ISS Daily Report – Venerdì 10 Aprile 2009

ISS Daily Report – Venerdì 10 Aprile 2009

Oggi prima di colazione i tre uomini dell'equipaggio hanno completato circa 10 min. di sessione del test MedOps Russo che ha lo scopo di misurare i globuli rossi del sangue. I campioni vengono prelevati dopo una puntura su una delle dita delle mani. E riconosciuto infatti, che nello spazio la percentuale di globuli rossi tende ad abbassarsi nel corso del tempo.

In seguito nell'US Airlock, Mike Barratt ha proseguito con i lavori di manutenzione alle EMU (Extravehicular Mobility Unit) e della pulizia dell'impianto, con il controllo delle varie parti (filtro ionico, impianto acqua a circuito chiuso e sterilizzazione con filtro biocida, etc. etc.).

Gennady Padalka tra i vari tasks si è dedicato alla ottimizzazione del deposito di acqua potabile trasferendo acqua dal serbatoio BV2 (da 210 litri) a un nuovo serbatoio per acqua potabile EDV-ZV, destinando altri due EDV ad altri usi. Padalka si è poi dedicato al controllo e manutenzione del ECLSS  (Environment Control & Life Support System) nel modulo SM.

Alle 4:40 am, Gennady ha poi eseguito un collegamento radio amatoriale con i partecipanti del Ulyanosk VACO Soyuz Branch, scambiando saluti con il XVIII Open Yuoth Space Festival. Il collegamento con gli studenti della Ulyanosk è diventato una tradizione alla vigilia del giorno di celebrazione dedicato al Comonautic Day. La prima comunicazione con la Ulyanosk è avvenuto dalla MIR nel 1992.

Un nuovo aggiornamento è stato trasmesso a bordo, in merito all'inventario dei 4 diversi tipi di acqua a bordo:
* Acqua per usi tecnici (733 litri per elettrolisi)
* Acqua potabile (567 litri incluso lo stock off-limits per la presenza di microorganusmi o in attesa di analisi da Terra). In ogni caso la presenza di microrganismi già individuati in precedenza sulla ISS non costituiscono una “minaccia” per la salute umana.
* Acqua da condensa ( 0 litri)
* Acqua di scarto dal flussaggio/lavaggio delle EMU e quant'altro (circa 65 litri)

SDPM (Special Purpose Dexterous Manipulator):
Ieri e oggi sono stati eseguiti delle operazioni da remoto dagli specialisti di Terra, per eseguire calibrazioni  sulla capacità degli allineamenti di precisione, in modalità auto-sequenza.
Gli specialisti hanno poi controllato anche Arm1 ORU (On-orbit Replacement Unit) e l'unità la telecamera montata su OTCM.
Questa era la prima volta che un elemento di DEXTRE veniva allineato con un dexterous grapple fixture sulla ISS.  Queste operazioni hanno avuto esito positivo, dimostrando che le manovre su piccole distanze (come 2 millimetri) possono essere eseguite con precisione. Altre di queste operazioni di esercitazione sono previste per accertare le capacità di operazioni da remoto attraverso ISS-RPCM (Remote Power Control Module), quando si dovrà operare in questa modalità, il prossimo Settembre (probabilmente per l'HTV-1 docking)

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Potrebbero interessarti anche...