.

Microbiome, Telomeres and Salivary Markers
Yui, Lindgren e Kelly hanno raccolto alcuni campioni di sangue per supportare le indagini Microbiome, Telomeres e Salivary Markers. Questi campioni sono stati successivamente conservati a temperatura ambiente sulla Soyuz 43S, che è rientrata oggi atterrando in Kazakistan. Microbiome indaga gli impatti che i viaggi nello spazio possono arrecare al sistema immunitario ed ai microbi che vivono normalmente e costantemente sul corpo umano. E’ previsto che queste raccolte vengano effettuate periodicamente nel corso di una missione spaziale per monitorare lo stato del microbioma dei membri dell’equipaggio, il loro sistema immunitario e l’interazione con gli ambienti della ISS.

Reaction Self-Test
Kelly e Kornienko hanno effettuato oggi, appena svegli, una nuova sessione dell’esperimento Reaction Self-Test. Reaction Self Test è un compito che permette agli astronauti, in cinque minuti, di monitorare gli effetti quotidiani della fatica sulle proprie prestazioni. Dormire meno del previsto, eventuali effetti residui dovuti ad una precedente assunzione di farmaci per il sonno, cambiamenti che modificano il ciclo sonno/veglia e gli effetti di attività extraveicolari possono causare affaticamento e quindi far degradare le prestazioni di un astronauta. Periodicamente durante la missione, e in occasione di grandi eventi, un astronauta può effettuare, utilizzando un computer, un “reaction-time test” per misurare i propri livelli di affaticamento.

Journals
Kelly ha completato una nuova sessione dell’indagine Journals. Journals intende fornire informazioni sui problemi comportamentali umani che possono assumere una prospettiva rilevante nella progettazione di apparecchiature e procedure a supporto delle prestazioni degli astronauti durante le missioni di lunga durata. I risultati di questo studio forniranno importanti informazioni per aiutare la progettazione delle future missioni spaziali.

Orbital ATK (OA)-4 Cargo Operations
Kelly è stato impegnato per circa 3 ore nel trasferimento delle merci da Cygnus, tra cui l’Extravehicular Activity Mobility Unit (EMU) 3008.

 

15 dicembre

45 Soyuz (45S) Launch and Dock
La Soyuz 45S, con a bordo Malenchenko, Peake e Kopra, è stata lanciata oggi con successo dal cosmodromo di Baikonur alle ore 05:03 CST. La Soyuz, dopo l’ormai consueto avvicinamento alla ISS basato su 4 orbite, ha effettuato l’attracco al Mini-Research Module (MRM)-1 alle ore 11:33 CST. Il docking è stato completato in modalità manuale poichè, durante le fasi iniziali dell’avvicinamento automatico, si era attivato un alert la cui origine risiedeva nei trusters del velivolo. Con l’arrivo della Soyuz 45S, la ISS torna ad essere abitata da un equipaggio di 6 membri.

Observation and Analysis of Smectic Islands in Space (OASIS)
Kelly ha sostituito oggi i campioni OASIS posti nel Microgravity Science Glovebox (MSG). OASIS studia il comportamento dei cristalli liquidi in microgravità, tra cui il loro movimento globale e la fusione di strati di cristallo, conosciuta con il nome “smectic islands”. I cristalli liquidi sono utilizzati negli schermi dei televisori e dei computer ma anche nei saponi e nelle membrane cellulari. L’esperimento permetterà l’analisi dettagliata del comportamento di queste strutture, e di come la microgravità colpisca la loro capacità unica di agire sia come un liquido che come un cristallo solido.
[NDT: OASIS è stato progettato per interfacciarsi, ed operare autonomamente attivato da Terra, con il Microgravity Science Glovebox (MSG). L’intervento dell’equipaggio è richiesto solo per l’installazione iniziale, per il caricamento e per il controllo dei campioni, e per la verifica della formazione di bolle. OASIS si compone di sette componenti hardware principali : il Bubble Chamber Enclosure, il Bubble Chamber Insert, l’Optics/Illumination Assembly, la Macro Camera, l’Electronics/Power Assembly, l’Avionics Assembly, il Soft Start Assembly ed il Digital I/O Cube Assembly. L’OASIS Experiment Module contiene quattro (4) getti d’aria che contengono anche elettrodi (su due getti d’aria) ed un tandem di riscaldatori/refrigeratori (sugli altri due getti d’aria), un iniettore di acqua/glicerolo, le fotocamere macro e micro ed i manipolatori. La Data Acquisition and Control Unit (DACU) controllerà l’esperimento tramite il laptop OASIS e si occuperà di salvare i dati degli esprimenti.]

Russian Pilot-T Experiment
Kelly ha effettuato oggi una nuova sessione dello studio Pilot-T. L’obiettivo di questo esperimento è il miglioramento dei metodi e lo sviluppo di apparecchiature volte a valutare e prevedere l’affidabilità e le prestazioni dei membri dell’equipaggio durante l’esecuzione di compiti complessi, effettuati nel corso di una missione di lunga durata (es. pilotare un veicolo spaziale o governare un equipaggiamento robotico)

Veg-01
Kelly, sabato scorso ed oggi, ha irrorato con acqua i cuscini di coltura di Veg-01. Nel corso di questa sessione verranno coltivate per 60 giorni piantine di Zinnias da cui ci si aspetta la fioritura. L’obiettivo primario dell’esperimento VEG-01 sarà quello di dimostrare di poter far crescere piante nella struttura Veggie. La lattuga era stata coltivata e raccolta nel corso di una precedente sessione dell’esperimento VEG-01.

Journals
Kelly ha completato una nuova sessione dell’indagine Journals. Journals intende fornire informazioni sui problemi comportamentali umani che possono assumere una prospettiva rilevante nella progettazione di apparecchiature e procedure a supporto delle prestazioni degli astronauti durante le missioni di lunga durata. I risultati di questo studio forniranno importanti informazioni per aiutare la progettazione delle future missioni spaziali.

Space Headaches
Nel corso del pomeriggio, Peake completerà la prima compilazione del questionario settimanale dell’indagine sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

Vozdukh Status
Il sistema Vozdukh si è bloccato giovedì scorso. Sono stati effettuati alcuni tentativi di riattivazione, tutti senza successo. I Russian Life Support Specialists sospettano che il problema risieda in un guasto della pompa del vuoto, per questo motivo ne è stata pianificata la sostituzione. Lunedì scorso, l’equipaggio russo ha effettuato la sostituzione ed ora il sistema Vozdukh è tornato pienamente operativo.

 

16 dicembre

Human Research Facility (HRF)-2 Resupply
Kopra ha rifornito di nuovi HRF Supply Kits il rack HRF2 che è posizionato nel modulo Columbus, rimuovendo nel frattempo quelli prossimi alla data di scadenza. Sono state scattate alcune foto ai kit, successivamente inviate a Terra.

Fine Motor Skills
Kopra e Peake, appena sbarcati sulla ISS, hanno effettuato una sessione dell’esperimento Fine Motor Skills. In questo esperimento i membri dell’equipaggio eseguono una serie di attività interattive su una tavoletta touchscreen. Questa è la prima indagine che abbina le capacità motorie ad una lunga esposizione alla microgravità, analizzando le diverse fasi di adattamento alla microgravità ed il recupero sensomotorio, una volta tornati alla gravità terrestre.

Space Headaches
Peake ha risposto oggi alle domande di un nuovo questionario giornaliero dell’indagine settimanale sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

NanoRacks Module Installations
L’installazione dei moduli NanoRacks, giunti sulla ISS con la missione Orbital ATK-4 per essere installati nel JEM Pressurized Module (JPM), è stata rinviata a causa di alcuni problemi riscontrati, nel corso della notte, nelle risposte ai comandi inviati al rack da remoto.

Emergency Roles and Responsibilities Review
Con l’arrivo della Soyuz 46S, tutti i 6 membri dell’equipaggio della ISS hanno discusso sui ruoli e sulle priorità da applicare nelle fasi di emergenza. Gli argomenti trattati hanno incluso le modalità di accesso alle Soyuz, le responsabilità del Comandante della ISS e le comunicazioni ed il coordinamento tra i membri dell’equipaggio e tra l’equipaggio ed i Ground controllers.

Cygnus Cargo Operations
Oggi, Kopra ha estratto dall’imballo il carico giunto sulla ISS con il cargo Cygnus. Le ulteriori operazioni sul carico, previste per domani, verranno effettuate da tutti i membri dell’equipaggio USOS.

 

17 dicembre

Mobile Servicing System (MSS) Status
Oggi, i Robotics Ground Controllers hanno attivato il Mobile Serving System (MSS), verificato il percorso di traslazione del Mobile Transporter (MT) ed effettuato una verifica ad MT. MSS è stato poi spento per poter effettuate la traslazione del Mobile Transporter dal Worksite 4 (WS4) al WorkSite 2 (WS2). Il Translation Drive (TD) Integrated Motor Controller Assembly (IMCA)-A ha segnalato un errore poco dopo aver lasciato WS4, bloccando il trasferimento. E’ stato ricevuto un nuovo errore durante il tentativo di fare ritorno al WorkSite 4. Sono stati effettuati svariati tentativi per sbloccare la situazione, ma nessuno ha avuto successo. I Robotics Ground Controllers hanno spento MT ed acceso MSS verso il Keep Alive tramite il Mobile Transporter Relay Assembly (MTRA). MT è attualmente frenato ma non bloccato. I Ground teams hanno completato le ispezioni del MT e delle zone circostanti, ora stanno analizzando le registrazioni video. MCC-H e MCC-M stanno valutando se questo problema potrà avere ripercussioni sulla missione delle Progress in programma nel corso del fine settimana.

Habitability
Oggi, Peake ha documentato le sue osservazioni, oggetto di questo esperimento. Habitability valuta la relazione tra i membri dell’equipaggio ed il loro ambiente in un ottica di miglioramento della progettazione e della predisposizione dei futuri veicoli impegnati in voli spaziali di lunga durata, quali ad esempio i voli verso i Near Earth Asteroids (NEA) e Marte. L’obiettivo finale è quello di comprendere quali siano le dimensioni necessarie ed ottimali, ed il relativo layout interno, della parte abitabile di un velivolo spaziale. Le osservazioni registrate nel corso della missione spaziale di 1 anno, così come in tutte quelle di 6 mesi, aiuteranno i progettisti dei veicoli spaziali a capire quanto spazio del volume abitabile sia necessario, e se la durata di una missione, correlata con le dimensioni del volume abitabile, possa arrecare impatti sull’equipaggio. L’applicazione iShort permette ai Ground teams ed agli specialisti degli impatti umani (human factor engineers) di studiare e valutare il design della ISS in un ottica rivolta alla progettazione dei futuri veicoli spaziali.

Dose Distribution Inside the ISS – 3D (DOSIS 3D)
Kelly ha ricevuto, da un membro dell’equipaggio russo, i rilevatori passivi DOSIS 3D da installare nel modulo Columbus per supportare l’indagine DOSIS 3D dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il payload DOSIS-3D dell’ESA permette la creazione di una mappa tridimensionale che mostra, in collaborazione con i vari sensori di rilevazione di radiazione attiva e passiva posti all’interno della ISS, la distribuzione delle radiazioni assorbite.

Space Headaches
Peake ha risposto oggi alle domande di un nuovo questionario giornaliero dell’indagine settimanale sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

Electromagnetic Levitation (EML) Operations
La Lavorazione dei campioni di EML, esperimento dell’Agenzia Spaziale Europea, prosegue oggi per la quarta settimana. L’EML Batch 1, ovvero la serie di esperimenti attualmente in corso, utilizza l’infrastruttura EML ed è controllato e governato da remoto. EML si propone di contribuire ad aumentare le prestazioni delle strutture metalliche attraverso la comprensione di come poter controllare la solidificazione dei metalli. L’esperimento studia la fase di solidificazione dei metalli e di come questa evolva e modella la struttura dei materiali in fase di raffreddamento.

Cygnus Cargo Operations
Oggi, i membri dell’equipaggio USOS hanno partecipato ad una videoconferenza con gli specialisti a Terra. Subito dopo, tutti e tre hanno lavorato al trasferimento della merce da Cygnus alla ISS.

Crew Handover
L’equipaggio della Soyuz 45S ha ricevuto un passaggio di consegne da parte di Kelly. E’ stata fornita una panoramica sui principali sistemi a bordo della ISS. Kelly ha fornito anche alcuni suggerimenti relativi all’utilizzo delle attrezzature sportive.

 

18 dicembre

Mobile Servicing System (MSS) Status
Durante la notte, i Robotic Flight Controllers hanno effettuato diversi tentativi, con differenti tecniche, per spostare il Mobile Transporter (MT) dal WorkSite 4 (WS4), nessuno andato a buon fine. Durante questi tentativi, i Ground team hanno notato che il Port Crew Equipment Translation Aid (CETA) Cart si muoveva assieme ad MT, mentre lo Starboard CETA Cart appariva immobile. Pertanto, ora ci si muove verso l’analisi di cosa possa bloccate lo Starboard CETA Cart, considerando che lo sblocco potrà essere effettuato esclusivamente con un intervento manuale tramite una attività extraveicolare. La EVA verrà pianificata per l’inizio della prossima settimana, al fine di risolvere il problema prima dell’arrivo della Progress 62P, in programma per mercoledì prossimo.

Extravehicular Activity (EVA) Preparation
Kelly e Kopra hanno dato inizio ai preparativi della prossima attività extraveicolare, prevista per settimana prossima, avviando i cicli di ricarica delle Rechargeable EVA Battery Assemblies (REBA), degli Helmet Lights, dei Pistol Grip Tools (PGT) e delle Long Life Batteries (LLB). Sono state inoltre configurate due fotocamere D4 e sono stati verificati i Simplified Aid for EVA Rescue (SAFERs). L’equipaggio ha anche lavorato all’adattamento dimensionale delle Extravehicular Mobility Units (EMU). La EMU 3010 è stata adattata alla taglia di Kelly, mentre la EMU 3003 a quella di Kopra.

NanoRacks Module Installations
Kelly ha installato i moduli NanoRacks, giunti sulla ISS con il cargo della missione Orbital ATK-4 (OA-4), nella NanoRacks Platform-2 che è posizionata nel JEM Pressurized Module (JPM). Queste cinque moduli contengono una vasta gamma di esperimenti sviluppati da studenti delle scuole superiori; dalla depurazione delle acque alla corrosione dei metalli, dalla cristallizzazione delle proteine alla salvaguardia delle piante.

Marrow
Kelly ha recuperato il necessario per effettuare il campionamento dell’aria all’interno di Cygnus per lo studio Marrow della Canadian Space Agency (CSA). Peake ha preparato l’hardware che domani, appena dopo il risveglio, verrà utilizzato per prelevare alcuni campioni di aria dall’ambiente della ISS e dal proprio respiro. L’indagine Marrow esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

Cognition
Kopra, giunto al sesto giorno di volo (FD6), ha effettuato oggi una sessione dell’esperimento Cognition. Individualized Real-Time Neurocognitive Assessment Toolkit for Space Flight Fatigue (Cognition) è il nome che accorpa un gran numero di esperimenti il cui scopo è la misurazione di come il volo spaziale influenzi i cambiamenti fisici; ad esempio, la microgravità e la mancanza di sonno possono influire sulle prestazioni cognitive. Cognition, che include dieci brevi test computerizzati che coprono una vasta gamma di funzioni cognitive, è in grado di fornire un feedback immediato sui risultati dei test attuali e passati. Il software consente la misurazione in tempo reale delle prestazioni cognitive degli astronauti impegnati nella loro missione di lunga durata.

Journals
Kelly ha completato una nuova sessione dell’indagine Journals. Journals intende fornire informazioni sui problemi comportamentali umani che possono assumere una prospettiva rilevante nella progettazione di apparecchiature e procedure a supporto delle prestazioni degli astronauti durante le missioni di lunga durata. I risultati di questo studio forniranno importanti informazioni per aiutare la progettazione delle future missioni spaziali.

Veg-01
Kelly ha irrorato con acqua i cuscini di coltura di Veg-01. Nel corso di questa sessione verranno coltivate per 60 giorni piantine di Zinnias da cui ci si aspetta la fioritura. L’obiettivo primario dell’esperimento VEG-01 sarà quello di dimostrare di poter far crescere piante nella struttura Veggie. La lattuga era stata coltivata e raccolta nel corso di una precedente sessione dell’esperimento VEG-01.

Space Headaches
Peake ha risposto oggi alle domande di un nuovo questionario giornaliero dell’indagine settimanale sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

Fonte: NASA

Copyright immagine: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24747.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.