Si conclude la missione di test della nuova capsula cargo Cygnus

La Capsula Cygnus appena distaccata dalla ISS. Credit: NASA.
La Capsula Cygnus appena distaccata dalla ISS. Credit: NASA.

Alle 11:31 GMT (13:31 ora italiana) dello scorso martedì 22 Ottobre 2013, la nuova capsula cargo Cygnus è stata sganciata dalla Stazione Spaziale Internazionale, al termine della fase operativa della prima missione di test.

Gli astronauti Luca Parmitano dell’ESA e Karen Nyberg della NASA hanno manovrato il braccio robotico CanadArm2 della ISS per staccare Cygnus dal portello di aggancio, posto nel nodo Harmony della Stazione Spaziale e rivolto in direzione della superficie terrestre (posizione nadir), dove la capsula cargo era stata agganciata lo scorso 29 Settembre.

Dopo essersi allontanata dalla Stazione Spaziale Internazionale, la capsula, con a bordo circa 1.300 kg materiali di scarto, procederà a due accensioni dei motori di controllo per ridurre la velocità orbitale e per immettersi in una traiettoria di rientro distruttivo nell’atmosfera terrestre.

Cygnus dovrebbe disintegrarsi per l’attrito con gli strati più densi dell’atmosfera alle 14:18 GMT (16:18 ora italiana) di oggi mercoledì 23 Ottobre 2013, al di sopra dell’Oceano Pacifico meridionale fa la Nuova Zelanda ed il Cile.

La nuova capsula cargo, realizzata dalla compagnia spaziale Americana Orbital Sciences Corporation in collaborazione con la Thales Alenia Spaces (che ha realizzato il modulo pressurizzato di Cygnus), ha effettuato il primo volo di test verso la ISS come tappa conclusiva del programma Commercial Orbital Transportation Services (COTS) della NASA che è servito per dotare gli USA di un proprio sistema di rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale al termine del programma Shuttle.

Lanciata alle 14:58 GMT (16:58 ora italiana) dello scorso 18 Settembre per mezzo del nuovo vettore Antares (anch’esso sviluppato da Orbital) dalla base di lancio di Wallops Island sulla costa orientale degli Stati Uniti d’America nello stato della Virginia, la capsula ha raggiunto la ISS con più di una settimana di ritardo rispetto alle previsioni a causa di una discrepanza fra i dati di navigazione del GPS di Cygnus e quelli della Stazione Spaziale.

La capsula Cygnus agganciata al modulo Harmony della ISS. Credit: NASA.

La capsula Cygnus agganciata al modulo Harmony della ISS. Credit: NASA.

Risolti i problemi di navigazione con un aggiornamento del software di Cygnus effettuato da terra dai tecnici della Orbital, la capsula ha raggiunto la ISS, è stata catturata per mezzo del braccio robotico CanadArm2 e agganciata al modulo Harmony il 29 Settembre.

In questo volo, visto che si è trattato di una missione di test effettuata allo scopo la validare i sistemi della nuova capsula cargo integrati con quelli della Stazione Spaziale Internazionale, Cygnus ha trasportato circa 600 kg di materiali non essenziali per la ISS: per lo più rifornimenti di cibo, esperimenti studenteschi e effetti personali destinati all’equipaggio.

Il prossimo volo di Cygnus è previsto per il prossimo Dicembre 2013, con una finestra di lancio attualmente prevista fra il 15 ed il 21, e in questa occasione trasporterà nel proprio modulo pressurizzato quasi 1.400 kg di materiali destinati alla Stazione Spaziale Internazionale.

Quello di Dicembre prossimo sarà il primo volo ufficiale della nuova capsula cargo previsto nel contratto di servizio siglato da NASA con Orbital Sciences Corporation all’interno del programma Commercial Resupply Services (CRS), con il quale Orbital riceverà dall’agenzia Spaziale Americana 1,9 miliardi di dollari per il trasporto di circa 20.000 kg di rifornimenti alla ISS per mezzo di 8 missioni di Cygnus.

Fonte: Spaceflight.now.

Copyright immagine: NASA

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.