Lanciati sette satelliti da Baikonur

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Giovedi 17 Settembre, alle 17,55 CEST dal Cosmodromo di Baikonur è decollato un razzo vettore Soyuz 2.1b/Fregat che ha immesso in orbita sette satelliti.
Il lancio è stato effettuato a partire dal Pad 31/6, dopo che per due giorni era stato rinviato, prima di 24 ore per condizioni meteorologiche non favorevoli e poi di altre 24 ore per ragioni tecniche.
Il satellite primario è il Meteor M-1, satellite meteorologico di nuova generazione, pesante 2700 kg, posto in orbita eliosincrona a 832 km di altzza.
Sei minisatelliti erano disposti sul perimetro della struttura posta superiorermente allo stadio Fregat, essi sono stati rilasciati in sequenza dopo il distacco del satellite primario.
I minisatelliti sono i seguenti:
Universitetskiy Tatyana-2, satellite tecnologico costruito dall'Università Statale di Mosca.
Sterkh-2, appartenente al sistema COSPAS/SARSAT.
UGATUSAT, satellite tecnologico con fotocamera per osservazione del suolo.
ZA-002 Sumbandila, satellite sperimentale Sudafricano per osservazione del suolo ad alta risoluzione.
BLITS (Ball Lens In The Space), nanosatellite sferico per esperimenti di riflessione.
IRIS, pacco strumentale ancorato allo stadio superiore.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.