L-499: Per rientrare accendi il motore, a qualunque costo

I manuali Soyuz di Samantha Cristoforetti sul tavolo dell’ufficio ESA a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
I manuali Soyuz di Samantha Cristoforetti sul tavolo dell’ufficio ESA a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Star City (Mosca, Russia), 20 luglio 2013—Nessuna attività di addestramento è generalmente pianificata nel fine settimana. È tempo di riposare, naturalmente, ma anche un’occasione per allenarsi senza fretta e recuperare.

Star City in estate è un gran posto per andare a correre o in bicicletta all’aria aperta, visto che siamo in gran parte circondati da alberi e piccoli laghi. Ma per il momento la giornata è piuttosto fresca e umida. Vedrò se migliorerà nel pomeriggio e nel frattempo lavorerò per riordinare i miei appunti sui manuali delle procedure delle simulazioni Soyuz di questa settimana (nella foto).

A mano a mano che procediamo nelle simulazioni Soyuz, aggiungiamo note e promemoria e cerchiamo di evidenziare le azioni che sono particolarmente importanti e/o facili da trascurare.

Sono l’unica astronauta ESA qui questo mese, così ho sequestrato il grande tavolo nell’ufficio dell’ESA. La maggior parte dell’addestramento Soyuz che stiamo facendo riguarda il manuale del rientro. Alla fine, tornare giù in sicurezza dallo spazio si può riassumere in una sola cosa: qualunque cosa accada, fai qualunque cosa sia richiesta per eseguire l’accensione del motore per frenare. Questo significa: al momento giusto, con l’orientamento appropriato e con la spinta richiesta.

Se non lo fai, chissà quando e dove andrai ad atterrare!!

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=19810

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.