Nuova campagna per i crash test di Orion

Sta per cominciare al Langley Research Center della NASA una nuova campagna di test per valutare il sistema di assorbimento degli urti montato sul CEV per non procurare danni all'equipaggio in caso di atterraggio e in un range piuttosto variegato di situazioni che potrebbero presentarsi in eventi d'emergenza.
Per raccogliere i dati ricercati il team utilizzerà un simulacro della struttura di Orion, chiamato Crew Impact Attenuation System Test Article (CIAS) che rappresenta il pallet con i sedili su cui verranno accomodati gli astronauti.
Le strutture per l'assorbimento dell'energia all'impatto con il suolo e che collegano il pallet con la struttura della capsula ridurranno il più possibile i carichi subiti dall'equipaggio.
Dall'inizio dell'anno sono già stati eseguiti 7 test di impatto con la sola struttura del CIAS, ora invece verrà montato il pallet reale dei sedili per simularne il funzionamento.
Utilizzando quindi l'enorme struttura del Landing and Impact Research Facility, si realizzeranno 10 nuovi lanci da un'altezza di circa 6 metri con arrivo su una speciale superficie di honeycomb che potrà simulare diverse tipologie di impatto e suoli.
Il programma proseguirà successivamente, dopo questa prima fase che si concluderà a giugno, con test sui sedili reali che equipaggeranno la capsula e infine con l'intero pallet e sedili con manichini per testare il completo funzionamento del sistema. 
I risultati del test verranno impiegati per simulazioni sia in caso di ammaraggio sia di atterraggio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Potrebbero interessarti anche...