Riposizionamento della Soyuz TMA-9 e test su SPHERES a bordo della ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

I membri della Exp. 14 Suni Williams, Michael Lopez-Alegria e "Misha" Tuyrin hanno completato con successo il ricollocamento della Soyuz TMA-9 che utilizzeranno fra una quindicina di giorni per il ritorno a Terra.
La soyuz è stata spostata dal modulo Zarya al Zvezda, il trasferimento era necessario per poter accogliere la nuova Soyuz TMA-10 che arriverà il prossimo 7 Aprile.
L’intera operazione è durata 24min e non ha subito nessun tipo di problema.

La scorsa settimana sono proseguiti, con una sesta sessione, i test sui mini-satelliti da utilizzare all’interno della ISS per riprese video e altre necessità, chiamati SPHERES e progettati dal MIT.
I test erano specifici per verificare la capacità di posizionamento reciproco e docking autonomo.
In questo momento sono presenti sulla ISS 3 di questi mini satelliti, l’ultimo che completa la formazione è stato lanciato a bordo della missione STS-116.
Tutti i test di aggancio si sono svolti secondo le aspettative aumentando la fiducia dei ricercatori riguardo questo sistema. I test sulle traiettorie del volo in formazione, che erano stati rimandati nelle precedenti due sessioni di test, si sono svolti in modo eccellente e come previsto.


[ISS014-E-17233 (17 March 2007) — This medium closeup view in the Destiny laboratory of the International Space Station shows two floating ball-shaped items which are actually the Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES). Credits: NASA]

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.