ISS Weekly Status Report – 36.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

15 ottobre

Extravehicular Activity (EVA) 28
Wiseman e Wilmore hanno completato oggi la EVA 28. L’hatch è stato aperto alle 07:15 CDT e l’attività extraveicolare ha visto un Phased Elapsed Time (PET), ovvero una durata, di 6 ore e 35 minuti.
Tutti gli obiettivi primari sono stati completati con successo, tra questi si pongono in evidenza i seguenti :

– Sostituzione della Sequential Shunt Unit (SSU) 3A
– Trasferimento dell’Articulating Portable Foot Restraint (APFR) Tool Stanchion (TS)
– Rimozione della ETVCG dal Camera Port 7 – (CP7)
– Trasferimento di WETA dal CP8 al CP11
– Installazione della ETVCG sul Camera Port 8 – (CP8)

European Modular Cultivation System (EMCS) Checkout
Gerst ha effettuato una verifica all’EMCS Belt/Pulley ed ha controllato e fotografato l’EMCS Rotor Belts/Pulleys in vista di futuri utilizzi.

 

16 ottobre

NanoRacks Module 9
Wilmore ha avviato e concluso la 4° sessione, delle 5 previste, degli esprimenti Nanoracks Module 9. Ha recuperato il modulo ed ha attivato/disattivato/agitato i tubi di miscelazione previsti per facilitare gli esperimenti NanoRacks Module-9. Modulo-9 è una raccolta di progetti di ricerca progettati dagli studenti delle scuole superiori che utilizzano il NanoRacks Mixsticks. Questa indagine è sviluppata da team di studenti, provenienti da tutti gli Stati Uniti, che progettano i propri esperimenti utilizzando fluidi e materiali abilitati al volo spaziale. Questa indagine fa parte dello Student Spaceflight Experiments Program (SSEP), che è patrocinato dal programma educativo commerciale denominato Science Technology, Engineering and Math (STEM) a sua volta coordinato dal National Center for Earth and Space Science Education (NCESSE).

NanoRacks
Wilmore ha rimosso i Nanoracks Module 16, 18, 20, 21 e 22 dall’interno della piattaforma Nanoracks. Egli ha rimosso anche i Modules 28 e 31 dall’interno della Nanoracks Platform-2, preparandoli tutti per il ritorno a Terra con il cargo della missione SpaceX-4.

Post Extravehicular Activity (EVA) Activities
L’equipaggio ha eseguito oggi una serie di attività connesse alla EVA-28, effettuata ieri con successo. Wisemen e Wilmore hanno eseguito le valutazioni mediche post-EVA. Wiseman ha effettuato il riempimento dei serbatoi dell’acqua delle EMU prima di predisporle per lo stivaggio, dopodichè ha avviato un ciclo di ricarica della Rechargeable EVA Battery Assembly (REBA). Wiseman e Wilmore hanno riconfigurato l’Airlock ed infine tutti e tre i membri USOS dell’equipaggio hanno partecipato ad un debriefing post-EVA con gli specialisti a Terra.

Oxygen Generation System (OGS) Hydrogen Sensor Remove & Replace (R&R)
Oggi Gerst ha sostituito l’OGS Hydrogen Sensor. Questo sensore è giunto al termine della sua vita utile, avendo raggiunto il suo 150° giorno di operazioni.

 

17 ottobre

Commercial Protein Crystal Growth High Density Modified (CPCG-HM)
Gerst ha ripassato le procedure e la documentazione dell’esperimento CPCG-HM, successivamente ha disattivato i campioni, ha spento il sistema ed ha posto CPCG-HM nel Merlin +4C predisponendolo per il ritorno a Terra su Dragon/SpaceX (SPX-4). CPCG-HM è un esperimento del National Laboratory Office che ha lo scopo di dimostrare il valore scientifico e commerciale della cristallizzazione delle proteine in microgravità. Le proteine in microgravità riescono a formare cristalli che difficilmente si riescono a realizzare nei laboratori a Terra. Lo studio dei cristalli proteici coltivati in microgravità potrà fornire informazioni utili per lo sviluppo di nuovi farmaci.

Space Headaches
Wiseman e Gerst hanno compilato il questionario dell’indagine sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in condizioni di microgravità.

Nanoracks Module 19
Gerst ha effettuato un’analisi al microscopio delle Crystal Plates contenute nel NanoRacks Module-19 dopo una crescita di cristalli durata alcuni giorni. L’equipaggio utilizza il Reflective Microscope (Module-12) per acquisire sequenze fotografiche delle Crystal Plates dislocate nel NanoRacks Module-19 Crystal Plate Frames.

Seedling Growth-2
Gerst ha effettuato alcuni controlli, dopodichè ha sostituito l’Experiment Container (EC) situato nell’European Modular Cultivation System (EMCS) con un nuovo EC preparato per la prima sessione dell’esperimento Seedling Growth-2. Seedling Growth-2 è la prosecuzione della serie di esperimenti legati allo studio della Arabidopsis thaliana. Seedling Growth-2, uno studio nato in collaborazione tra la NASA e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), è stato progettato per determinare gli effetti della gravità sui meccanismi di comunicazione cellulare del fototropismo e per studiare la crescita delle cellule e lo sviluppo della piantina in condizioni di microgravità.

CASIS PCG-3
Wiseman ha recuperato due unità di Handheld High Density Protein Crystal Growth (HDPCG) per trasferirle dal dewar posto nel +2C Minus Eighty Laboratory Freezer for ISS (MELFI) al dewar del -95C MELFI, in preparazione del ritorno a Terra con il cargo Dragon/SpX-4.
[ndt : dewar – contenitore sotto vuoto adatto a contenere liquidi per scopi scientifici]
L’indagine CASIS PCG-3 si concentra sulla cristallizzazione degli anticorpi monoclonali, che sono cellule del sistema immunitario che possono specificatamente legarsi ad altre cellule oppure a proteine bersaglio. Gli anticorpi monoclonali sono attualmente in fase di sperimentazione clinica per il trattamento di diverse patologie. Un ulteriore scopo di questo studio è riuscire a produrre cristalli di alta qualità che potrebbero essere utilizzati dai ricercatori per studiare la struttura delle proteine ​​e per migliorare la produzione di nuovi farmaci. La cristallizzazione delle proteine ​​in microgravità è essenziale per capire il processo di sviluppo di un farmaco.

Rodent Research -1
L’equipaggio ha trasferito i campioni Rodent Research dallo stivaggio a freddo con temperature a +4C in quello a -95C, in preparazione del ritorno sulla Terra con il cargo Dragon della missione SPX-4.

Dragon/SpaceX (SpX)-4 Activities
Wiseman e Wilmore hanno completato una sessione di addestramento in vista della partenza di Dragon/SPX-4 in programma per martedì 21 ottobre. Wilmore è riuscito ad effettuare ulteriori operazioni di carico merci.

Russian Extravehicular Activity (EVA) preparations
Wilmore ha dato il via ad un ciclo di ricarica delle batterie ed alla raccolta degli strumenti e delle attrezzature che verranno utilizzati a supporto della EVA 40 russa. Sono state acquisite immagini dello stato del carico e dello spazio a disposizione all’interno dell’Automated Transfer Vehicle (ATV). Il portello di ATV, che verrà chiuso per sicurezza durante l’esecuzione della EVA russa, deve essere in una configurazione tale da consentire un undocking manuale in caso di emergenza. Suraev, Samokutyaev e Serova hanno completato una verifica di tenuta in pressione delle loro tute Orlan. L’equipaggio ha installato luci e telecamere su tutte le tute ad ha completato un ripasso delle procedure previste per questa attività extraveicolare. L’attività russa (EVA 40) è in programma per mercoledì 22 Ottobre.

Multifiltration Bed Removal and Replacement (R&R)
Wiseman ha completato la sostituzione del Multifiltration Bed della Water Processor Assembly (WPA). Le ultime misurazioni della qualità dell’acqua avevano evidenziano un innalzamento dei valori TOC (Total Organic Carbon), e ciò è correlato al fatto che il Multifiltration Bed è saturo.

 

20 ottobre

United States On-orbit Segment (USOS) Crew Day Off / SpaceX Unberth Delay
Oggi è stata una giornata di riposo per l’equipaggio USOS, assegnata loro a causa del posticipato distacco di Dragon dalla ISS, ritardo motivato dalle avverse condizioni dell’oceano nel punto previsto di ammaraggio. Il distacco (unberth) e l’atterraggio di Dragon sono stati posticipati fino a sabato 25 ottobre. Le attività di carico e la chiusura dei portelli sono state ripianificate conseguentemente alla nuova data di partenza.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
I Robotic Flight Controllers hanno attivato MSS ed utilizzato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per afferrare il Dragon Flight Releasable Grapple Fixture (FRGF). La manovra di oggi è stata effettuata in preparazione del rilascio di Dragon.

 

21 ottobre

Ocular Health
Gerst, giunto al traguardo del Return-30 ed aiutato da Wilmore cha ha agito in qualità di Crew Medical Officer (CMO), ha effettuato una nuova sessione dell’indagine Ocular Health rilevando i propri valori di pressione sanguigna ed eseguendo l’esame tonometrico. I dati acquisiti da questa indagine forniranno una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo del protocollo Ocular Health è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

Zebra Fish Muscle
In risposta ad un suggerimento dell’equipaggio, indirizzato a migliorare l’accesso alle attrezzature dell’esperimento Zebra Fish Muscle, i Ground teams hanno messo a punto un piano di stivaggio più efficiente. Gerst, per facilitare l’accesso da parte dell’equipaggio, ha spostato gli articoli dal retro del rack di stivaggio alla parte anteriore, dopodichè ha anche sostituito i filtri dell’Aquatic Habitat Aquarium con altri nuovi. Lo Zebrafish Muscle Experiment intende indagare se l’atrofia dei muscoli degli astronauti, evidenziata dal vivere in condizioni di microgravità, verrà riscontrata anche nei Zebra fish.

Extravehicular Mobility Unit (EMU) Loop Scrub
Una delle attività che viene svolta dopo ogni attività extraveicolare riguarda la riconfigurazione e il lavaggio delle Extravehicular Mobility Unit. Oggi Wiseman e Wilmore hanno effettuato il lavaggio ionico, la rimozione del particolato e dei biocidi (iodinazione) dalle EMU 3003 e 3010 e dai circuiti di raffreddamento dell’Airlock. Sono stati prelevati campioni di 250 ml di acqua prima e dopo l’attività di purificazione per verificare l’efficacia del lavoro svolto. 10 ml di questo campione verranno utilizzati per effettuare il test di conducibilità elettrica mentre l’acqua residua sarà inviata a Terra per ulteriori analisi chimiche.

Waste Hygiene Compartment (WHC) Purge
Il sistema WHC è stato purificato questa mattina, nel tentativo di eliminare i piccoli fiocchi neri che sono stati recentemente osservati nel sacchetto di sovrappressione (EDV), che viene utilizzato nelle fasi di riempimento del serbatoio. Completata l’attività, l’equipaggio ha scoperto che il sistema continuava a produrre i fiocchi neri. E’ stato stimato che la dimensione di ciascun fiocco sia di 1 mm circa. Domani verranno prelevati alcuni di questi fiocchi per poi essere preparati per l’invio a Terra, per le successive analisi, con il cargo Dragon della missione SpaceX-4.

 

22 ottobre

Russian Segment Extravehicular Activity (RS EVA) 40
Suraev e Samokutyaev hanno condotto oggi con successo una attività extraveicolare durata 3 ore e 38 minuti, la RS EVA 40. Suraev e Samokutyaev hanno completato le seguenti attività :

– Rimozione e rilascio di Radiometriya [РК 21-8] da SM Plane II
– Rimozione della copertura di protezione dell’esperimento EXPOSE-R da SM Plane II
– Prelievo di campioni per l’esperimento “Test” dalla finestra del DC1 EV hatch 2
– Rimozione e scarico rapido Kurs (2АСФ1-1 e 2АСФ1-2) antenne da MRM2
– Rimozione e rilascio delle antenne KURS (2АСФ1-1 and 2АСФ1-2) da MRM2
– Acquisizione di fotografie dell parte esterna di dell’ISS RS

Le traiettorie degli oggetti rilasciati sono state videoregistrate e saranno studiate dagli specialisti a Terra.

RS EVA Isolation activities
Mentre l’attività extraveicolare era in corso, Serova e Wilmore sono stati isolati nella sezione MRM-2/Soyuz 40, mentre Wiseman e Gerst avuto accesso a tutti i moduli posti dopo il Service Module/DC1. Nel corso del periodo di isolamento, Wilmore ha potuto effettuare un On-Board Training (OBT) relativo alle procedure di avvicinamento di Cygnus, ed anche una indagine tramite acquisizione di immagini dell’Alpha Magnetic Spectrometer (AMS) Wake Radiator, fotografie che verranno inviate a Terra per le analisi. La missione Orbital-3, il cui lancio è previsto per lunedì 27 ottobre, giungerà al suo culmine con l’attracco del cargo Cygnus il 2 novembre.

Waste and Hygiene Compartment (WHC) Sample Collection
Facendo seguito all’attività di purificazione effettuata ieri, oggi l’equipaggio ha trasferito il contenuto di un EDB (EДB) alla Water Processing Assembly (WPA) attraverso un Microbial Removal Filter (MRF). Il filtro è stato in grado di catturare una quantità sufficiente di fiocchi neri che verrà inviata a Terra per le analisi.

Ocular Health
Wiseman e Gerst, giunti al traguardo del Return-30 ovvero mancano 30 giorni al loro ritorno a Terra, ed alternandosi nel ruolo di Crew Medical Officer e di soggetto sottoposto ad esame, hanno effettuato la loro ultima sessione dell’indagine Ocular Health. I dati acquisiti da questa indagine forniranno una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo del protocollo Ocular Health è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

Medaka Osteoclast Periodic Water Maintenance
Gerst ha effettuato un campionamento dell’acqua prelevata dalla Water Circulation Unit dell’Aquatic Habitat (AQH) per rilevare la concentrazione di ammoniaca disciolta in acqua. Gli specialisti JAXA condurranno questa sera un meeting (ora di Houston) per rivedere i dati e determinare le azioni future.

 

23 ottobre

Muscle Atrophy Resistive Exercise System (MARES)
Gerst ha configurato il cablaggio ed ha attivato il laptop dell’European Physiology Module (EPM) in preparazione delle future attività MARES in programma per la fine dell’anno.

Ocular Health
Gerst, che è giunto al traguardo del Return-30 (mancano circa 30 giorni al suo ritorno a Terra), aiutato da Wiseman, che ha operato in qualità di Crew Medical Officer (CMO), ha effettuato una nuova sessione dell’indagine Ocular Health acquisendo una scansione agli ultrasuoni dei propri occhi ed un elettrocardiogramma. I dati acquisiti da questa indagine forniranno una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo del protocollo Ocular Health è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

Health Maintenance System (HMS) Ocular Health (OH)
Wiseman e Gerst hanno proseguito la loro sessione Ocular Health di Return-30.

SPRINT
L’equipaggio ha predisposto l’apparecchiatura Ultrasound 2 per permettere a Wiseman di effettuare la rilevazione SPRINT essendo giunto al traguardo del Flight Day 150 (FD150). L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

Biological Rythyms 48 hrs
Wilmore ha trasferito e verificato il computer portatile in preparazione dell’esperimento JAXA Biorythyms 48 ore. L’obiettivo di questo studio è quello di esaminare accuratamente la variazione circadiana della funzione cardiaca nel corso del volo spaziale. L’equipaggio indosserà un Actiwatch per 96 ore e un elettrocardiografo (ECG) per 48 ore. L’equipaggio effettuerà due sessioni di raccolta dati in volo.

Russian Segment (RS) Extravehicular Activity (EVA) 40 Cleanup
Oggi l’orario di risveglio dell’equipaggio è stato posticipato di 3,5 ore, a compensazione della attività extraveicolare effettuata ieri con successo. Suraev e Samukutyaev hanno effettuato oggi le operazioni post-EVA, tra le quali vi era l’asciugatura delle tute e la videoconferenza con i Ground teams.

 

24 ottobre

SpaceX-4 Departure Preparations
L’equipaggio ha finalizzato oggi le operazioni di carico di Dragon, ha chiuso il portello ed ha completato la configurazione del vestibolo del Node 2 installando il Common Berthing Mechanism (CBM) Controller Panel Assemblies (CPAs). La fase di distacco di Dragon/SpaceX-4 dalla ISS è prevista per domani mattina alle ore 07:00 CDT circa, mentre il rilascio del cargo dallo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) avverrà intorno alle ore 08:56 CDT.

Earth Rim
Gerst ha predisposto la fotocamera in Cupola per una sessione di acquisizione fotografica automatica della superficie della Terra con il payload JAXA denominato Multi mission Consolidated Equipment (MCE). Questa sessione avrà una durata di 50 minuti.

MICRO 8
Gerst ha rimosso il Micro-8 Group Activation Pack (GAPs) dal Commercial Generic Bioprocessing Apparatus (CGBA) per imballarlo e predisporlo per il ritorno a Terra con la missione SpaceX-4.

Biological Research 48
Gerst ha preparato, per la raccolta dati dell’esperimento Biorhythm 48, un Actiwatch Spectrum ed ha configurato due Actiwatches utilizzando l’Actiware Software ed il Medical laptop. L’obiettivo di questo studio è quello di esaminare accuratamente la variazione circadiana della funzione cardiaca nel corso del volo spaziale. L’equipaggio indosserà un Actiwatch per 96 ore e un elettrocardiografo (ECG) per 48 ore. L’equipaggio effettuerà due sessioni di raccolta dati in volo.

Circadian Rhythms
Wiseman ha indossato l’attrezzatura dell’esperimento sui ritmi circadiani, per dare inizio alla sessione di 36 ore di raccolta dati, avendo raggiunto il traguardo del Flight Day 120 (FD120). I ricercatori ipotizzano che il ciclo di luce-buio non di 24 ore, colpisca gli orologi circadiani dei membri dell’equipaggio. L’esperimento esamina il ruolo dei ritmi circadiani (le reazioni del corpo umano nel ciclo di 24 ore di luce-buio) durante i voli spaziali di lunga durata, per capire come tali ritmi influenzino i cambiamenti nella composizione e nella regolazione della temperatura corporea in concomitanza di una ridotta attività fisica, il tutto in presenza della microgravità e dell’ambiente controllato artificialmente presente a bordo della ISS.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22517.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Potrebbero interessarti anche...