Lanciata da Baikonur Soyuz TMA-13

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' partito alle 9:03 ora italiana dal cosmodromo di Baikonur il lanciatore Soyuz FG con a bordo la capsula Soyuz TMA-13 e parte dell'equipaggio della prossima Expedition di lunga durata sulla ISS.
Il comandante della capsula è Yury Lonchakov, insieme a lui a bordo anche Michael Fincke, futuro comandante della Expedition 18 una volta sulla ISS e Richard Garriot, turista spaziale per 9 giorni a bordo della Stazione.
Quella appena lanciata sarà l'ultima expedition sulla ISS composta da 3 membri di equipaggio (vi partecipano anche in sequenza Garrett Reisman, Sandra Magnus e Koichi Wakata) in quanto dalla 19 i membri permanenti sulla ISS saranno 6.
L'aggancio alla ISS è previsto per il 14 ottobre intorno alle 10:30 ora italiana.
Il rientro dei due membri dell'attuale Expedition sulla ISS, Sergei Volkov e Oleg Kononenko, insieme al turista spaziale, figlio di astronauta (programma Apollo/Skylab), rientreranno a terra il 23 Ottobre sulla Soyuz TMA-12, fase che sarà particolarmente delicata e tenuta sotto osservazione a causa degli ultimi due rientri balistici avvenuti sulle ultime Soyuz.
L'Expedition 18, che si protrarrà fino ad Aprile 2009, accoglierà probabilmente sulla ISS due missioni shuttle (STS-126 e STS-119) e 2 cargo Progress, verrà inoltre svolta una EVA dal segmento Russo e oltre alla cospicua presenza di esperimenti scientifici, ora gestibili con i 3 laboratori, verrà sperimentato per 90 giorni un nuovo sistema di riciclo delle urine del segmento russo, verranno allestite tutte le utenze necessarie per accogliere 6 membri di equipaggio e verranno testati alcuni sistemi che verranno utilizzati per l'aggancio del cargo Giapponese HTV.
Sempre durante questa Expedition verranno utilizzate e sperimentate per la prima volta le tute Orlan nella nuova versione MK, con un computer integrato simile a quello delle EMU e diverse migliorie nell'avionica e nei materiali.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.