Si conclude la Expedition 33 con il rientro di tre astronauti dalla ISS, inizia la Expedition 34

Soyuz TMA-05M atterrata small

Con l’atterraggio in una remota area del Kazakistan avvenuto alle 01:56 GMT (02:56 CEST) del 19 novembre 2012, si conclude la Expedition 33 della Stazione Spaziale Internazionale.

Gli astronauti Sunita Williams (Americana, Comandante della Exp. 33), Akihiko Hoshide (Giapponese, Ingegnere di volo della Exp. 33) e Yuri Malenchenko (Russo, Ingegnere di volo della Exp. 33) sono entrati a bordo della capsula Souyz TMA-05M con la quale si sono separati dalla Stazione Spaziale Internazionale alle 22:26 GMT (23:26 CEST).

Circa due ore e mezza dopo il distacco e dopo essersi portati ad una distanza di sicurezza di circa 19 km dalla ISS, la Soyuz TMA-05M ha effettuato l’accensione dei razzi di frenata per 4 minuti e 43 secondi, sotto il controllo di Malachenko e Williams che in questa delicata fase hanno operato come comandante e ingegnere di volo, diminuendo la velocità orbitale della capsula di circa 300 km/h per consentirne il rientro nella atmosfera terrestre.

La successiva fase di rientro è stata effettuata senza problemi portando in sicurezza i tre astronauti a bordo della Soyuz TMA-05M ad un atterraggio in notturna, prima dell’alba locale del Kazakistan, il primo di questo genere dall’atterraggio della Expedition 12 avvenuto il 9 Aprile 2006.

Alle squadre di soccorso che hanno assistito all’atterraggio della capsula, in una zona dove la temperatura esterna era di circa -11°C, i tre astronauti sono apparsi stanchi ed un po’ provati dal brusco atterraggio, ma complessivamente in buone condizioni.

Malachenko, Williams e Hoshide avevano raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale lo scorso 17 Luglio a bordo della stessa capsula Soyuz TMA-05M, decollata dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan il 15 luglio, e sono rimasti nello spazio per complessivi 127 giorni (di cui 125 sulla ISS), svolgendo in questo periodo svariati esperimenti scientifici in condizioni di microgravità, gestendo le fasi di attracco e successivamente separazione di due capsule cargo automatiche Russe Progress, del terzo modulo cargo Giapponese HTV e della prima missione cargo commerciale della capsula Dragon di SpaceX.

Inoltre, durante la loro permanenza sulla Stazione Spaziale Internazionale, sono state effettuate quattro attività extra-vehicolari (ExtraVehicular Activity o EVA), una da Igor Malachenko insieme a Gennady Padalka e ben tre da Sunita Williams e Akihiko Hoshide.

Con la partenza del Comandante Sunita Williams, il ruolo di Comandante sulla ISS è stato assunto dall’astronauta Americano Kevin Ford che, insieme ai cosmonauti Russi Oleg Novitskiy e Evgeny Tarelkin rappresentano l’equipaggio iniziale della nuova Expedition 34 cominciata il 18 Novembre.

I componenti della Expedition 34, da sinistra Novitskiy, Ford, Tarelkin, Romanenko, Hadfield e Marshburn

 

L’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale rimarrà di soli tre componenti per circa un mese, quando tornerà al consueto numero di sei con l’arrivo di Tom Marshburn (Americano), Chris Hadfield (Canadese) e Roman Romanenko (Russo) il cui lancio è previsto, a bordo della Souyz TMA-07M, il prossimo 19 dicembre 2012.

Fonti: spaceflghtnow.com, nasa.gov

Copyright immagine: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18746

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.