Share

ESA ha annunciato che il quinto e probabilmente ultimo Automated Transfer Vehicle (ATV) verrà battezzato in onore dello scienziato belga Georges Lemaître, padre della teoria del Big Bang.

Questa scelta prosegue la tradizione di assegnare agli ATV il nome di grandi scienziati europei che riflettono le profonde radici scientifiche, tecnologiche e culturali dell’Europa.
Il primo ATV, che ha effettuato il volo inaugurale nel 2008, era stato chiamato in onore dello scrittore Francese Jules Verne.
Nel 2011 è seguito ATV-2, soprannominato Johannes Kepler, in ricordo del matematico e astronomo tedesco.
Quest’anno sarà la volta di ATV-3, che avrà il nome del fisico e pioniere dello spazio italiano Edoardo Amaldi.
Nel 2013 è previsto il lancio di ATV-4 che porterà il nome di Albert Einstein.

Il nome di Lemaître è stato proposto dalla delegazione Belga all’ESA; è stato scelto tra il 14 e il 15 febbraio durante un incontro della commissione ESA responsabile della gestione della Stazione Spaziale, presso la sede centrale di Parigi.
In questa occasione il Direttore Generale dell’ESA, Jean-Jaques Dordain, ha ricordato l’importante ruolo del Belgio fin dal principio dell’avventura spaziale Europea, il contributo di questo paese ai programmi e alle attività ESA, tra cui la partecipazione al progetto della Stazione Spaziale Internazionale.
“Dando il nome di Georges Lemaître ad ATV-5 -ha detto Dordain- onoriamo uno scienziato di importanza mondiale, che con i suoi studi ha permesso di ampliare le nostre conoscenze dell’universo.”
Il ministro Belga responsabile per le attività spaziali, Paul Megnette, ha manifestato riconoscenza e felicità per questa scelta di ESA: “Questo mostra che il lavoro e le scoperte di Lemaître non sono state dimenticate e che sono ancora oggi importanti e fondamentali”.

ATV-5 oltre al carico di rifornimenti essenziali per la ISS, potrà trasportare anche alcuni esperimenti sviluppati e progettati dal Belgio.

Alcune note biografiche:
Georges Lemaître nacque il 17 luglio 1894 a Charleroi, in Belgio.
Nel 1920 ottenne un dottorato in fisica e matematica; fu ordinato sacerdote nel 1923.
Studiò astronomia, cosmologia e analisi numerica presso l’Università di Cambridge, in Inghilterra.
Nel 1925, dopo due anni di studi presso l’Università di Harvard e al MIT, negli USA, ritornò in Belgio; qui divenne professore a tempo pieno presso l’Università Cattolica di Leuven, dove rimase per il resto della sua carriera.
Nel 1927, scoprì una famiglia di soluzioni per le equazioni relativistiche di Einstein, che descrivevano un universo in espansione, piuttosto che un modello statico; fornì la prima stima osservativa della costante di Hubble ed elaborò l’ipotesi dell’atomo primigenio, oggi meglio conosciuta come teoria del Big Bang.
Lemaître è stato insignito della più alta onorificenza scientifica Belga; nel 1936 venne nominato membro della Pontificia Accademia delle Scienze.
Morì nel 1966, poco dopo aver appreso della scoperta della radiazione cosmica di fondo a microonde, che ha fornito un’ulteriore prova alla sua teoria sulla nascita dell’Universo.
Fonte: ESA.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17171.new#new

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.
Leggi tutti gli articoli di Alberto